Home / 2020 / Novembre

Ancora una volta le bellezze e le bontà del Veneto vengono elogiate da tuto il momdo. Questa volta è stato Forbes, edizione italiana del magazine più famoso al mondo per classifiche, cultura ed innovazione.

Forbes esalta le bellezze artisitiche, architettoniche enogastronomiche e culturali della nostra regione. Sono 7 le ragioni per le quali si esorta a visitare Venezia ed il Veneto.

Venezia è indicata come la culla dell’arte rinascimentale. Vengono poi esaltati i Colli Euganei per la produzione del vino, i castelli medioevali, i borghi e le ville venete.

Altro motivo indicato sono le Dolomiti per incantevoli paesaggi montani e le piste da sci. Si passa poi ad elogiare i borghi veneti che sono tra i più belli d’Italia, come Arquà Petrarca.

Eccellenze della regione sono indicate Padova e Verona come ospiti di importanti opere da’arte. Altra eccellenza sono considerate le ville venete che sono più di 4.000, costruite da grandi architetti come il Palladio e Sansovino. Infine da ultimo vengono citate come eccellenza le strade del vino ed in particolare la strada delle Colline e del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, patrimonio dell’Umanità e dell’Unesco.

Insomma per Forbes il Veneto e Venezia sono i luoghi da visitare trai più raccomandati

ISTRUZIONE. DONAZZAN CONTRO DE MICHELI: “NO A LEZIONE IN PRESENZA IL FINE SETTIMANA, E’ UNA PROPOSTA STRAMPALATA. TORNIAMO A SCUOLA IN SICUREZZA DOPO LE

“Peccato che il Ministro De Micheli sia Ministro ai Trasporti e non all’Istruzione. Ed è proprio ai trasporti che dovrebbe guardare, visto gli assembramenti che ancora oggi i cittadini segnalano sui mezzi di trasporto pubblici”. Con queste parole, l’Assessore regionale all’Istruzione della Regione Veneto Elena Donazzan, ha commentato la recente proposta del Ministro Paola De Micheli che proporrebbe lezioni in presenza il sabato e la domenica per scaglionare gli studenti sui mezzi di trasporto e, risolvere, quindi, secondo lei, il problema degli assembramenti.

“Speriamo – ha aggiunto – che siano finite le tante ‘buone idee’ per la scuola proposte oramai da ogni ministro di questo Governo. La scuola ha bisogno di serenità e di stabilità. Ricordo che a maggio scorso, nell’ambito di un quadro epidemiologico nettamente meno complesso dell’attuale, il Governo impedì ogni forma di lezione in presenza: ora, nel bel mezzo di una fase comunque critica, vuole tutti gli studenti in classe senza prima però risolvere il problema dei trasporti”.

“L’ultima buona idea – ha continuato L’Assessore Donazzan – del Ministro dei Trasporti, quella di far girare gli autobus il sabato e la domenica per far andare gli studenti a scuola, mi sembra una proposta al quanto strampalata”.

“Diamoci un po’ di contegno e un punto fermo: ripartiamo dopo le vacanze natalizie, con maggior logica che mi pare manchi e qualche certezza in più per famiglie e docenti. Chissà che il Santo Natale illumini le menti di questo esecutivo”.

PROSECCO DOC SEMPRE PIÚ GREEN
Presentato on line il progetto PRO.S.E.C.CO, nuovo modello di governance del territorio per una denominazione sostenibile. Dopo la sperimentazione con standard di certificazione elevati, come quelli di Equalitas, ora la sfida cruciale: l’adesione dei produttori per raggiungere almeno il 60% dell’intera area vitata (24.450 ha) appartenente alla DOC Prosecco.

Treviso, 27 Novembre 2020. Si sono contati almeno 265 utenti collegati oggi all’evento on line indetto in piattaforma dal Consorzio del Prosecco DOC per presentare il progetto Pro.s.e.c.co, dimostrazione concreta del grande interesse per un tema sentito quale quello della sostenibilità.

Ha aperto i lavori il Presidente del Consorzio di tutela della DOC Prosecco Stefano Zanette: “Come Consorzio sono state realizzate diverse iniziative per la sostenibilità: la piantumazione di 76 ettari di nuove siepi nella denominazione; la promozione e l’incentivazione del settore biologico e dell’SQNP; la proposta di modifica del disciplinare volta ad eliminare del tutto il glifosato, il folpet e il mancozeb.
Ma il progetto Pro.s.e.c.co che mira a testare le condizioni operative per la sostenibilità ambientale, sociale ed economica, è funzionale all’importante obiettivo, condiviso dal Cda, di ottenere la certificazione di denominazione sostenibile”.

“La sostenibilità – prosegue Zanette – è richiesta dal mercato e dalla popolazione. Noi come denominazione sentiamo l’obbligo di giungere a livelli di sostenibilità elevati, tali da non compromettere i risultati fin qui conseguiti. La sostenibilità diventerà un vanto per i produttori e per il territorio. Ho la convinzione che sarà così, in forza delle iniziative avviate con l’SQNPI e per l’ampia partecipazione non solo della base produttiva ma di tutti gli attori della filiera: dalle amministrazioni alle organizzazioni di categoria, dagli enti di ricerca alle figure professionali del territorio. Ora, con gli importanti risultati ottenuti dal progetto Pro.s.e.c.co, spero di giungere – anche in tempi rapidi – alla certificazione di Denominazione sostenibile per un Prosecco sempre più verde”

Presenti, in rappresentanza della Regione del Veneto Direzione Agro-ambiente, Gianluca Fregolent “va riconosciuto a Zanette l’impegno costante verso la sostenibilità da almeno dieci anni. Troverà la Regione del Veneto sempre disponibile in tal senso perché, certamente con presenza critica, si pone in atteggiamento favorevole verso istanze di questo tipo” e Alberto Zannol “il Consorzio del Prosecco non sarebbe tenuto a occuparsi di aspetti che riguardano la mera produzione, ma con queste azioni di sostegno verso la sostenibilità, alla fine tutela la qualità del prodotto in sé sollevando al contempo l’asticella della qualità nel percepito del consumatore (brand reputation). Inoltre, pienamente aderente alla misura n° 16 del PSR, questa attività del Consorzio si pone quale esempio virtuoso cui altre realtà possono trarre ispirazione”.

Tra i rappresentanti delle Istituzioni è intervenuto Andrea Giorgiutti della Direzione Servizio Valorizzazione Qualità della Produzione della Regione Friuli Venezia Giulia, ente che a sua volta ha sostenuto e sostiene questo progetto.

Confermato il supporto al progetto anche da parte di Stefano Vaccari, recentemente insediatosi nel ruolo di Direttore del CREA; il Consorzio confida nel suo prezioso contributo per una ricerca al servizio della produzione e della collettività.

Un ringraziamento particolare, da parte del Presidente Zanette e del Direttore Luca Giavi, è andato infine a tutto il gruppo di lavoro, costituito dal Consorzio stesso, dal Cirve (UniPD), da Impresa Verde Treviso-Belluno, e da alcune tra le più affermate personalità in campo vitivinicolo. Un segno di riconoscimento è andato anche alle 5 aziende coinvolte che grazie alla pronta adesione hanno consentito un’accelerazione sui tempi di realizzazione del progetto: Cantina Sociale di Conegliano e Vittorio Veneto, Le Carline, Le Rive, Santa Margherita, Villa Sandi.
I loro interventi tecnici e le testimonianze del loro vissuto in questa fase sperimentale, esposti nel dibattito finale condotto da Giavi, sono stati apprezzati dagli utenti presenti on line e tra pochi giorni verranno resi disponibili nel sito del Consorzio al link https://proseccosostenibile.wine/.

“Piantiamo alberi – Ridiamo il sorriso alla pianura”: il Comune distribuisce 450 piante ai cittadini richiedenti

Il Comune di Venezia ha aderito alla Campagna ambientale “Piantiamo alberi – Ridiamo il sorriso alla pianura”, un’iniziativa della Regione Veneto e Veneto Agricoltura volta al miglioramento dell’ambiente sia locale che globale grazie al contributo che ogni albero dà al clima, aiutando quindi l’uomo a vivere meglio.

La Direzione Progetti Strategici ha concluso la distribuzione, a coloro che nei mesi scorsi avevano fatto richiesta telematica, di 450 giovani piante, tra le specie tipiche dell’originario bosco di pianura (come ad esempio farnia, carpino, frassino ossifilo) oppure piante native di ambienti collinari o litoranei (ad esempio orniello e cornetta). Si tratta di piante destinate ad integrare il “verde” privato dei cittadini del territorio, ai quali si chiede in cambio di prendersene cura per gli anni a venire.

“Gli alberi – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Massimiliano De Martin – non sono solo un elemento di arredo urbano, ma costituiscono un indispensabile contributo alla vivibilità complessiva della città. Per questo l’impegno dell’Amministrazione comunale sarà sempre quello di curare e incrementare il numero delle piante nel territorio comunale, a dimostrazione di quanto crediamo nella tutela del patrimonio arboreo e nella salvaguardia dell’ambiente”.

Il Venezia vince al Penzo in rimonta contro l’Ascoli per 2-1. I leoni si avvicinano alla vetta della classifica
Nella nona giornata del Campionato di Serie BKT, gli arancioneroverdi di mister Zanetti ospitano in casa al Pierluigi Penzo di Venezia l’Ascoli. In questa fase del campionato, il Venezia, reduce dal pareggio in trasferta con il Brescia cerca i tre punti per consolidare la zona alta della classifica. I marchigiani arrivano in laguna dopo il pareggio casalingo con la Virtus Entella, con l’obiettivo di uscire dalla zona play-out che attualmente li vede terz’ultimi davanti a Pescara e Cremonese.
Mister Zanetti schiera il centrocampo a tre con Fiordilino e Maleh ai lati, Taugordeau in regia. In avanti la coppia Forte-Capello con Aramu a supporto.
Mister Bertotto schiera Avlonitis al centro della difesa, Cavion alzato in mediana con Pucino sulla fascia destra. In avanti dal primo minuto Chiricò al posto di Cangiano.
Prima del calcio d’inizio le squadre osservano un minuto di silenzio in ricordo della prematura scomparsa di Diego Armando Maradona.
Sul campo sono i padroni di casa a cercare di imporre il proprio gioco. Al 5’ la prima occasione per gli arancioneroverdi: Capello mette in mezzo per Fiordilino che a tu per tu con Leali si divora il goal.
Fiammata dei bianconeri che al 14’ sbloccano la partita: Kragl dalla sinistra, colpisce al volo Pucino che batte Lezzerini.
I leoni si riversano in attacco e al 20’ si fanno pericolosi: tiro in porta di Forte, Leali respinge corto, Maleh si avvicina per il tap-in ma Pucino salva sulla linea. I padroni di casa si fanno nuovamente pericolosi al 28’: tiro di Maleh, palla sui piedi di Fiordilino che clamorosamente riesce a buttare alto a porta vuota. Dalla ripartenza sono gli ospiti a farsi pericolosi un minuto dopo: Kargle tenta il cross al centro, Mazzocchi devia verso la propria porta, Lezzerini attento ci mette una pezza.
Gli arancioneroverdi continuano a spingere ma i marchigiani coprono con ordine.
Sono ancora i leoni ad andare vicino al pareggio al 37: Aramu da Forte, sinistro a giro, ma la palla fa la barba al palo lontano.
Il primo tempo termina al 45’ con il punteggio di Venezia-Ascoli 0-1.
L’Ascoli sembra crederci di più, punge nelle ripartenze ed è ben ordinata in difesa.
Il Venezia costruisce bene ma deve trovare maggior concretezza in fase conclusiva.
Nella ripresa gli arancioneroverdi si fanno più concreti e al 55’ riescono ad andare in rete: palla vagante in area marchigiana, Aramu va in rovesciata e buca la porta sotto il sette difesa da Leali con un fantastico eurogol.
I padroni di casa, galvanizzati dal risultato, continuano a pressare sulla squadra di Bertotto. Al 60’ Aramu ci prova dai 25 metri ma il pallone va fuori di un soffio. Passano tre minuti e questa volta è capitan Modolo ad andare vicino al sorpasso con un’incornata che Sabiri a portiere battuto salva sulla linea di porta. Ormai è un assedio alla porta degli ospiti. Al 66’ ancora i leoni vicini al sorpasso: Cross di Di Mariano, capitan Modolo al volo ma il pallone passa di poco sopra la traversa.
Il Goal partita arriva al 68’: Palla di Di Mariano per Fiordilino che calcia al volo bucando la porta di Leali.
I bianconeri provano a reagire e al 71’ hanno una buona occasione: Bajic in area per Chirico che di sinistro impegna un attento Lezzerini.

Girandola di sostituzione per entrambe le squadre ma il risultato non cambia. Al 90’+4 con il triplice fischio dell’arbitro Amabile l’incontro si conclude. Venezia batte l’Ascoli per 2-1.
Al termine della partita Mister Zanetti ha così commentato il match: “All’inizio sembrava una partita stregata, anche perché abbiamo sbagliato qualche occasione da gol; però è anche vero che non eravamo attenti come al solito ai dettagli, lasciando all’avversario qualche ripartenza di troppo ed essendo poco aggressivi sul loro portatore di palla. Nel secondo tempo invece ho visto la solita squadra; abbiamo creato tantissimo, li abbiamo messi alle corde prima pareggiando e poi superando l’avversario grazie ad una prestazione di grande personalità. Voglio fare i complimenti ai ragazzi, perché hanno dimostrato di saper reagire alle difficoltà mettendo in campo non solo l’orgoglio, ma anche grande lucidità. Rispetto alla partita di Brescia abbiamo cambiato qualcosa tatticamente, adattandoci anche alle caratteristiche di chi è sceso in campo; sapevamo che l’Ascoli sarebbe venuto a Venezia per battagliare ma abbiamo dimostrato di essere una squadra vera, un gruppo unito con un grande cuore. Voglio dedicare questa vittoria ai nostri tifosi, che purtroppo non possono venire allo stadio a sostenerci ma so che ci sarebbero stati e so che ci saranno sempre vicini.”
Una vittoria arancioneroverde meritata nei 90 minuti. Dopo un primo tempo per nulla brillante, nella ripresa i leoni hanno dimostrato grande carattere e grande capacità offensiva con molte occasioni-goal.
La squadra di Zanetti sale ad un solo punto dalla vetta della classifica e sabato prossimo sfiderà in trasferta proprio la capolista Lecce. La squadra di mister Bertotto resta ferma a cinque punti e nell’anticipo di venerdì prossimo sfiderà in casa il Pescara.
Photocredits: Facebook @veneziafc

Le Ricette di Federica. Frullato alla frutta

Oggi Federica ci propone un frullato da fare con frutta esotica.

Ingredienti per 4 persone: uno yogurt da mezzo chilo, mezzo mango, mezza papaia, tre banane ben mature, 3 kiwi, il succo di un limone e di un arancio.

Preparazione: spruzzate e bagnate le banane tagliate a fettine con il succo del limone e dell’arancio, tagliate a pezzetti il mango dopo averlo sbucciato, ora prendete la papaia ed eliminate semi e buccia poi tagliatela a piccoli pezzi. Ora frullate il tutto dopodichè unite lo yogurt e poi frullate ancora per un poco. Guarnite il tutto con pezzi di frutta che avrete lasciati in parte precedentemente.

Buon frullato a tutti

“Il Veneto resta in zona gialla ma questa è una partita che si chiude giovedì quando scadrà il DPCM. Avremo, già da lunedì 30, riunioni con il governo per il prossimo DPCM. Intanto vediamo come va questo fine settimana”, ha detto oggi il Presidente del Veneto Luca Zaia durante la consueta conferenza stampa presso la sede della Protezione civile a Marghera.

 

Zaia ha rivolto inoltre le raccomandazioni contro gli assembramenti: “Ieri il Black Friday ha riempito le città e gli assembramenti purtroppo non sono mancati. Io vi invito ancora una volta a stare attenti. Abbiamo istituito delle fasce d’orario per gli over 65, ma a quanto mi dicono non vengono rispettate”.

 

Trapelava oggi dalle parole del Presidente Zaia una certa stanchezza dovuta forse al fatto che i risultati delle restrizioni imposte anche con la sua ordinanza ”Giallo Plus” tardano a manifestarsi con evidenza. Tra questi anche l’RT, l’indice di contagiosità, che era stato dato all’1,08 e che invece risulta poi essere uguale a 1,2 uno tra i più alti d’Italia, è forse un elemento poco incoraggiante.

 

“Il mio non è un appello al popolo veneto perché faccia squadra: ogni singolo cittadino deve sentirsi direttamente coinvolto nella battaglia contro questo virus, sapendo che i prossimi giorni saranno determinanti”.

 

Silvia Moscati

Il Veneto è ancora in zona gialla. Questa la buona notizia, ma la nostra regione e ancora tra quelle a rischio se pur moderato.

Lindice di contagio in Veneto scenda all’ 1,08, la scorsa settimana era aal’1,18.

Il Governatore Zaia, con nuova ordinanza, permette l’apertura dei negozi di medie e grandi dimensioni anche il sabato. Vale a dire negozi sopra i 250 mq, magazzini di mobili, abbigliamento ed outlet e tutte le strutture estranee ai centri commerciali. Restano pero chiusi i centri commerciali.

Le nuove disposizioni sono entrate in vigore da oggi e saranno valide sino al 3 dicembre prossimo.

Fonte: veneziatoday

Assegno prenatale anno 2020: dal 1. dicembre al via le domande eclusivamente online tramite SPID

I Comuni di Venezia, Marcon e Quarto d’Altino informano che è online l’Avviso Pubblico per l’intervento denominato Assegno Prenatale, ai sensi della Legge Regionale 20 del 28/05/2020, artt. 6, 7 e 8, “Interventi a sostegno della famiglia e della natalità”.

Si tratta di un intervento economico sperimentale, a favore dei neonati, dell’importo di €. 1.000,00 (per ogni nato), finalizzato a fronteggiare le spese fondamentali nei primi mesi di vita del bambino. L’importo viene raddoppiato in presenza di uno o più minori, fino al 6° anno di età, che si trovino in una condizione di disabilità grave.

Potranno accedere a tale beneficio i nuclei familiari con minori nati dal 19/08/2020, residenti nei comuni di Venezia, Marcon e Quarto d’Altino, in possesso di una certificazione ISEE inferiore a €. 40.000,00.

Le domande dovranno essere inviate dal 1. dicembre 2020 esclusivamente online, accedendo tramite SPID al portale dedicato: https://dime.comune.venezia.it/

Si precisa che l’erogazione dei contributi si effettuerà fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili.

Per informazioni:

Per i residenti a Venezia Centro Storico, tel. 0412747425, dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13; venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30; lunedì, martedì e giovedì dalle ore 14 alle ore 16
Per i residenti a Lido, Pellestrina, Murano e Burano, tel. 0412720592 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13; martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30
Per i residenti a Mestre, Favaro e Carpenedo e Quarto d’Altino, tel. 0412746449 dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.30; venerdì dalle ore 8.30 alle ore 14; lunedì, martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17
Per i residenti a Marghera, Chirignago e Zelarino, tel. 0412749974 dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13; venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30; lunedì, martedì e giovedì dalle ore 14 alle ore 16
Per i residenti nel Comune di Marcon, Tel. 0415997141 – 0415997142

Dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.30, eventualmente anche via mail all’indirizzo [email protected]

L’assessore Mar partecipa su Radio Ca’ Foscari a “Venetonight-Researchers’ night” in occasione della “Notte europea della Ricerca”

L’assessore comunale all’Università, Paola Mar, ha sdeguito questo pomeriggio, da internet, la speciale “virtual edition” di “Venetonight”, promossa in diretta da Radio Ca’ Foscari in occasione della “Notte Europea della Ricerca”, che si celebra appunto oggi con l’obiettivo di far conoscere all’opinione pubblica storie e scoperte scientifiche direttamente dalla voce di docenti, ricercatori e dottorandi.

“E’ molto significativo – ha sottolineato l’assessore – che nonostante tutte le difficoltà del momento, anche l’edizione di quest’anno venga comunque realizzata: è anche questo un segno tangibile della volontà di resistenza, di resilienza di Venezia e delle altre città universitarie italiane. I temi di cui si parla oggi sono davvero importanti, perché le ricerche che vengono raccontate oggi spaziano dal campo della cultura a quello dell’economia, dalla letteratura all’ambiente, dall’informatica alla comunicazione.”

Nel corso della trasmissione dell’emittente veneziana, ad essere protagonisti sono stati infatti i ricercatori e le ricercatrici di Ca’ Foscari, che hanno condotto gli ascoltatori in un affascinante viaggio nelle loro ricerche, fatto di curiosità e scoperte.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni