Home / 2019 / luglio

La staffetta esordienti A della società Stilelibero Preganziol sale nuovamente sul gradino più alto al Campionato Regionale Veneto di Nuoto, massima competizione di categoria non essendo presente il campionato nazionale, nella 4 X 100 MISTA, dopo la vittoria di febbraio nei Campionati Italiani Salvamento nella 4 x 50 stile libero ostacoli.

 

 

Di nuovo gli atleti Spano Pietro (dorso), Solmi Nicolò (Rana), Limido Leonardo (farfalla), Vian Simone (stile libero) hanno battuto la concorrenza di altre 24 squadre.
Pur accreditati del sesto tempo di iscrizione alla finale hanno tutti migliorato i propri tempi personali riuscendo a superare in un finale tiratissimo per 55 centesimi le più blasonate Padova Nuoto e GIS Vicenza con il tempo complessivo di 4:41,84 che risulta essere uno dei migliori a livello nazionale per la categoria.
Il risultato è stato ottenuto con il contributo fondamentale dell’allenatrice Sara Dalla Tor che da due anni segue ogni giorno le 4 frecce bianco-azzurre.

Il 18 luglio è stato segnalato il primo caso umano di infezione da virus West Nile della stagione estiva 2019. L’infezione ha colpito un uomo di 79 anni che vive in area rurale in provincia di Padova e presenta febbre persistente da 10 giorni.

La notizia è stata ufficializzata dalla Direzione Prevenzione dell’Area Sanità e Sociale della Regione del Veneto.

 

Nel 2018 la prima positività nelle zanzare era stata riscontrata il 7 giugno e il primo caso umano era stato notificato il 16 giugno, circa un mese prima rispetto a quest’anno.

 

 

Lanzarin: “Diffusione limitata rispetto al 2018 ma teniamo alta la guardia”

“La rete di sorveglianza entomologica regionale – puntualizza l’assessore alla Sanità Manuela Lanzarin –  non ha finora evidenziato alcuna positività per il virus West Nile nelle zanzare catturate, il che indica una diffusione più limitata del virus nell’insetto vettore rispetto all’anno scorso”.

 

La differente situazione rispetto a quella del 2018, secondo gli esperti della Regione, è in parte spiegabile da fattori meteo-climatici (stagione primaverile più fredda e quindi meno favorevole alla proliferazione delle zanzare). 

 

“Tuttavia – aggiunge la Lanzarin –  un contributo importante al contenimento della proliferazione delle zanzare è dato dall’attuazione coordinata e sistematica, su tutto il territorio regionale, degli interventi di disinfestazione larvicida e adulticida previsti dalla DGR 174 del 22 febbraio 2019, sulla base delle linee guida del Ministero della Salute”.

 

Con questo provvedimento è stato inoltre istituito un Tavolo tecnico intersettoriale regionale sulle malattie trasmesse da vettori, che agisce con il supporto del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità ed è presieduto dall’Assessore alla Sanità e coordinato dalla Direzione Prevenzione, Sicurezza Alimentare Veterinaria. Infine la succitata DGR ha disposto l’istituzione in ciascuna Azienda ULSS di un Tavolo tecnico intersettoriale Aziendale, al fine di coordinare e monitorare le misure di contrasto ai vettori messe in atto dai Comuni.

 

Il virus West Nile, comparso in Veneto nel 2008, è trasmesso all’uomo dalle zanzare del genere Culex che pungono prevalentemente nelle ore crepuscolari e notturne. Nel nostro territorio, inoltre, da alcuni anni è presente anche la zanzara Aedes albopictus (zanzara tigre), che può trasmettere le infezioni da virus Dengue, Chikungunya e Zika. Questo tipo di zanzara punge preferibilmente nelle ore diurne, con un massimo di attività nelle ore successive all’alba e nelle ore che precedono il tramonto.

 

“L’infezione da virus West Nile – precisa l’Assessore Lanzarin – nella maggior parte dei casi decorre nell’uomo in modo asintomatico. Nel 20% dei casi possono verificarsi sintomi di lieve natura come febbricola, mal di testa, nausea, vomito, eruzioni cutanee (febbre West Nile, WNF). In meno dell’1% dei casi, in particolare persone anziane e debilitate, si possono presentare febbre alta, debolezza muscolare e complicanze neurologiche come encefalite. L’infezione non si trasmette per contagio diretto da uomo a uomo, ma solamente attraverso la puntura di zanzara infetta, o attraverso le donazioni di sangue ed emocomponenti, organi e tessuti di persone con infezione”.  

 

Semplici comportamenti da adottare

I cittadini – raccomandano i tecnici regionali – possono svolgere un ruolo importante per evitare la proliferazione delle zanzare attraverso l’adozione di semplici comportamenti come:

1. non abbandonare oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensioni dove possa raccogliersi l’acqua piovana come barattoli, bidoni, bacinelle, annaffiatoi copertoni, etc.
2. svuotare giornalmente qualsiasi contenitore di uso comune con presenza di acqua e, ove possibile,  capovolgerli;
3. coprire ermeticamente (anche attraverso reti a maglie strette) i contenitori d’acqua inamovibili (bidoni, cisterne).

 

Per evitare la puntura di zanzara negli ambienti in cui non sia disponibile la climatizzazione è fortemente consigliata l’applicazione a porte e finestre di zanzariere a maglie strette, oltre all’utilizzo di dispositivi elettro emanatori insetticidi liquidi o a piastrine.

 

All’aperto, per la protezione individuale dalle punture di zanzare è consigliabile indossare indumenti di colore chiaro, il più possibile coprenti (maniche lunghe e pantaloni lunghi). Un sufficiente livello di protezione è inoltre assicurato dall’utilizzo di repellenti da applicare direttamente sulla pelle, ripetendo il trattamento con frequenza adeguata. Nell’uso di questi prodotti bisogna seguire scrupolosamente le indicazioni riportate sulla confezione e deve essere adottata la massima cautela nei bambini o su pelli sensibili. I prodotti repellenti non devono essere applicati sulle mucose (labbra, bocca), sugli occhi, sulla cute abrasa, mentre possono essere invece utilizzati sui vestiti per aumentarne l’effetto protettivo. 

 

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito Internet regionale al seguente link. A questa pagina web sono disponibili diversi materiali informativi tra cui la guida “Scelta e corretto utilizzo dei repellenti cutanei per zanzare”.

Sabato 27 luglio, con inizio alle ore 9.00, al campo Jack (via Elicona) di Zelarino si terrà un incontro-presentazione per mettersi in gioco, imparando a conoscere i nostri amici a quattro zampe.

 

Conoscere è la condizione necessaria per avere valide interazioni. Esplorando se stessi, tramite le proprie emozioni e sentimenti, i partecipanti cercheranno di scoprire come entrare nel loro mondo. Si tenterà di suscitare, senza pretese, i loro aspetti cognitivi, emotivi, relazionali e sociali. Si imparerà, insomma, a guardare le cose sotto un altro punto di vista. Iniziando dal gioco, anche se non sarà uguale per tutti.

 

A condurre la giornata, Daniela Cortinovis (ENCI – APNEC) e Maria Zambon (ENCI).

Info e iscrizioni: [email protected]

 

Il nuovo pallone ufficiale del campionato nazionale di Serie D, dei campionati nazionali di Futsal e di tutte le manifestazioni nazionali della LND sarà Nike.

 

L’accordo per la distribuzione avverrà in esclusiva con GTZ Distribution e sarà valido fino alla stagione 2020/2021.
“Sono orgoglioso di annunciare questa intesa – ha commentato il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia. – L’accordo con un’azienda così importante evidenzia che il nostro movimento si è ritagliato un ruolo di primo piano nel panorama calcistico italiano. Si tratta di una partnership in grado di aumentare l’appeal dei nostri campionati e di attrarre nuove risorse per sostenerli”.

 

“Il Futsal ha aperto la strada a questa collaborazione: potersi fregiare di tale accordo è la testimonianza del magnifico stato di salute attuale in cui si trova la nostra disciplina – ha spiegato il presidente della Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro. – Sempre maggiori grandi aziende e media scelgono di affiancarsi al nostro brand, questo ci infonde nuovi stimoli e conferma la bontà del percorso che abbiamo intrapreso”.

 

 

“In quest’ultimo anno è stato fatto un lavoro importantissimo ed enorme con LND, Serie D e Divisione Calcio a 5 per fare in modo che si potesse offrire a tutte le squadre un pallone dotato di tutte le migliori tecnologie e accessibile a tutte le categorie. Posso anticipare che il risultato è stato raggiunto – ha dichiarato l’amministratore delegato di GTZ Distribution Riccardo Trolese. – Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito al raggiungimento di questo grande risultato e non posso che aggiungere: adesso che abbiamo il pallone, che il gioco abbia inizio”.

Domani, domenica 21 luglio alle ore 11, presso la Elle galleria d’arte di preganziol (in via Saragat, 13/A), verrà presentata l’ultima esposizione prima delle vacanze estive.

 

La galleria propone 3 artisti le cui opere sono distribuite sui due piani della galleria. Potremmo vedere 4 opere dell’artista d’Imperia Florkatia, artista dallo spiccato talento e dalla spiccata varietà. Le sue opere spaziano dalla pittura figurativa, al bianco e nero, al paesaggio, alla natura morta. Di fronte a lei 4 opere di medie dimensioni dell’artista catalana Carmen Selvas, dalla quale se ne possono ammirare paesaggi e ritratti (dal 20 luglio al 6 settembre).

 

Nel piano inferiore si potranno inoltre vedere 15 pezzi dell’artista Antonio Moreno Saivezzo (dal 20 luglio al 28 agosto).

 

Presenta Siro Perin.

Per info 042263374

 

 

 

In foto, un’opera dell’artista Gino Di Prospero

Mogliano Rugby 1969 non si ferma nella costruzione della rosa della prossima stagione di Peroni TOP12, e lo fa riconfermando i mediani di mischia Federico Gubana e Francesco Fabi. Ad affiancare l’esperto giocatore argentino Brian Ormon nel ruolo di apertura sarà il giovane Marco Marin, che ha già esordito in prima squadra nel corso della passata stagione sportiva.

 

 

A completare il reparto dei mediani di mischia, la Società biancoblù ha il piacere di comunicare di avere ufficialmente concluso le trattative con Luca Crosato (in foto), giocatore proveniente dal Rugby San Donà. Nato a Treviso il 12 marzo 1998, 1,77 m. per 82 kg di peso e cresciuto nelle giovanili del Villorba Rugby, Luca ha fatto parte dell’Accademia Federale di Parma e ha vestito in diverse occasioni la maglia della Nazionale U17 e U18. Lo scorso anno ha disputato i Mondiali Under 20 con la Nazionale azzurra ed è stato uno dei permit player utilizzati dalla Benetton Treviso.

 

 

Queste le dichiarazioni del Team Manager Enrico Endrizzi: “Siamo molto felici che Luca entri a far parte del roster dei mediani del Mogliano Rugby 1969, perchè è un giocatore molto interessante, giovane, veloce e dinamico, dotato di un passaggio molto buono che sarà funzionale ai nostri interessi nell’ambito del gioco di attacco che intendiamo dare alla squadra. Oltre a questo, pensiamo che la sua giovane età alzerà positivamente il livello di competitività con i suoi pari ruolo, Federico Gubana e Francesco Fabi. Entrambi i giocatori sono stati riconfermati e fanno parte della squadra ormai da tre stagioni, durante le  quali hanno garantito un rendimento costante e in crescita. Da Federico ci aspettiamo molto in termini di miglioramento delle proprie performance dal punto di vista della consistenza. Francesco ha dimostrato grande solidità, senza demeritare ogni volta che è stato chiamato in causa. Con l’innesto di Crosato, pensiamo che il pacchetto dei mediani di mischia, pur molto giovane, possa diventare un vero punto di forza della squadra. Per quanto riguarda Marco Marin, è un giovane cresciuto nelle fila del Mogliano Rugby e in biancoblù fin da quando era bambino. Siamo felicissimi che possa entrare stabilmente nella rosa della nostra prima squadra. Nelle occasioni di giocare che ha avuto nella passata stagione, ha mostrato delle buone qualità di gestione e anche personalità, se lavorerà duro sia sul proprio fisico che sul proprio gioco potrà guadagnarsi il giusto spazio e costruire delle solide basi su cui progredire.”

 

 

Foto gentilmente concessa da: Vittorio D’Anna

Installate, collaudate e a pieno regime le 26 telecamere in via Camporese acquistate dall’Ater di Venezia.

 

Un paio di giorni fa, durante i collaudi, le forze dell’ordine hanno chiesto all’azienda di poter acquisire dei filmati perché, nella zona, si era verificato un furto in orario serale all’interno di un’automobile. Un segnale che i nuovi occhi elettronici si riveleranno molto utili nella zona.

 

Speranzon: “Ora gli inquilini si sentono più sicuri”

Il presidente dell’Ater di Venezia, Raffaele Speranzon, commenta: “Ora gli inquilini si sentono più sicuri. Abbiamo risposto alla richiesta di videosorveglianza che ci era stata posta dal Comitato Quartiere Pertini, facendoci carico di una spesa che reputo un investimento, per la sicurezza degli inquilini e per contrastare danneggiamenti e situazioni di degrado al patrimonio dell’Azienda. Gli occhi elettronici sono da una parte un deterrente per contrastare i malintenzionati e dall’altro uno strumento per riuscire a dare un volto e delle responsabilità a chi delinque”.

 

In via Camporese sono stati appesi anche i cartelli che indicano come ora l’area sia videosorvegliata. Le 26 telecamere sono costate all’Azienda territoriale di edilizia residenziale veneziana 34 mila euro, a questa spesa si aggiungono i costi di gestione, come la fibra ottica e la manutenzione in caso di danni. Una ditta specializzata sarà presto incaricata di gestire l’impianto di videosorveglianza e autorizzata ad estrapolare le immagini quando ce ne sarà bisogno. Gli occhi elettronici sorvegliano le proprietà immobiliari e i terreni di proprietà dell’Ater che vanno dal civico 1 al civico 73, e il sistema tecnologico all’avanguardia permette di zoomare e fermare immagini e dettagli particolari, targhe di automobili comprese.

 

La richiesta di un sistema di videosorveglianza all’Ater era partita dagli inquilini del Comitato Quartiere Pertini a novembre scorso, attraverso una lettera che spiegava la necessità di prevenire situazioni di degrado e vandalismi purtroppo frequenti nella zona.

 

“I residenti del Quartiere Pertini – aggiunge Speranzon – erano messi a dura prova da continui episodi di microcriminalità che andavano dai furti nelle abitazioni e auto alla presenza di soggetti poco raccomandabili in orario notturno. Ora con questa spesa sarà permesso agli inquilini di vivere in un quartiere più sicuro. Non c’è dubbio che l’impianto di videosorveglianza dissuaderà la presenza di eventuali bulli, vandali, piuttosto che occupanti abusivi”.

 

Nel quartiere, grazie alla sinergia tra l’Ater di Venezia e il Comitato Quartiere Pertini, si sono anche ridotte le occupazioni abusive: negli alloggi pubblici del quartiere al momento ce n’è solo una.

 

Sul fronte delle manutenzioni è stato approvato, nei mesi scorsi, un progetto esecutivo per il rifacimento dei tetti di quattro palazzine in via Camporese (per un totale di 64 alloggi) per prevenire il problema delle infiltrazioni. Un intervento che avrà un costo complessivo di 288.612,00 euro e sarà finanziato per 201.433,70 con fondi regionali e per 87.178,30 con fondi dell’Ater.

 

A breve, inoltre, l’Ater potrà assegnare 17 appartamenti grazie alla graduatoria che arriverà dal bando del Comune di Venezia sugli alloggi pubblici. Per altre 7 case sono in corso piccoli lavori di manutenzione che termineranno a breve, rendendoli disponibili entro l’anno. Altri quattro alloggi invece necessitano di importanti lavori di ristrutturazione, per i quali è stato richiesto un finanziamento regionale di 146.700 euro.

Il Veneto si prepara ad ospitare due eventi sportivi importanti. Oggi, sabato 20 luglio, allo stadio di San Biagio di Callalta (Treviso), andrà in scena il Trofeo delle Regioni Master: l’edizione numero quattro della rassegna dedicata alle rappresentative regionali “over 35” (la seconda a disputarsi in piena stagione agonistica, dopo che per i primi due anni la manifestazione si era disputata a fine settembre).

 

Domani, domenica 21 luglio, a Enego (Vicenza), si corre la sesta edizione della EnegoMarcesina, una gara regionale di Trail Running sulla distanza di circa 21 chilometri.

 

 

Quasi 600 atleti, in rappresentanza di 13 Regioni

Tredici le squadre in pista: Alto Adige, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta e Veneto. Quasi 600 gli atleti in gara. Il programma tecnico della manifestazione, diverso rispetto al 2018, prevede 11 gare maschili (200, 800, 3000, 200 ostacoli, lungo, asta, peso, martello, 3 km di marcia, 4×100 e 4×400) e altrettante prove femminili (200, 800, 3000, 200 ostacoli, alto, triplo, peso, disco, 3 km di marcia, 4×100 e 4×400).

 

Sarà un pomeriggio di sfide appassionate e senza età, che accenderà i riflettori su atleti dal grande passato e, in qualche caso, dall’ancora illustre presente. Qualche esempio? La padovana d’origine cubana Yusneysi Santiusti Caballero, semifinalista olimpica a Rio de Janeiro, una delle migliori ottocentiste italiane a livello assoluto (è iscritta nella 4×400), Barbara Lah, gloria azzurra del salto triplo, e Marco Quintarelli, martellista per 15 stagioni alle Fiamme Oro.

 

In pista anche molti reduci dai campionati italiani individuali di Campi Bisenzio, come l’altoatesino Rudolf Frei, classe 1948, che in Toscana ha siglato la miglior prestazione italiana nei 300 ostacoli della categoria SM70, oppure il trevigiano Andrea Meneghin, tre volte tricolore nei lanci, oltre che responsabile tecnico dei master per il Comitato regionale. Per il Veneto sarà anche una sorta di prologo dei Campionati Europei Master che si disputeranno dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea. Mentre il campionato italiano di società, altro importante traguardo della stagione “over 35”, andrà in scena il 28 e 29 settembre ad Ariano Irpino (Avellino). L’anno scorso, a Misano Adriatico, trionfarono l’Emilia Romagna al maschile e la Toscana in campo femminile, con il Veneto rispettivamente terzo e secondo. Le gare inizieranno alle 14.30, poi saranno quasi sei ore di sfide. Organizza l’Atletica San Biagio.

 

Domenica di corsa tra malghe e boschi con la EnegoMarcesina

Intanto domani, domenica 21 luglio, a Enego (Vicenza), si corre la sesta edizione della EnegoMarcesina, gara regionale di Trail Running sulla distanza di circa 21 chilometri. La manifestazione, organizzata dalla società ASD LaEnegoMarcesina, in collaborazione con il Comune di Enego, si svilupperà su un percorso ad anello sulla piana di Marcesina, portando gli atleti nel cuore di una distesa di pascoli ricca di malghe e circondata da boschi di abete rosso.

 

Il tracciato, in parte su asfalto e in parte su sterrato, avrà un dislivello complessivo di 200 metri e toccherà due Comuni (Enego e Grigno) e altrettante province (Vicenza e Trento). Partenza alle 10 dal rifugio Marcesina, nella località omonima. Per ulteriori informazioni: www.laenegomarcesina.it.

 

 

Photo Credits: FB @FidalVeneto

Dall’Organizzazione Baccalaureato Internazionale con sede a Ginevra sono pervenuti al Collegio Pio X i risultati definitivi delle prove di esame del ‘Pio X International’.

 

La media complessiva è stata di 30 punti, pari a quella internazionale per la stagione 2019.

 

Ginevra ha dunque diplomato Nicolò Genisi, Veronica Michieletto, India Gustin, Giorgio Alessandri, Anita Burato, Matilda Cinel, Jacopo Favero, Matteo Guglielmi, Asia Pozzoni, Giuseppe Cardazzi, Olivier Zavattiero, Alessandro Andretta, Giovanni Marchiorello, Giovanna Maria Manconi, Jacopo Giustiniani e Ismail Mahmoud.

 

Gli esami si erano conclusi a Treviso già nella terza settimana di maggio con la soddisfazione degli studenti e la fiducia degli insegnanti. Come da regola dell’Organizzazione, la valutazione espressa dai docenti trevigiani è stata integrata con
quella della sede centrale: ne è scaturita così una votazione finale omologata con quella degli studenti di tutto il mondo.

 

Concluso il complesso iter della valutazione, gli studenti del Pio X hanno avuto il diploma che è riconosciuto come esame di ammissione universitaria in più di 80 Paesi e dalle più autorevoli università in Italia e all’estero.

È stata decisa in questi giorni la nomina di Lorenzo Damiano a responsabile del dipartimento per le attività economiche del gruppo Alliance for Peace and Freedom in Europa. Damiano, 54 anni già presidente e fondatore del movimento Pescatori di Pace, è stato scelto dal presidente Roberto Fiore per le “qualità che in questi anni lo hanno contraddistinto nella sua professione e nel suo impegno sociale e politico di livello internazionale”.

 

 

L’Alliance For Peace and Freedom, con sede a Gilly in Belgio, è un gruppo politico che comprende movimenti di destra e sovranisti d’Europa. Nelle ultime votazioni di maggio ha ottenuto l’elezione di due membri al Parlamento Europeo: Miroslav Radacovsky e Milan Uhrik, entrambi provenienti dallo schieramento Slovacchia Nostra della Repubblica Slovacca. Tra le personalità politiche aderenti all’associazione, che vanta ad oggi una decina di raggruppamenti nazionali, sono da ricordare: il presidente, Roberto Fiore, Jean-Marie Le Pen per la Francia, Nick Griffin per l’Inghilterra e Udo Voigt per la Germania.

 

 

Lorenzo Damiano, con questa nomina, avrà l’incarico di curare i rapporti diplomatici e istituzionali con personalità politiche italiane, europee e mondiali, facendo anche da mediatore con le realtà del territorio dal campo economico a quello associazionistico e culturale: “Per me è un onore poter lavorare a livello europeo e mondiale portando il mio contributo per il bene del nostro Paese e dell’Europa, valorizzando le peculiarità del territorio in cui sono nato e dello Stato che rappresenterò. Ringrazio il gruppo, il primo vero raggruppamento sovranista europeo, per la fiducia che mi ha concesso. Sarò al lavoro già nei prossimi giorni per adempiere al compito che mi è stato affidato senza mettere da parte il mio sogno di realizzare una università della musica per i ragazzi in difficoltà e senza dimenticare che ogni impegno che prenderò avrà come denominatore comune i valori fondanti della cultura cristiana”.

 

 

Il primo impegno? “Andare a fondo sulla questione delle banche venete, perché i soldi, tutti, possano tornare in tasca ai risparmiatori ingiustamente truffati”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni