Home / 2018 / novembre

Ieri, giovedì 22 novembre, si è svolta presso il centro sociale di Mogliano Veneto l’assemblea del quartiere Centro-Sud. Gianpietro Scattolin e Sandro Gris ci raccontano cosa è emerso

 

Si è trattato il primo incontro organizzato dal nuovo comitato di quartiere presieduto ora da Lino Sponchiado, subentrato a Renato Bandiziol dopo le elezioni di qualche mese fa.
Molti i cittadini presenti all’evento, a cui ha partecipato l’intera Giunta comunale.

 

Il presidente di quartiere ha presentato gli argomenti all’ordine del giorno:

Area Macevi, situazione avanzamento lavori

Viabilità, viabilità zona centrale a seguito intervento ex area Macevi

Distretto sanitario

Informativa

Futuro Piscina ex Rari Nantes e relativo Parco Pubblico.

Manutenzione della vasca di laminazione sotto il nuovo parcheggio di via Verdi e dell’intervento di sfalcio e manutenzione dei fossati di laminazione di via Marchesi.

È stato dato quindi spazio alle richieste dei cittadini.
Gli abitanti hanno evidenziato varie problematiche e fatto specifiche richieste:
 sicurezza della viabilità. Considerato l’elevato flusso del traffico e la notevole velocità dei mezzi nelle vie Ronzinella e Mameli realizzare una serie di attraversamenti pedonali rialzati sulle stesse al fine ad es. di consentire a pedoni e ciclisti di percorrere in sicurezza il percorso da via San Marco, poi via 24 Maggio fino al cinema Busan. Valutati i costi di realizzazione dei passaggi pedonali con le variazioni altimetriche prima e dopo l’attraversamento (vds. Via Barbiero), è stata segnalata l’opportunità di adottare le sole variazioni in corrispondenza di tali passaggi come realizzato nella maggioranza dei comuni veneti.

 area ex Macevi. Destano preoccupazione sia che il livello dell’area sia stato rialzato di oltre 50 cm. rispetto alle zone limitrofe, sia che non vi sia ancora certezza sulla relativa viabilità.

 distretto sanitario. Realizzare spazi più ampi per servizi sanitari migliori, invertendo il trend di perdita di servizi (vaccinazioni, cure domiciliari, serv. Ostetricia e ginecologia, dipendenze patologiche) e cessazione delle necessità di spostarsi a Motta di Livenza o Oderzo per analisi specialistiche.

 sicurezza ambientale e idraulica. È stata richiesta una manutenzione più accurata del verde pubblico, dei canali e vasche di laminazione. In modo particolare è stato richiesto la ricalibratura dell’intero fossato, fino allo scolmatore del Fiume Dese, allo scopo di evitare il ripetersi degli allagamenti avvenuti in passato nella lottizzazione Marchesi.

 parcheggi. Trovare un parcheggio auto sta diventando sempre più difficile e non solo in centro. Per quello di fronte al cimitero richiesta la sosta a tempo almeno su un lato.

Sono stati tutti interventi fatti con l’obiettivo di ricercare per Mogliano una migliore qualità della vita.

Il Sindaco ha risposto affermando che:
sulla viabilità si stanno muovendo con interventi do carattere generale e che nel quartiere centro sud è previsto solo un innalzamento del passaggio ciclo pedonale tra via Mameli e via 24 Maggio. A riguardo dell’intervento nell’ Area ex Macevi ha ribadito che ogni variazione all’attuale viabilità verrà effettuata solo dopo la partenza del nuovo insediamento commerciale ed abitativo.

relativamente all’area ex Macevi, ha commentato alcune immagini relative al progetto dell’area stessa. I lavori di rifacimento di piazza Donatori del Sangue avverranno contemporaneamente sull’intera superficie. Nessuna preventiva modifica viaria in attesa di capire che succederà con l’apertura del centro commerciale.


 distretto sanitario. Ha annunciato un intervento per sistemare il piano terra dell’attuale distretto con il contributo finanziario dell’USL e ribadito che la mancata utilizzazione della risorsa Istituto Gris è conseguente alle scelte della USL; inoltre è prevista l’allocazione degli ambulatori specialistici ora in via Tommasini presso l’attuale distretto che verrà potenziato.

 

parcheggi. Sarà concesso il temporaneo utilizzo del parcheggio delle piscine.

 


Non ha raccolto l’invito a investire prima in sicurezza, scuole e salute e solo dopo dare spazio a eventuali altre iniziative, confermando che si va avanti con il progetto della nuova Villa Longobardi.


L’assessore Mancini ha risposto sul tema sicurezza idraulica, comunicando che è stato assegnato da tempo l’incarico al Consorzio Acque Risorgive per la redazione del Progetto esecutivo per la risoluzione definitiva della criticità presente nella lottizzazione Marchesi.

“Che bella notizia apprendere che una bambina di 10 anni è riuscita da sola a vincere contro chi avrebbe voluto privarla del Natale. La sua purezza ha vinto contro il delirio ideologico di chi nella scuola non vorrebbe più neppure sentire il nome Gesù in una canzone natalizia”.

 

L’assessore regionale all’Istruzione, Elena Donazzan, commenta così la notizia della bimba che si è opposta alla cancellazione del nome di Gesù dalle canzoni natalizie della sua classe.

 

“Mi chiedo sempre – aggiunge – quale terribile infanzia abbiano avuto coloro che, nati e cresciuti qui in Veneto o in Italia, non ricordino l’emozione provata da giovani nel fare il presepe in famiglia. In tal senso sono commossa anche per il gesto compiuto dal consigliere regionale Michieletto che ha voluto donare un presepe alla scuola di Favaro, nel veneziano, affermando che anche i bimbi di quella scuola avessero il diritto di festeggiare il Santo Natale e, aggiungo io, non fossero costretti a rinunciarci per un delirio laicista”.

 

“Il successo ottenuto dal bando promosso dalla Regione del Veneto a favore dei presepi nelle scuole (più di 500 domande a fronte delle 184 finanziabili) – conclude l’assessore Donazzan – ci dimostra che le scuole che non negano il Natale sono la stragrande maggioranza”.

Si susseguono gli interventi delle radiomobili della Polizia locale del Comune di Venezia in tutti i quartieri della terraferma, nell’ambito del programma straordinario di controllo serale del territorio.

 

Le pattuglie del dispositivo di prevenzione sono ripetutamente intervenute in aree o microzone sensibili, in particolare:

– in via Rio Cimetto, nell’area verde di fronte alla chiesa di Santa Barbara, in cui talvolta viene segnalata la presenza di personaggi sospetti, è stato sorpreso un cittadino di nazionalità nigeriana in possesso di diversi grammi di marijuana. Lo spacciatore ha tentato invano di liberarsi dello stupefacente al momento del controllo;

– al quartiere Altobello sono stati quotidianamente posti in essere interventi di controllo di giovani soggetti problematici per la sicurezza urbana. In un’occasione, nel corso di tali controlli, in Piazzale Madonna Pellegrina, è stato rinvenuto un arnese provvisto di lame e martelletto, utilizzabile per effrazioni;

– in una tenda all’interno del bosco di Mestre, in zona quartiere Pertini, sono stati trovati due coltelli illecitamente detenuti da una persona individuata, anche se al momento del controllo non era presente;

– sanzioni sono state elevate sia lungo la via Terraglio che lungo la via F.lli Bandiera, a carico dei clienti che si intrattenevano o stavano contattando prostitute presenti sul posto;

– un veicolo rubato è stato invece rinvenuto in via Cherso, località Gazzera.

 

Particolare attenzione è stata poi posta al controllo del sottopasso ferroviario che congiunge le vie Dante e Rizzardi, del parco Catene, dei pubblici esercizi che presentano profili problematici, dell’area di via Salettuol, del parco Albanese, dei parchetti di via Mestrina e via Costa, dell’area del centro commerciale La Piazza dopo la chiusura.

 

Tutti i quartieri e le frazioni sono oggetto di controllo, anche in chiave di prevenzione dei reati predatori, da parte delle radiomobili della Polizia locale.

Le attività di controllo del territorio svolte dal Corpo di Polizia locale in tutti i quartieri della terraferma mestrina hanno portato, nel pomeriggio di ieri, all’ennesimo arresto in flagranza di reato. Una radiomobile del Servizio Sicurezza urbana, verso le ore 14.30, ha notato la presenza di fronte alla chiesa di Carpenedo, all’intersezione tra le vie Garibaldi e San Donà, di un noto spacciatore della Sierra Leone.

 

Al controllo degli agenti, il pusher, che si era accorto della presenza dell’unità cinofila, ha reagito spingendo un pubblico ufficiale e fuggendo lungo una via interna. Durante la fuga, lo spacciatore ha lanciato un involucro con qualche decina di grammi di marijuana all’interno del cortile di una scuola materna, nel tentativo di liberarsi dello stupefacente. L’inseguimento del sospetto si è concluso dopo un paio di minuti.

 

La perquisizione del reo ha consentito inoltre di rinvenire tre ulteriori bustine di marijuana pronte per lo spaccio al minuto.

Il successivo controllo del telefono cellulare ha permesso di accertare che il cittadino della Sierra Leone, T.A. di anni 24, aveva un appuntamento con un cliente proveniente dall’interland mestrino.

 

Il reo, già tratto in arresto sempre dalla Polizia locale di Venezia nel maggio scorso, è stato nuovamente arrestato e trasferito nella camera di sicurezza del Corpo a Piazzale Roma.

Dopo avere trascorso la notte in cella lo spacciatore è stato condotto innanzi al giudice, ove si trova tuttora.

In approvazione l’accordo tra Comune e Azienda Ulss 2 per la riqualificazione del Distretto socio-sanitario e l’adesione all’O.G.D. “Riviera del Brenta e Terra del Tiepolo”

 

Dopo l’approvazione in Giunta del progetto dei lavori di riqualificazione, ora va in Consiglio Comunale l’accordo tra Comune e Azienda Ulss 2. La spesa complessiva è di 740 mila euro e sarà sostenuta dal Comune e dall’Ulss 2. Tre le tipologie di lavori che riguardano la riqualificazione del Distretto-socio-sanitario: l’adeguamento sismico dell’intera struttura, anche della parte dove si trova la Sala del Centro Sociale, per un importo di circa 230 mila euro; la realizzazione di tutti gli interventi di adeguamento dell’impianto antincendio, della vasca antincendio; la sistemazione, su tutti i e 3 i piani degli spazi con l’adeguamento normativo.

 

Nel Distretto riqualificato rimarranno tutti i servizi oggi presenti che saranno implementati con gli ambulatori specialistici oggi erogati nella sede di via Tommasini, una volta che sarà completato anche l’intervento di ampliamento con un successivo stralcio. Esattamente si tratta dell’Anagrafe sanitaria (variazioni e scelta del medico, del pediatra, rilascio esenzioni e tessera sanitaria), del CUP, Centro Unico di Prenotazione (visite, esami diagnostici e di laboratorio, prestazioni specialistiche, ritiro referti), delle attività di prelievo, sia con prenotazione sia con accesso diretto e ritiro campioni biologici, delle attività di cure primarie ( residenzialità extraospedaliera e gestione delle domande, colloqui con i familiari, supporto gestione pratiche, valutazioni dei pazienti a domicilio o in struttura, inserimento in graduatoria, etc., gestione dei farmaci e consegna diretta, somministrazione terapia intramuscolare), delle attività di consultorio (gestione gravidanza a basso e a medio-alto rischio, delle problematiche legate alla sessualità, all’infertilità, alla contraccezione e alla menopausa, preparazione al parto, gestione di percorsi psicologici e sociali legati all’adolescenza, percorsi affettivo relazionali del singolo, della coppia, della famiglia, problematiche genitoriali, sostegno alla genitorialità e mediazione familiare), del servizio per l’attività evolutiva e la neuropsichiatria infantile, con gestione dei percorsi diagnostici- terapeutici patologie quali disturbi dello sviluppo, ritardi globali, disturbi neuromotori e neurosensoriali, problematiche psicopatologiche degli adolescenti, disturbi del linguaggio, della coordinazione motoria, disabilità cognitiva, disturbi dell’apprendimento scolastico, patologie ansioso-depressive media, disturbi comportamentali ed emozionali nell’infanzia e adolescenza, della relazione e della socializzazione.

 

“Si parla da oltre dieci anni del tema del Distretto e della necessità di un adeguamento alle esigenze dell’utenza. Siamo molto soddisfatti. Finalmente, grazie all’accordo raggiunto, diamo la necessaria continuità alle attività socio-sanitarie del Distretto stesso, garantendo la permanenza dei servizi in città”, commenta il Sindaco, Carola Arena.

 

Altro punto di rilievo in discussione in data odierna, l’adesione all’Organismo di Gestione della Destinazione (O.G.D.)  “Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo”;. Evidenzia il Sindaco, Carola Arena “La Riviera del Brenta e la Terra dei Tiepolo, così come il nostro territorio moglianese, rappresentano geograficamente un’area di cintura rispetto al polo della città di Venezia. A Mogliano, solo nel 2017, le presenze alberghiere sono state 205.005, ponendo la nostra Città al primo posto nella provincia di Treviso, aspetto questo, che evidenzia la forte influenza della vicinanza con Venezia. E’, quindi, doveroso offrire alle categorie economiche del territorio moglianese le più ampie opportunità di promozione e valorizzazione in rete con un’area dalle simili caratteristiche.

 

L’adesione all’O.G.D. “Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo” rappresenta, dunque, una grande occasione di
sviluppo di politiche ed azioni turistiche sulla base di temi ed aspetti affini”, conclude il Sindaco, Carola
Arena.

La redazione de Il Nuovo Terraglio vi ricorda l’appuntamento di domenica 2 dicembre, alle ore 12, con l’inaugurazione di oltre 40 dipinti della Collezione Alessandra dal XV al XX secolo, esposti in un curato allestimento negli Spazi rinnovati del Brolo.

 

Nasce così il MOGART- ARTE A MOGLIANO.

 

“Ospitare una pinacoteca con una prestigiosa collezione e dare nuova vita agli Spazi del Brolo con l’apertura del MOGART è l’opportunità che siamo onorati e lieti di offrire alla Città, grazie alla generosità del nostro concittadino Giuseppe Alessandra. Un’opportunità che abbiamo accolto con entusiasmo e resa possibile anche con la collaborazione di Villaggio Globale International. Le quaranta opere importantissime in esposizione e la gestione affidata a Coopculture, operatore culturale di consolidata esperienza, ci fanno ben sperare che il MOGART possa avviare la sua affermazione nel panorama culturale nazionale diventando un polo di interesse per amanti dell’arte, anche da fuori regione. Altrettanto, siamo certi possa attrarre i numerosi turisti che gravitano nell’area veneziana o visitatori che possano semplicemente avere un motivo in più per venire a Mogliano” – dichiarano il Sindaco di Mogliano Veneto, Carola Arena, e l’Assessore alla cultura, Ferdinando Minello.

 

MOGART è un tassello rilevante nella riqualificazione del centro storico e nel piano di rivitalizzazione della città, con l’obiettivo di costituire un volano che porti beneficio a tutte le attività cittadine. Nel progettare iniziative culturali, in questi anni abbiamo sempre cercato di guardare oltre Mogliano e fare in modo che ciò che si fa nella nostra città desti interesse in un territorio geograficamente più ampio. Lo si concretizza se l’offerta è di qualità e attraverso il coinvolgimento dei nostri operatori. MOGART si inserisce in questo disegno ed è un punto di partenza di valorizzazione del nostro territorio, ricco di storia ed architettura, ne sono un esempio le ville e l’Abbazia Benedettina. Necessita ora mettere in relazione la pinacoteca con gli altri soggetti del territorio, per una sua riqualificazione anche attraverso la valorizzazione degli elementi più caratterizzanti”, aggiungono il Sindaco  Arena e l’Assessore Minello.

 

Quello che accoglierà i visitatori del MOGART è un viaggio tra XV e XX secolo tra lavori di BergognoneRomanino, Pietro della Vecchia, Veronese e Tintoretto, fino ai ritratti di Telemaco Signorini, di Emile Bernard e a una natura morta di Arturo Martini. Il percorso espositivo, curato da Ettore Merkel, Direttore della pinacoteca, si adatta alle tre sale espositive del MOGART, suddividendo i dipinti in tre settori. Nelle opere proposte prevale nettamente il genere della ritrattistica, che offre l’opportunità di un’indagine di costume di notevole interesse. Al piano terra è allestita la pittura Otto e Novecentesca veneziana e veneta, contrapposta ad alcuni esempi di Scuola toscana e francese. Nelle due sale superiori, invece, si mostrano i dipinti rinascimentali, manieristi e barocchi di ambito soprattutto veneziano e veneto, a confronto con alcuni quadri coevi di area lombarda e toscana.

 

In occasione della giornata inaugurale l’ingresso sarà libero, con la possibilità di accedere a visite guidate alle ore 15.00 e alle ore 17.00, per gruppi di massimo 30 persone. Gli Spazi del Brolo chiuderanno alle ore 18.00.

Il centro cittadino sarà animato da due cicli di spettacoli, a cura di Arteven, che si alterneranno ad accompagnare l’evento dell’inaugurazione, con un percorso tra Piazza Caduti e gli Spazi del Brolo, in via Rozone e Vitale, a pochi passi dall’Abbazia Benedettina. Dalle 10.00 alle 12.00 si svolgerà LIFE! Visita guidata per Nature vive in cui gli artisti di Pantakin da Venezia con le loro animazioni accompagneranno il pubblico in una performance ripetuta più volte e aperta a piccoli gruppi.

 

L’animazione riprenderà alle 15.00, e fino alle 17.00, con la Parata degli Elfi e delle Ninfe, uno spettacolo
itinerante tratto dalla produzione “Zoé”. La performance si concluderà con effetti suggestivi nel giardino del Brolo.

 

Il biglietto d’ingresso costa 6,00 euro per il biglietto intero, e 4,00 euro per il ridotto; il prezzo del catalogo è di 7,00 euro.

Per informazioni:
Mogart Spazi Brolo – via Rozone e Vitale 5
T. 041 5905151 (in orario di apertura)
[email protected]

Aperte le iscrizioni per l’evento sportivo del 16 giugno 2019. Una domenica di corsa nel cuore di una delle foreste più suggestive d’Europa

 

La Cansiglio Run inizia il lungo conto alla rovescia in vista dell’edizione 2019. All’evento del prossimo anno mancano ancora più di sei mesi, ma da domani – sabato 1° dicembre – la macchina organizzativa, guidata dal Running Team Conegliano, sarà ufficialmente in moto.

 

Domani, infatti, apriranno le iscrizioni per la nuova edizione, che si terrà domenica 16 giugno, oltre un mese prima della tradizionale data di fine luglio. Ormai giunta alla quarta edizione, anche nel 2019 la Cansiglio Run confermerà la formula che tanto successo ha incontrato nelle prime tre stagioni, proponendo quattro diverse distanze, in grado di soddisfare le aspettative di ogni tipologia di runner: da chi corre con l’occhio al cronometro a chi verrà in Cansiglio per godersi il fresco dell’altopiano e gli scorci offerti da un ambiente naturale che promette di regalare emozioni a ogni passo.

 

Anche il prossimo anno i partecipanti alla Cansiglio Run potranno dunque scegliere tra un ventaglio di categorie: dalla prova più lunga36,4 chilometri sotto l’egida della Federazione italiana di atletica leggera – a quella più corta, la Family Run – 5,5 chilometri per tutti – passando per due prove intermedie, sulle distanze di 22 e 10 chilometri, quest’ultima aperta anche agli appassionati del Nordic Walking.

 

 

 

Tutti e quattro i percorsi scatteranno dalla Capanna Genziana per concludersi al Rifugio Sant’Osvaldo. Le minime variazioni di lunghezza delle prove rispetto all’edizione 2018 si spiegano con lo spostamento del traguardo nei pressi del Rifugio Sant’Osvaldo, sul cui piazzale sorgerà anche la struttura che ospiterà premiazioni e Pasta Party.

 

Per il resto, i quattro percorsi, disegnati come sempre dall’ex campione mondiale di corsa in montagna, Maurizio Simonetti, manterranno intatte quelle caratteristiche di relativa scorrevolezza che rendono la Cansiglio Run, nelle sue varie declinazioni, un appuntamento accessibile a tutti.

 

Organizzata dal Running Team Conegliano, in collaborazione con Palextra Events, anche l’edizione 2019 della Cansiglio Run avrà Saucony come sponsor tecnico.

 

 

L’adesione alle due prove più lunghe (36,4 e 22 chilometri), oltre a una particolare scontistica riservata ai gruppi composti da almeno 10 atleti, prevede anche la possibilità di scelta tra l’iscrizione con gadget (una splendida polo personalizzata che verrà presentata nelle prossime settimane) e senza gadget. Ulteriori scontistiche verranno riservate a chi si iscriverà entro il 31 dicembre.

 

Il 16 dicembre si terrà un’uscita promozionale alla mezza maratona di Cittadella.

 

Per regolamenti e iscrizioni potete consultare il sito www.cansiglio.run.

 

 

Nei weekend del 1°-2 e dell’8-9 dicembre si terrà laXV edizione di “Colori d’Inverno”, lungo i vicoli del centro storico di Follina, uno dei borghi più belli d’Italia, che per l’occasione sarà ricco di luci, profumi e colori della tradizione locale.

 

Ad accompagnare il tutto, musiche natalizie, arpisti, giullari, artisti di strada e oltre 100 espositori, mentre simpatici elfi faranno capolino qua e là, rendendo ancor più magica la permanenza dei visitatori.

 

 

 

Anche l’associazione Nova Era vuole esprimere solidarietà alle popolazioni colpite dal maltempo che si è abbattuto nel Bellunese e in particolare al Comune di Rocca Pietore, annoverato anch’esso tra uno dei più bei borghi d’Italia.

 

 

Quest’anno, infatti, l’intero ricavato dalla vendita del vischio sarà devoluto per la ricostruzione dei Serrai di Sottoguda, una meravigliosa opera della natura che non è sfuggita all’ondata di maltempo di fine ottobre.

 

 

Le danze si apriranno alle 15 di domani, 1° dicembre, con la banda di Follina, alla presenza del sindaco di Rocca Pietore, di Bernardin Severino Andrea e dell’assessore regionale alla Protezione civile Bottacin.

 

 

 

Il programma di “Colori d’Inverno, i Mercatini di Natale a Follina è molto vario e prevede l’alternanza di eventi culturali, come le visite guidate al territorio circostante, l’intrattenimento per bambini, le mostre, gli appuntamenti musicali dal vivo, che comprendono anche le melodie del Natale, gli spettacoli per famiglie con i giocolieri e i suonatori di strada oltre ai ricchi stand gastronomici con specialità tipiche del Natale.
Qui sarà possibile trovare anche la tradizionale tazza in ceramica “Colori d’Inverno” da richiedere per sorseggiare le bevande calde.

 

L’Abbazia: scrigno di cristianità tra simboli religiosi, astrali e misteriosi

Organizzato da Ufficio Turistico Follina
Sabato 1° dicembre, ore 16.00, visita guidata con esperto all’antica Abbazia Cistercense di Santa Maria di Follina.

Ritrovo: Ufficio Turistico di Follina

Info e prenotazioni: 0438.970350 – 0438.971666 – 339.1329568

 

Trekking urbano alla scoperta di Follina “Borgo d’Italia”

Organizzato da Ufficio Turistico Follina
Domenica 9 dicembre, ore 9.30

Ritrovo: Ufficio Turistico di Follina
Info e prenotazioni: 0438.970350 – 0438.971666 – 339.1329568

 

Mostra personale “Frammenti”, con i disegni di Sara Teo – Palazzo Barberis

 

Mostra fotografica “Follina… sguardi sul passato”
Abbazia di Follina, dal 1° al 20 dicembre, dalle 10.00 alle 18.00

Inaugurazione 1° dicembre alle ore 17.00

 

Presentazione del libro L’altra storia di Pietro De Luca – Eroe del Paterno

a cura di Gino De Mari, in collaborazione con Carlo De Poi del Collettivo di ricerca Teatrale
Sabato 1° dicembre, ore 18.00
Salone spazi espositivi presso Municipio

 

Presentazione del libro Dolci Montagne di Danilo Stramare

letture a cura di Monica Stella
Coordinamento immagini di Carlo Stramare
Sabato 8 dicembre, ore 16.30, presso la biblioteca di Follina

 

Mostra “I Santini della collezione Mario Tasca” – via Pallade 7

 

Laboratori di lettura e animazione

La natura dentro un libro. Letture e laboratorio di manipolazione della creta.
La notte dell’attesa. Letture e laboratorio a tema.
Letture sotto l’albero. Racconti di natale e laboratorio manuale per costruire una lanterna da accendere la
notte della vigilia.
1°-2 dicembre, 8-9 dicembre – Palazzo Barberis, dalle ore 10.30

 

Intrattenimento

8 dicembre, dalle ore 16.30 – via Pallade
Musica Live con I FINGERS the music of Sting&Police, presso lo stand del Comitato Festeggiamenti FBP

 

 

 

 

EAST 1
Collettivo di 5 giovani musicisti dai 17 ai 19 anni, gli Eastone si stanno ritagliando uno spazio nella scena locale, distinguendosi per il sound unico e inimitabile creato dalla coesistenza di tre chitarristi, un batterista di formazione jazz classica e una cantante solista dalla voce espressiva

 

IL NATALE ARRIVA ARPEGGIANDO
“Spettacolo itinerante dedicato alla magia del Natale, con le più belle carole interpretate dalla voce di Claudia Murachelli e la sua “arpetta”
Versione “fantasiosa”
Claudia Murachelli soprano e arpa celtica
“Un piccolo elfo e la sua arpa vi aspettano per uno spettacolo musicale dedicato alle più belle carole natalizie di tutto il mondo”

 

PRESTIGE!!
Fantasista eccentrico presenta lo spettacolo “Prestige!”; fresco ed esuberante, sempre pronto a coinvolgere con simpatiche gags, l’artista porterà “il pubblico” nel colorato mondo del teatro di strada, della giocoleria e dell’equilibrismo fino a farlo diventare parte integrante e fondamentale dello spettacolo

 

IL RIMATTORE
Un’esilirante Giullarata contemporanea in rima estemporanea dove il pubblico è artista protagonista, dove lo spettatore inventa e diventa copione

 

JOSEF
Suonatore ambulante con tradizionale organetto di Barberia (a rulli di carta perforata) e teatrino meccanico con figure in movimento

 

STAND GASTRONOMICI 

– Caldarroste
– Cheeseburger

– Cioccolata Calda
– The, Infusi e Vin Brulè
– Dolci di Casa
– Gnocchi di Patate
– Formaggio Cotto
– Hamburger
– Panini: Formaggio, Porchetta, Salsiccia, Soppressa
– Minestra di Fagioli
– Spiedo
– Trippe
– Trippe in scodella di pane
– Würstel
– Waffel

 

In via Pallade è presente uno speciale ristoro senza glutine.

 

Il panettone artigianale della pasticceria Battistuzzi di Conegliano (TV) è stato giudicato il migliore della terza semifinale del concorso “Panetthòn 2018” svoltasi ieri alla Pizzeria da Ezio (BL). Al secondo posto, il panettone realizzato dalla pasticceria Centeleghe di Farra D’Alpago (BL) e al terzo quello della pizzeria Rocca d’Asolo di San Vito di Altivole (TV).

 

Stasera, la quarta semifinale della sfida solidale fra i panettoni artigianali veneti al Ristorante Perché di Roncade (TV).

 

Panetthòn è una sfida solidale fra i migliori panettoni artigianali del Veneto. Quelli prodotti senza additivi l’emulsionante E471 e con materie prime di alta qualità. Panettoni “classici”, con uvetta e canditi, che hanno una durata limitata ma che in cambio presentano una bontà senza paragoni. L’etichetta “solidale” definisce le finalità benefiche del concorso, il cui ricavato sarà destinato a due progetti: all’“Amici di Adamitullo” dell’omonima Onlus creata da Don Cesare Bullo che in Etiopia garantisce il sostegno ad attività scolastiche ed educative rivolte alle comunità locali, e all’associazione Co-Meta di Padova che da qualche anno sostiene attività di cooperazione sociale rivolte ai bambini in Burkina Faso.

Ieri mattina, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e l’assessore comunale allo Sviluppo economico del territorio e Lavoro, Simone Venturini, hanno preso parte alla cerimonia di presentazione della nuova nave da crociera “Nieuw Statendam” destinata ad Holland American Line, tenutasi allo stabilimento Fincantieri di Marghera.

Tra gli altri, è intervenuto anche il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Edoardo Rixi.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni