AnimaliSlide-main

10 regole per proteggere gli animali dai botti di capodanno

1 minuti di lettura

A Mogliano i botti di capodanno saranno vietati, anche per proteggere l’udito degli amici a quattro zampe. E’ comunque consigliabile rimanere vigili. L’esperta Nadia Ros ha condiviso sui social un decalogo da seguire per proteggere gli animali dai botti di capodanno, che abbiamo pensato di condividere con tutti i nostri lettori:

 

1. Teniamo gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi
2. Non lasciamoli soli. Gli animali fobici potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi, quindi è necessario stare loro vicino, senza esagerare con coccole e carezze. E’ necessario mostrarsi tranquilli e felici, cercando di distrarli, se possibile, con giochi e bocconcini, mostrando che non c’è nulla di cui preoccuparsi.
3. Non lasciamoli in giardino. Tenere in casa o in un luogo protetto e rassicurante anche gli animali che abitualmente vivono fuori in modo da scongiurare il pericolo di fuga.
4. Teniamo alto il volume di radio o televisione in modo che venga attutito il rumore dei botti proveniente dall’esterno, chiudendo le finestre e abbassando persiane.
5. Lasciamo che si rifugi dove preferisce, anche se si tratta di un luogo che normalmente gli è “vietato”.
6. Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando anche di liberarli nelle aree per gli animali per evitare fughe dettate dalla paura. E’ fondamentale non portarli fuori a mezzanotte o nelle ore immediatamente precedenti perché spesso gli scoppi iniziano con anticipo.
8. Evitiamo soluzioni fai-da-te somministrando tranquillanti, alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico.
9. Qualora fosse possibile, organizzare con anticipo una “gita fuori porta” per trascorrere i due giorni a cavallo dei festeggiamenti di Capodanno, generalmente quelli in cui l’incidenza degli scoppi di petardi è maggiore, in luoghi lontano dai centri urbani e dai rumori forti e improvvisi.
10. Sensibilizziamo l’opinione pubblica, e soprattutto i bambini, su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per i quattro zampe.

 

Articoli correlati
AmbienteSlide-mainSostenibilità

Ogni goccia conta: un mare di piccole azioni per il Pianeta

2 minuti di lettura
La campagna 2024 della “Settimana Verde” si concentra sullo spreco alimentare e sull’importanza delle piccole azioni per la salvaguardia del pianeta. Nella…
SaluteSlide-mainTreviso

Innovazione e avanguardia per l'ospedale di Conegliano

2 minuti di lettura
Passi avanti per il reparto di Cardiologia dell’ospedale di Conegliano, ha compiuto due importanti e innovativi interventi che rappresentano una pietra miliare…
Psicologia e DintorniSlide-main

Disturbo dell'attaccamento

1 minuti di lettura
“Non attaccarti a nulla che possa distruggerti nel corso del tempo”. Il disturbo dell’attaccamento indica un modello disfunzionale dell’attaccamento e si manifesta…