Home / Posts Tagged "Treviso"

Serve maggiore attenzione e manutenzione per il verde cittadino, soprattutto nei quartieri e per le mura cittadine. Queste le parole di Davide Visentin, candidato Consigliere comunale in lista Mario Conti. Nel concreto, Visentin avanza la proposta di stringere un accordo con la casa circondariale di Santa Bona, al fine di impiegare i detenuti idonei a svolgere un certo tipo di mansioni all’aperto nella pulizia e nell’ordine delle aree verdi del Comune di Treviso.

 

Una soluzione – prosegue – che andrebbe a incidere nelle casse comunali in maniera irrisoria. Utilizzare, come ha fatto a spot l’attuale giunta, i finti profughi per questi lavori è assolutamente deleterio, oltre che utile solo ad alimentare il business dell’accoglienza.

 

A questo link è possibile guardare il video che riporta la proposta: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1810404385687874&id=807765165951806

 

Segnaliamo inoltre che domani, giovedì 24 maggio, Davide Visentin e Anita Avoncelli, candidata Consigliere comunale nella lista lista, incontreranno i cittadini di Treviso presso la sede elettorale della lista “Mario Conte Sindaco”, situata ai piedi del cavalcavia di San Zeno, dove esporranno il programma elettorale della coalizione e le proposte concrete per la città di Treviso.

Un successo che ha superato tutte le più rosee aspettative quello dell’ultima giornata della XIII edizione di Fiera4passi. Migliaia le persone che hanno seguito i numerosi spettacoli, i laboratori e che hanno avuto la possibilità di degustare le diverse proposte dei numerosi street food.

 

Per la prima volta nella storia di Fiera4passi il parcheggio del Palaverde ha registrato il tutto esaurito, segno non solo della massiccia presenza di visitatori ma anche della buona pratica di raggiungere la manifestazione con il bus-navetta, in maniera sostenibile e in linea con i principi della Fiera.

 

 

Una giornata record che ha confermato il successo della formula e del tema scelto per questa edizione, Generazioni in Viaggio – afferma Alessandro Francheschini coordinatore di Fiera4passi – Mai come quest’anno tanti giovani sono stati protagonisti e partecipi in fiera, dai ragazzi in alternanza scuola lavoro, agli studenti del Forum  ASL, ai cori della prima domenica fino alle band delle sale prova e della scuola di Artface di oggi. Tanti anche i giovani volontari, tra gli oltre 300 che rendono possibile questa fiera.  Speriamo di aver trasmesso a queste giovani generazioni la filosofia e i valori che da sempre ispirano il nostro agire e le buone pratiche che portiamo in Fiera da 15 anni.”

 

 

Alberta Basaglia, figlia di Franco, protagonista della rivoluzione nel mondo psichiatrico e autore della Legge 180 di cui in questi giorni si celebrano i 40 anni, è stata ospite in Fiera4passi per visitare l’evento sulla sostenibilità e il commercio equo ma soprattutto per ritornare in quello che un tempo era un ospedale psichiatrico, ora luogo restituito alla comunità e sede di eventi culturali di rilievo nazionale come la Fiera stessa, e di istituzioni come la Provincia di Treviso, l’ANCI Treviso e l’Ufficio Scolastico provinciale.

 

Alberta è intervenuta ai microfoni di Radio4passi per ricordare il ruolo che hanno avuto i genitori in questa grande trasformazione e per complimentarsi con la cooperativa Pace e Sviluppo per l’organizzazione di un evento così coinvolgente e significativo per la comunità e il territorio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I giovani protagonisti anche in questa giornata di Fiera, dopo il grande FORUM dedicato all’Alternanza Scuola Lavoro che ieri ha coinvolto 150 studenti delle scuole superiori.

 

Sul palco dell’area spettacoli si sono alternate le band musicali degli allievi di Gianluca Mosole della scuola Art Face di cui facevano parte anche i musicisti solisti che si sono esibiti all’auditorium.

La delegazione dei Vignaioli Indipendenti Trevigiani Fivi organizza, il 26 e 27 maggio dalle 10.00 alle 19.00, il Mercato dei Vini dei Vignaioli nello splendido spazio dell’ex Pagnossin, area di archeologia industriale a Treviso. I produttori presenti al banco di assaggio saranno a disposizione di chiunque abbia interesse ad ascoltare le loro storie e degustare i vini, cogliendo tutta la passione e l’emozione che un viticoltore sa trasmettere.

 

 

All’evento, oltre ai vignaioli trevigiani, saranno presenti anche altre piccole aziende provenienti dall’intero stivale. “Il Mercato dei Vini dei Vignaioli è un momento di incontro e condivisione anche per i produttori stessi che in questo modo possono condividere i loro dubbi, le incertezze ma anche le grandi soddisfazioni che derivano da un lavoro come quello del vignaiolo”, spiegano. “Un sogno a mente aperta che coinvolge ed emoziona”. Per accedere all’Area Fivi è previsto l’acquisto di un bicchiere con tasca al costo di cinque euro.

 

 

L’evento nel quale è inserito il mercato della Fivi è “Food Market, le emozioni del gusto”, un viaggio culinario di sapori unici e genuini durante il quale il pubblico potrà gustare e acquistare prodotti esclusivi. All’interno, previsto un ricco programma di laboratori didattici per adulti e bambini, tavole rotonde e degustazioni guidate con i maggiori esperti del settore. Protagonisti, oltre ai vignaioli, una cinquantina di espositori legati alle eccellenze del cibo che forniranno ai food truck presenti i loro prodotti, accompagnati dalle produzioni di alcuni birrifici artigianali.

 

Per dettagli e ulteriori informazioni: www.opendreamfoodmarket.it.

 

Di seguito la lista delle aziende che saranno presenti all’evento:

Fratelli Collavo Valdobbiadene TV

Bele Casel Caerano San Marco Asolo TV

Case Paolin Volpago del Montello TV

Ceotto Vini Colfosco TV

De Bacco Pietro Seren del Grappa BL

Soc. Agr. Al Ponte Montebelluna TV

Terre Boscaratto Susegana TV

Bresolin Bio Maser TV

Caneva da Nani Guia TV

Col del Lupo Vidor TV

Col del Sas Colbertaldo di Vidor TV

Col Miotin Pieve di Soligo TV

Az. Crodi Miane TV

Bellese Vini Roncadelle TV

Ca’ del Faggio Valdobbiadene TV

Follador Francesco Valdobbiadene TV

Malibran Susegana TV

Martignago Sant’Andrea Maser TV

Mattiazzo Leo Valdobbiadene TV

Miotto Valter Vidor TV

Rosanatale Vidor TV

Siro Merotto Farra di Soligo TV

Tanoré Valdobbiadene TV

Valdellovo Susegana TV

Vettori San Pietro di Feletto TV

Cantina Pozzobon Volpago Montello TV

Vitivinicola Manera Castelfranco Veneto TV

Cesconi Trentino – Pressano TN

Le Fraghe Bardolino VR

Corte Fusia Franciacorta – Coccaglio – BS

La Dama Valpolicella – San Vito di Negrar VR

Ferlat Silvano Friuli – Cormons GO

Matrone Boscotrecase sul Vesuvio – NA

Emilio Vada Piemonte – Coazzolo AT

La Salceta di Ettore Ciancico Toscana – Loro Ciufenna AT

Podere Il Saliceto Emilia – Campogalliano MOD

Ferretti Emilia – Campegine RE

Davide Vignato Gambellara VI

Cantina 29 – Pradipozzo di Portogruaro VE

Calalta – Mussolente TV

 

 

CHI È LA FIVI?

La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (Fivi) è un’associazione nata nel 2008 per rappresentare il vignaiolo di fronte alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani. La Fivi è un’associazione nazionale che raduna piccole realtà che allevano la vite e producono vino direttamente e che difende gli interessi dei propri aderenti in ambito morale, tecnico, sociale economico e amministrativo. Oltre a ciò si impegna a promuovere e tutelare la cultura del territorio. Attualmente sono più di 1.100 i produttori associati per un totale di oltre 11.000 ettari di vigneto. Quasi 80 milioni le bottiglie commercializzate per un fatturato da 0,7 miliardi di euro e un export di 280 milioni di euro. Gli 11.000 ettari di vigneto sono per il 51% in regime biologico o biodinamico e per il 49% con la lotta integrata.

Sabato di euforia pura all’Home di Treviso per la tradizionale festa ispirata ad Animal House. Dress code: toga!

 

Domani, sabato 19 maggio, all’Home Rock Bar di Treviso avvolgetevi in un lenzuolo, mettetevi una coroncina d’alloro e indossate dei sandali: è il Toga Party, la festa più popolare tra i college e campus universitari statunitensi a partire dal 1978, anno dell’uscita del film Animal House. John Belushi, che interpreta Bluto nella pellicola, contribuì alla diffusione dei toga party e si suppone che l’idea per questo tipo di festa sia nata all’interno del collegio maschile Whidden Hall della McMaster University, università frequentata da Ivan Reitman, uno dei produttori di Animal House. A scatenare l’atmosfera il dj resident Christian Effe.

 

Time: 19:00 – 2:00 / Free entry

Abbiamo incontrato Matteo Marin, candidato al consiglio Comunale a Treviso, anni 37, titolare di una nota agenzia assicurativa del centro, trevigiano doc nato e cresciuto a Treviso da genitori trevigiani, in procinto di convolare a nozze con la compagna Valentina, che ci ha raccontato la sua visione di città.

 

 

Candidato Marin, per lei sarebbe la prima esperienza in Consiglio Comunale a Treviso: come nasce la sua candidatura nella Lega?

 

La mia è una scommessa che parte più di due anni fa, quando mi sono avvicinato alla Lega era un partito che aveva appena il 4% a livello nazionale, che aveva perso le elezioni a Treviso, consegnando la città al PD e alla Amministrazione Manildo. Ho trovato fin da subito un movimento ricco di energia, di idee e coraggio. Mi ricordo che la prima riunione a cui presi parte fu la presentazione del libro di Antonio Selvatici “Il Sistema Prato”, un saggio su come la microimpresa cinese si insinua sommessamente nella nostra economia, in modo sleale e lesivo del nostro tessuto economico e imprenditoriale. Quindi una Lega nuova, più preparata, più ricca di contenuti ed idee. In questi anni ho avuto l’onore di contribuire da militante al raggiungimento dei risultati sul Referendum dell’Autonomia del Veneto e sull’affermazione alle elezioni politiche e da buon Trevigiano, ritengo sia giunto il momento di mettersi a disposizione della mia Città per ridarle un’amministrazione capace, vicina ai cittadini, aperta al dialogo.

 

 

Aspetti positivi e negativi dell’amministrazione uscente: quali elencherebbe e perché?

 

Preferirei approfondire quali sono i nostri programmi per la Città più che denigrare l’avversario: abbiamo deciso di impostare tutta la nostra Campagna Elettorale sul desiderio di proporre idee, di far conoscere ai Cittadini la nostra visione della Treviso presente e futura, guardando avanti. Sicuramente il Sindaco Manildo è stata una delusione per molti, non ha scelto persone competenti nei rispettivi referati, tanto è vero che, ad esempio, ha dovuto assumere in corsa (e di corsa) l’Assessore Marina Tazzer per raddrizzare le scelte fatte in tema di lavori pubblici ed urbanistica. Direi che un merito dell’Amministrazione uscente è quello, visti i deludenti risultati, di aver fatto riavvicinare e riappassionare molti trevigiani alla politica comunale, considerato il numero dei candidati concorrenti al Consiglio Comunale.

 

 

Quali sono i punti salienti del vostro programma e quali sono i contributi che pensa di portare al rinnovato Consiglio Comunale?

 

I trevigiani ci chiedono più sicurezza, più decoro, più pulizia. La Città è stata sporca per 4 anni e 11 mesi di governo Manildo, oggi come per incanto a 28 giorni dalle elezioni vediamo lavorare Contarina a ritmi serrati. Noi vogliamo una Città pulita sempre, faremo partire un progetto pilota per aree ecologiche interrate come già avviene in tutta Europa, installeremo più telecamere collegate alle forze dell’ordine soprattutto nei quartieri, sia per la prevenzione del crimine, sia per la lotta agli ecovandali. I quartieri sono la grande sfida che ci attende: sono stati dimenticati e necessitiamo di recuperare gli anni perduti. Se vogliamo che la Città cresca e torni bella e pulita, dobbiamo partire dai quartieri. Ripristineremo la figura dei Vigili di Quartiere, faremo un patto sociale con gli extracomunitari e gli stranieri che abitano in Città: favoriremo progetti di integrazione per coloro che accettano di vivere secondo le nostre leggi e le nostre tradizioni e culture viceversa non avremo nessuna tolleranza nei confronti di chi non rispetta la legalità, la Città ed i Trevigiani abbandonandosi all’accattonaggio organizzato, allo spaccio e all’ubriachezza molesta.

 

 

Quale è la sua personale interpretazione dell’ormai famoso hashtag lanciato da Mario Conte #siamotuttitrevigiani?

 

Dobbiamo essere vicini agli ultimi. Abbiamo presentato nei giorni scorsi il nostro progetto di abbattimento delle barriere architettoniche sulle Mura Cittadine. Pensiamo alla figura di un Disability Manager, un funzionario del Comune che si attiva ogni qualvolta ci sia qualche evento, festa di piazza, manifestazione al fine di rendere accessibile a tutti la Città. Come dice Mario Conte: “o si fa festa tutti o non festeggi nessuno”. Nell’ambito del sociale, vogliamo essere vicini prima di tutto ai nostri anziani, ai trevigiani, rivedendo profondamente i meccanismi di assegnazione delle case popolari e delle graduatorie, in asse con i nuovi regolamenti regionali.

 

 

Ha qualche personalissimo progetto nel cassetto da portare all’attenzione delle istituzioni Comunali?

 

Vi posso rivelare in anteprima che se verrò eletto al Consiglio Comunale cercherò di portare avanti, assieme alle questioni più urgenti ed importanti del sociale, decoro, sicurezza, le istanze dei trevigiani… a quattro zampe! Mi piacerebbe in particolare creare Aree di sgambatura per cani in ogni quartiere, intervento questo che potremmo realizzare a costo zero per le casse del Comune, mediante il coinvolgimento delle aziende di pet food e dei privati. Ovviamente, di pari passo, dovremo riscrivere completamente il Regolamento Comunale di tali spazi, che attualmente sono abbandonati a sé stessi, normarne correttamente gli accessi. Serve fare molta educazione: non per i cani, ma per qualche padrone. Sono già in contatto con qualche associazione che si è detta disponibile ad aiutarci. Sul fronte opposto, vorrei intensificare i controlli con multe più salate e mediante l’utilizzo dei vigili urbani in borghese nei confronti degli incivili che non raccolgono le deiezioni. Mi piacerebbe che fra qualche anno le Aree di Sgambatura diventino un’eccellenza della Città per mostre cinofile, eventi, pet terapy e associazioni in difesa degli animali.

 

 

Lei è simpatico, come si fa a non votarla?

 

La ringrazio, anche lei! Vi posso dire come si fa a votarmi: si traccia una croce sul simbolo della Lega e si scrive MARIN affianco al simbolo. In questo modo si esprime la preferenza a me come consigliere comunale e a Mario Conte Sindaco di Treviso. W Treviso, W la Lega!

 

 

 

Valentina Nespolo

 

Il 19 e il 20 maggio, la biblioteca di Preganziol sarà presente alla Fiera4passi di Treviso, in parco sant’Artemio, presso lo stand del Polo BibloMarca, nell’area 72.

 

A Fiera4passi, uno degli eventi più importanti a livello nazionale nel panorama dell’economia sostenibile, quest’anno si parla di giovani e con i giovani. Tema della XIII edizione è infatti “Generazioni in viaggio”: idee passioni e obiettivi per costruire, credere e desiderare l’economia del futuro fondata sull’innovazione, la progettualità, il rispetto delle risorse ambientali e il potenziamento delle conquiste sociali attraverso le aspettative e il coinvolgimento delle nuove generazioni.

 

 

Oltre ai bibliotecari, saranno presenti gli amministratori, con i quali sarà possibile esprimere idee e desideri sulla biblioteca che vorresti, e i lettori volontari delle singole biblioteche che intratterranno bambini e adulti con letture.

 

A questo link è possibile leggere tutti gli eventi in programma, dedicati a bambini e famiglie.

 

 

Domani, giovedì 17 maggio, presso la sede elettorale della lista “Mario Conte Sindaco”, ai piedi del cavalcavia di San Zeno in Via Terraglio 31, Davide Visentin incontrerà i cittadini dei quartieri di Treviso, dalle ore 18.30 alle ore 21.00.
L’occasione sarà gradita per poter discutere su alcuni punti del programma elettorale e delle proposte per la città di Treviso che Visentin avanzerà in questi giorni.

La Regione Veneto, in collaborazione con l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) e la Federazione Cinema d’Essai, prosegue con l’iniziativa che permette di andare al cinema con soli tre euro, ogni martedì di maggio.

 

 

I cinema di Treviso propongono:

Multisala Corso, film “Loro” di Paolo Sorrentino, con orario: 17.30 – 20.30 – 22.00

Multisala Edera, film “The Happy Prince” di Rupert Everet, con orario: 17.40 – 20.20 – 22.10

I vigili del fuoco di Treviso sono intervenuti ieri in via Bressa, nei pressi del Ponte De Gasperi.

In quel punto, una grande pianta ha ceduto sotto il suo peso ed è collassata nel Sile.

La cosa è stata notata da una signora di passaggio che ha allertato il 115, facendo intervenire sul luogo una squadra dei vigili del fuoco con un’autogrù.

La grossa pianta è stata tagliata e recuperata.

Di seguito pubblichiamo la testimonianza di Davide Visentin, presidente del comitato Prima i Trevigiani, riguardo a un episodio accaduto ieri a Treviso.

Nella giornata di oggi ho avuto un’altra triste prova di quanto in basso sia caduto il livello della sicurezza in città.

Al gazebo della lista Mario Conte Sindaco, che si è tenuto oggi nei pressi di porta Santi Quaranta, si è avvicinato un nordafricano in evidente stato di ebrezza. Con la consueta arroganza e insistenza, ha chiesto più volte l’elemosina e in seguito al nostro rifiuto ha assunto atteggiamenti violenti, tentando di danneggiare il gazebo, strappare i manifesti e si è avvicinato in modo molto aggressivo alle donne che erano presenti (le candidate Anita Avoncelli, Natalia Mazzobel e Federica Merlo) ed una bambina.

Siamo stati costretti ad allontanarlo con la forza e abbiamo segnalato il fatto alle forze dell’ordine.

Mi chiedo: ma Manildo che propaganda la città più sicura, vive nella stessa città dove siamo residenti noi o da qualche altra parte?
STOP AI SOPRUSI!!!!!

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!