Home / Posts Tagged "Treviso"

Ecco cosa ci aspetta nei 100mila metri quadri del Festival trevigiano: dall’acqua gratuita all’enogastronomia e dalla giostra a forma di palla gigante che ti spara nel cielo allo stage coi treni rock e pop, quest’anno la Casa è ricca di novità!

 

 

I lavori in zona ex Dogana sono già entrati nel vivo, la Casa è in costruzione. È iniziato il countdown in vista di questa nona edizione di Home Festival, che dal 29 agosto al 2 settembre porterà a Treviso decine di migliaia di persone da tutta Europa. Dopo la definizione del cartellone musicale con circa duecento tra artisti e band, adesso è giunta l’ora di “entrare a casa”: l’arredamento di una superficie di centomila metri quadri ha impegnato la società che organizza l’evento per un intero anno.

 

E la porta principale è ancora una volta il magazine ufficiale di Home Festival, che torna per il quarto anno consecutivo. In stampa in queste ore cinquantamila copie, che cominceranno a vedersi nel Pop Up Store di Piazza Borsa a Treviso a breve; sarà anche possibile scaricarlo dal sito internet www.homefestival.eu. Dentro c’è il racconto di un evento che sarà indimenticabile, con le mappe per muoversi nell’area da un palco all’altro tra gli artisti che si esibiranno.

 

Nell’attesa di sfogliare il magazine, si svelano in anteprima alcuni degli elementi di novità progettati dal responsabile produzione di Home Entertainment Luca Boso sull’area del festival. La mappa dell’area è disponibile sul sito dell’evento e sarà distribuita durante i cinque giorni di musica dal vivo.
La novità più appariscente sarà l’Harley Davidson Ejection seat mobile”, una palla enorme con l’elastico che sparerà gli “Homies” più coraggiosi a 45 metri di altezza. Divertimento assicurato anche per chi ama le Jeep con la presenza di un’area pensata per i test drive su collinette artificiali e piattaforme inclinate. Sempre per divertirsi, quest’anno ci sarà il surf meccanico brandizzato Pittarello e la Eolo Relax Zone con Now TV e tornei online Xbox, senza dimenticare la rampa per gli skaters.
Ancora, avrà un enorme impatto la presenza del Trenitalia Stage, uno speciale stand dedicato all’intrattenimento, con giochi, musica e dj set. Qui potranno ammirare dal vivo i mock up in scala 1:1 dei nuovi treni Regionali Rock e Pop. E poi l’area Ca’ de Aperol Spritz coi suoi due enormi bar, e il Firestone Stage, che porterà colore e voglia di divertimento nell’area con un palco a forma di stazione di servizio.

 

Confermata la presenza della tenda circense, il Sun68 Stage, secondo palco della manifestazione dopo il main stage, e di un nuovo allestimento per il terzo palco, il New Era Stage. Andrea Buttignol, responsabile food and beverage dell’area, per questa edizione ha poi organizzato uno spazio dedicato al cibo e al sano bere senza precedenti, con cura delle tipicità locali, i food truck e un variegato ventaglio di proposte enogastronomiche. Alcune idee? Prosciutto di San Daniele, pizza, panini gourmet e carne alla griglia, ma non mancheranno anche gli intramontabili hot dog, gli hamburger, le piadine e gli appetizers. Inoltre cannoli siciliani, crepes, gelati, waffle per i palati dolci e soluzioni studiate ad hoc per vegani e vegetariani. Il truck americano customizzato Jack Daniel’s non è solo un bar ma anche area relax, giochi, e vero e proprio stage dove si alterneranno performance musicali a cui si potrà assistere sorseggiando un cocktail tra l’ampia selezione proposta, e prima di andare via, immancabile un saluto al corner di Home Rock Bar, il locale più rock e caratteristico d’Italia con i suoi barman distintivi e altamente professionali che tra l’altro sfamerà i lavoratori e gli artisti che ruotano attorno al festival con le speciali cucine del backstage curate dallo chef rock Daniele Cauduro.

 

Novità assoluta saranno le installazioni artistiche vincitrici del contest lanciato al Fuorisalone di Milano, e per chi ama vedere la “casa” dall’alto, la possibilità di salire in cielo nel Condominio Red Bull sopra la sala di regia del mixer o rilassarsi nell’area vip sulla Terrazza Aperol Spritz. Ma quest’anno per la prima volta a “Casa” ci sarà anche Levi’s, che porterà al festival il suo Taylor Shop, dove sarà possibile acquistare i capi dell’iconico brand e farli customizzare. Non solo: Levi’s vestirà con il suo stile il backstage trasformandolo in un salottino dove ci si potrà rilassare. Presente anche Easyjet.

 

Sarà, in definitiva, l’ennesima rivoluzione per un festival dentro al quale sarà possibile trovare bancarelle, spazi dedicati alle associazioni, punti di aggregazione sportiva e tutto quanto un mondo intero di arte, cultura, musica e divertimento da vivere ventiquattro ore al giorno grazie al Pam Home Garden che quest’anno sarà sempre più glamour: i primi mille ospiti “a casa” riceveranno un “survival kit” di Pam con tutto quello che serve per vivere il festival nel suo glamping.

 

D’altro canto, negli anni Home Festival si è sempre distinto per la propria capacità di valorizzare le eccellenze organizzative, imparando dai festival europei le migliori prassi su tutti i fronti. La sicurezza, ad esempio, è prioritaria con controlli agli ingressi e circuiti di videosorveglianza. Non solo: è di altissima professionalità anche l’ospedale da campo realizzato in collaborazione con le forze dell’ordine e i responsabili della salute pubblica dove, in caso di necessità, si possono realizzare i primi interventi.

 

Ma anche la comunicazione sarà uno dei baricentri dell’area. Lato innovazione, ecco la Power Station di Radio Deejay free wifi area con possibilità di ricaricare gratuitamente il cellulare. A ridosso del Clipper Main Stage sarà collocato, come lo scorso anno, il Red Bull Studio Mobile dove saranno realizzati video e interviste degli artisti presenti, oltre ad assistere a jam session e vere e proprie registrazioni live. Novità sarà poi l’Heineken Press Area, l’area riservata alla stampa, con un duplice spazio per interviste e zona lavoro dotata di tutto il necessario: ai giornalisti saranno messi a disposizione spazi dove saranno proposti panel, interviste e approfondimenti sull’evento.

 

Ma HF è pure l’unico evento in Italia dove si regala l’acqua da bere tramite un’apposita colonnina – la water station brandizzata Jack Daniel’s – per garantire l’idratazione a tutti. Confermato poi l’utilizzo dei token per accelerare le operazioni alle casse ed evitare le code con la moneta virtuale. Ancora, enorme attenzione è dedicata all’ecosostenibilità del festival grazie alla collaborazione con Contarina, che ha già premiato HF per la propria capacità di riciclare i rifiuti che inevitabilmente una manifestazione di questo genere produce.

 

Nonostante gli anni di esperienza, l’emozione di tornare a casa sarà comunque sempre forte. Per questo, anche quest’anno, il benvenuto agli Homies sul magazine annuale di arte e musica che racconta HF porta la firma del founder Amedeo Lombardi. Ecco alcuni passaggi della sua lettera, pubblicata all’inizio del magazine. L’inizio è col ricordo alla scorsa edizione:

“Siamo stati costretti ad annullare una data e ne è seguito un precipizio tremendo, nel quale tutto è stato messo in discussione anche e soprattutto il prosieguo di questa avventura. Tanti dubbi, tanti sacrifici e tanta sofferenza. Ma ad un anno da quel nubifragio adesso siamo più forti, pronti a vivere la nona edizione di Home Festival. Questa sarà un’edizione che darà il via ad un nuovo ciclo, che ci proietterà verso sfide e ambizioni illimitate nonostante gli ostacoli che avremo davanti. Non abbiamo paura, siamo pronti ad una sfida che vuole da sempre e per sempre cambiare il panorama dei festival in Italia”.

 

Torniamo sull’attacco che la settimana scorsa ha colpito il K3, la sede provinciale delle Lega di Treviso, dove l’esplosione di un ordigno e il ritrovamento di un secondo esplosivo hanno scatenato il panico

 

È sconvolgente quanto accaduto nei giorni scorsi, il movimento giovanile della Lega di Treviso esprime tutta la solidarietà alla Segreteria Provinciale e condanna l’attacco terroristico subito. È ineccepibile il pensiero di fare del male alle forze dell’ordine, le quali quotidianamente sono a servizio e a fianco la gente per proteggerli e aiutarli, di mettere una bomba per ferire o uccidere queste persone e chi come loro fa del bene, con lo scopo di infondere terrore tra la gente. Questo è il governo rivoluzionario, caratterizzato dal buon senso, da regole, dai fatti e dall’essere concretamente dalla parte dei cittadini; probabilmente questo modus operandi spaventa chi non è in linea con la democrazia e quando chi non è nel giusto si sente minacciato, risponde con la violenza. Un attentato alla democrazia, una violazione della libertà di migliaia di persone che credono in un ideale e appartengono orgogliosamente a un partito politico, devono essere seriamente puniti, perché i delinquenti e i violenti nel nostro Paese non potranno avere margini e ragione! Da sempre, la Lega guida i loro giovani con percorsi formativi e politici, esperienze di gruppo dove il dialogo e il confronto sono alla base di ogni cosa, per dare la possibilità ai ragazzi di capire come funziona il mondo che li circonda, le macchine amministrative, le scelte politiche e molto altro ancora, con il rispetto delle regole e delle gerarchie.

 

Sono elementi essenziali per far funzionare bene una società, provate solo a pensare che tragedia sarebbe un mondo ‘anarchico’ senza regole quindi, senza qualcuno che ti protegge, senza uno stato e tutti i servizi erogati; regnerebbe solo il caos, la distruzione, la violenza e probabilmente la follia. Non possiamo pensare che questo sia il nostro futuro, e che una società evoluta come la nostra si basi su questi pessimi principi, il Movimento dei Giovani Padani di Treviso combatterà questo scempio a fianco della Segreteria Provinciale della Lega con tutte le forze in essere. Sempre in maniera pacifica, ordinata, costruttiva, d’informazione e coinvolgimento e soprattutto con il concetto di Squadra, solo così si potranno continuare a fare grandi cose e deviare ogni malsana e pericolosa azione.

 

Ci auspichiamo inoltre maggiori controlli e pene più severe per coloro che non rispettano le regole e mettono a rischio la vita delle persone; per dimostrare che non ci fanno paura e non ci fermeranno, nei prossimi giorni faremo un direttivo provinciale dei giovani proprio al K3.
Unitamente, ai Senior della Liga Veneta, ci troveremo per discutere dei progetti della nuova stagione, delle azioni da intraprendere, della crescita del movimento e del coinvolgimento di nuovi giovani che hanno ideali, passione, idee, cuore e coraggio per migliorare continuamente il nostro Paese e far sì che fatti così ignobili non accadono più.

W la Democrazia, W la Libertà, W la Lega, W San Marco.

 

Movimento Giovani Padani di Treviso
Chiara Fraccaro Resp. Org. Veneto

Ci ha lasciati Flavio Bertocchi, docente da più di venti anni al Duca degli Abruzzi di Treviso.

Il professore, che insegnava Educazione fisica, viveva nel quartiere di Santa Bona. Era molto amato da studenti e colleghi.

 

La malattia che lo ha condotto alla morte gli era stata diagnosticata lo scorso anno; a nulla purtroppo è valso un intervento chirurgico che in un primo momento sembrava aver risolto il problema.

 

 

Fonte: TrevisoToday

Giovedì scorso è stato arrestato e processato per direttissima un gambiano di 33 anni, che vagava in mutande in via dall’Oro a Treviso.

 

Il giovane, che tentava di nascondersi dietro le auto in sosta, aveva i pantaloni abbassati e si è ribellato agli agenti della Polizia locale che gli avevano richiesto i documenti.

 

Dopo aver sferrato numerosi calci e pugni agli agenti, è stato bloccato con l’aiuto dello spray al peperoncino. Gli agenti sono stati costretti a ricorrere alle cure del Pronto soccorso.

 

Preoccupazione sparsa nel corpo della Polizia locale, che conta ben dodici agenti che hanno subito lesioni dall’inizio dell’anno.

 

 

Fonte: TrevisoToday

Zanoni (PD): “Con lo stop al Bando periferie a rischio 14 milioni per Treviso. Oltre i selfie e la propaganda, questi sono gli effetti reali del Governo a trazione leghista”

 

“Il rinvio del Bando periferie è una mazzata per Treviso. Ci sono interventi per quasi 14 milioni che saranno bloccati: impianti sportivi, piste ciclabili, parchi. L’approssimazione di questa maggioranza è davvero sconcertante, ecco l’occhio di riguardo per i territori”. Andrea Zanoni commenta lo stop fino al 2020 del Bando periferie, inserito con un emendamento al Decreto Milleproroghe approvato al Senato.

 

“Molti Comuni hanno già impegnato quelle risorse, finanziando e avviando progetti di riqualificazione. Spostare tutto di due anni significa paralizzare qualsiasi intervento, col rischio di provocare anche un danno erariale. Finché si tratta di farsi selfie e facile propaganda sulla pelle dei più deboli viene tutto facile, poi quando c’è da agire in concreto ecco i risultati, con un mix di arroganza e incompetenza. Mi auguro che alla Camera si rimedi a una stortura assurda. Zaia alzi la voce nei confronti dei parlamentari eletti in Veneto e lo stesso faccia il sindaco Conte con la numerosa pattuglia di deputati e senatori trevigiani. Non possono esserci due versioni della Lega, una che a Roma firma e taglia le risorse, una sul territorio che subisce in silenzio queste decisioni”.

L’Amministrazione comunale annuncia con soddisfazione che in data odierna sono stati sottoscritti gli atti propedeutici alla concessione dello stadio“O.Tenni“ alla ACD Treviso.

 

Tale concessione avrà a oggetto la riqualificazione, la rigenerazione e la gestione dello stadio comunale.

 

Il Sindaco Conte così commenta la firma: “Siamo davvero soddisfatti dell’intesa perfezionata con l’ACD Treviso in quanto potremo finalmente rivedere in una struttura sportiva, simbolo della Città, competizioni calcistiche di buon livello.

 

Avere una squadra di calcio cittadina che gioca al Tenni -continua il Sindaco- non significa solo consentire agli amanti del gioco del “pallone” di poter trascorrere la domenica allo stadio, ma significa dare grande visibilità al mondo dello sport nel suo complesso, attirando l’attenzione -si auspica- di tanti giovani e giovanissimi verso le attività motorie, con tutti i benefici per la loro crescita psicofisica.

 

Auguriamo tutti i migliori successi alla prima squadra che giocherà nel campionato di “Eccellenza”, con l’invito a far si che l’utilizzo dello stadio sia un ulteriore elemento per investire nei settori giovanili, coinvolgendo anche le molteplici realtà cittadine che da tempo ed egregiamente si occupano degli atleti trevigiani.”

 

Il Presidente ACD Treviso Luca Visentin dichiara “Concordo con il Sindaco, ringrazio per la fiducia e attendo tutti allo stadio”

POST TAGS:

Sono complessivamente 64.620 i cittadini trevigiani e bellunesi che si sono rivolti al Centro di assistenza fiscale della Cisl per compilare la dichiarazione dei redditi. In provincia di Treviso sono stati elaborati 49.722 modelli 730 nelle 15 sedi presenti nella Marca, 200 dichiarazioni in più rispetto all’anno precedente; nel bellunese i 730 compilati nelle 8 sedi provinciali sono stati 14.898, con un incremento di oltre 600 modelli (+4,5% sul 2017). Risultati importanti, che premiano le risorse messe in campo e gli investimenti fatti dalla Cisl in questi anni per migliorare il servizio, a partire dalle modalità di prenotazione. Oltre 18 mila, infatti, appuntamenti fissati con il sistema automatico tramite web o il numero telefonico unico per le prenotazioni. Ben 70 mila gli sms di promemoria degli appuntamenti inviati e 150 gli operatori al lavoro nelle 23 sedi del Caf trevigiano-bellunese.

 

“Siamo stati premiati dalle persone che si sono affidate al Caf della Cisl per la professionalità, l’efficienza e la velocità di accesso al servizio grazie alle prenotazioni on line e attraverso il numero unico – spiega Antonio Miotto, responsabile della struttura per Belluno e Treviso -, ma quest’anno ha fatto la differenza anche il nuovo orario di apertura delle sedi durante la campagna fiscale, che ha favorito i pensionati e i lavoratori dipendenti con orario continuato 8-20, aperture il sabato mattina nelle principali sedi della Marca e aperture anticipate alle 7 del mattino in provincia di Belluno. I contribuenti, pur avendo a disposizione il 730 precompilato, continuano a darci fiducia per la velocità nella elaborazione della pratica, per l’affidabilità del servizio anche in caso di contenzioso con l’Agenzia delle Entrate e per i costi contenuti. Quest’anno abbiamo anche incrementato il numero degli sportelli Caf all’interno delle aziende del territorio per essere ancora più vicini ai lavoratori. L’esperimento ha portato a ottimi risultati soprattutto nel bellunese, con presìdi fissi del Caf in una decina di aziende. Ringrazio tutti i collaboratori per l’attività svolta e gli ottimi risultati quest’anno”.

 

Risultati a cui si sommano le performance riguardanti il numero di persone che si sono rivolte al Caf per un supporto qualificato nella presentazione delle dichiarazioni di successione: a Treviso sono aumentate del 15% rispetto al 2017; nel Bellunese del 30%. In entrambe le province quest’anno si registra inoltre un 5% in più di famiglie che usufruiscono del servizio dedicato alla gestione di tutte le pratiche riguardanti le colf e le badanti (assunzione, licenziamenti, buste paga, contributi Inps e consulenza fiscale e contrattuale).

 

Chiusa la campagna fiscale, il Caf Cisl Belluno Treviso si sta già organizzando per l’attività che nei prossimi mesi coinvolgerà altre migliaia di cittadini: la compilazione dei modelli Isee collegati alle iscrizioni alle Università e i modelli Red, le dichiarazioni che i pensionati sono tenuti a presentare nel caso in cui fruiscano di prestazioni collegate al reddito. Anche per queste prestazioni, è attivo il numero telefonico unico per le prenotazioni 0422 1660661.

Ieri notte a Treviso, nei giardini di Porta Fra Giocondo, due passanti hanno visto un giovane a terra ferito e con un coltello piantato in gola.

Chiamati immediatamente i soccorsi, il giovane, un diciottenne di Castelfranco, è stato trasportato al Ca’ Foncello, dove è stato sottoposto a immediata operazione. Ora è ricoverato in gravi condizioni.

Il ferito ha fatto capire che era stato aggredito da tre sconosciuti. La Polizia ha avviato le indagini del caso.

 

Fonte: Il Gazzettino

Per lavori di sistemazione urbana, il Comune di Treviso avvisa i cittadini circa le modifiche alla viabilità nel periodo compreso tra il 6 e il 10 agosto:

 

– per sistemazione porfido, Piazza Duomo (area intersezione con Viale Cesare Battisti) sarà temporaneamente chiusa al traffico veicolare di via Riccati. L’accesso ai frontisti è consentito a doppio senso di circolazione da via Canova (ordinanza n. 440/18)

– per asfaltatura, si rendono necessari alcuni provvedimenti temporanei di viabilità di viale F.lli Bandiera (tratto dal sottopasso cavalcavia stazione al semaforo di via Reggimento Italia libera), via Ottavi e strada Feltrina.

– per la realizzazione del percorso messa in sicurezza casa-scuola, anche via Rota potrà subire delle modifiche

– per la realizzazione del marciapiede in strada Noalese (fronte Chiesa San Giuseppe) potranno esserci delle variazioni alla mobilità.

La Provincia di Treviso è una delle più calde d’Italia. In città si bolle e sono previsti nei prossimi giorni temperature massime vicino ai 40° C.

 

Sono stati decine i casi di malessere riscontrati a Treviso per i colpi di calore e il Comune ha varato un piano contro il caldo rivolto principalmente agli anziani, che sono i più esposti perché non sentono lo stimolo della sete.

Fondamentale per tutti è bere acqua e ripararsi nelle ore più calde della giornata.

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni