Home / Posts Tagged "raccolta fondi"

A quasi un mese dal Social Day dello scorso 14 aprile, una giornata simbolo dell’impegno civile e della solidarietà celebrato in tutta Italia, il prossimo 15 maggio segue un’ulteriore tappa significativa di questo percorso di cittadinanza attiva.

 

Nel corso del Social Day a Mogliano Veneto sono stati raccolti complessivamente 3.224 euro a cura delle scuole Olme, Vespucci, Dante, Collodi, Piranesi, Frank e delle associazioni Il Castello, Il Pesco e GAS.
Martedì 15 maggio alle ore 18.00, all’Auditorium G. Scala della Scuola Media M. Hack, in via Roma 84, si svolgerà un incontro in cui, a nome di tutti i partecipanti, si verserà la somma a NATs Treviso per i progetti contro lo sfruttamento minorile.

 

La scuola secondaria di via Roma ha curato la raccolta alimentare con la Leva Civile, molte altre associazioni hanno organizzato laboratori e intrattenimenti vari.
Questi fondi sono stati raccolti il giorno del Social Day grazie alle attività degli studenti delle scuole cittadine e delle associazioni del volontariato. Fianco a fianco, attraverso la vendita di oggetti autoprodotti, hanno contribuito a finanziare progetti a sostegno dei diritti dei minori in Sud America. Parte attiva ha avuto il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Mogliano, che ha aderito al Social Day dal 2011, con il supporto dell’Amministrazione comunale, coinvolgendo alunni, insegnanti, genitori e associazioni del territorio nella raccolta di fondi.

 

“Siamo davvero ben felici di ospitare questo incontro-testimonianza del 15 maggio – commenta il Sindaco, Carola Arena – che si inserisce in un quadro ampio di cittadinanza attiva in cui i protagonisti sono gli studenti delle nostre scuole e, in prima linea, il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi di Mogliano. Un modo concreto per i nostri ragazzi per toccare con mano ciò che con la solidarietà è possibile conseguire e per entrare in contatto diretto con realtà che spesso sono vissute come molto lontane da noi”.

 

Questo incontro, grazie alla collaborazione con NATs per…Onlus, è infatti anche l’occasione per accogliere una delegazione NATs dalla Colombia, un’opportunità per riflettere, a partire dalla conoscenza di una situazione particolare, su temi importanti come i diritti dei minori, la partecipazione,  la cittadinanza attiva, il senso del Social Day e della solidarietà.
Saranno presenti Damian Alejandro Gomez Castaňo, educatore ventunenne dell’associazione Creciendo Unidos, e Camilo Andres Quintero Quintero, giovanissimo ragazzo lavoratore che vive nel municipio di Sardinata, zona interessata dal conflitto armato al confine con il Venezuela.

 

Questo incontro-testimonianza è legato alle attività del progetto “Desplazamiento No Mas-Colombia”.
“Quale modo migliore, quello di una testimonianza diretta, per i ragazzi del CCR e tutti gli studenti delle nostre scuole di entrare in relazione con realtà dove si combatte per uno stato civile in cui siano garantiti i diritti all’infanzia, per comprendere l’importanza dei diritti dei ragazzi, della solidarietà, di quello che può essere il contributo di ciascuno nel combattere e limitare le ingiustizie e le disuguaglianze?”, evidenzia Daniele Ceschin, Assessore alla Politiche Educative.

NATs per…Onlus è un’associazione di volontariato, nata a Treviso, che dal 2000 sostiene i movimenti NATs (Niňos, Niňas y Adolescentes Trabajadores – movimenti di bambini e adolescenti lavoratori organizzati), organizzazioni autogestite dai minori che le compongono e nate in Sud America a partire dagli anni Settanta. I NATs promuovono la conoscenza dei diritti dei minori e il loro riconoscimento, in particolare combattono ogni forma di sfruttamento rivendicando il diritto ad un lavoro degno. NATs per… sostiene vari progetti di cooperazione internazionale in Sud America, indirizzati a contrastare le condizioni di vulnerabilità vissute dai minori e ha definito, nel tempo, una proposta formativa per promuovere nel territorio l’idea del protagonismo e del lavoro minorile in una logica educativa e di crescita.

“Beneficiamo Bellezza” è l’iniziativa promossa dal salone moglianese di parrucchieri “3 Esse” di Stefania Tosato.

L’iniziativa intendeva promuovere una raccolta di fondi per l’acquisto di un casco salva capelli per le donne sottoposte a cure chemioterapiche.

Nel pomeriggio di domenica 15 aprile, nel teatro del Collegio Astori, è stata consegnata la cospicua somma raccolta alla Lilt di Treviso, che potrà così acquistare un casco salva cappelli.

Fonte: OggiTreviso

Palloni, reti e tanto divertimento per una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà: oltre 350 giocatori, dai 5 ai 10 anni, delle società calcistiche del territorio, si sono sfidati ieri mattina in piazza Ferretto, in occasione di “Sì AMO il calcio”, la manifestazione organizzata per celebrare il 120. anniversario della Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che era stata rinviata per il maltempo il 18 marzo scorso, promossa in collaborazione con il Comune di Venezia.

 

Negli appositi mini campi allestiti, i giovani calciatori si sono confrontati con partite da 3 contro 3, e nelle prove di abilità tecnica, in cui hanno potuto dimostrare la loro destrezza col pallone tra i piedi. A tutti è stato regalato, come ricordo, un cappellino della Nazionale di calcio.

 

“Un momento di sport e di festa – ha commentato il presidente della Commissione consiliare Sport, Matteo Senno, che ha partecipato all’iniziativa in rappresentanza dell’Amministrazione comunale. In queste occasioni si impara a stare insieme, lo spirito di squadra e a condividere i valori dell’amicizia e della collaborazione”.

 

Nel corso della manifestazione si è tenuta una raccolta fondi promossa dalla fondazione “Insieme contro il cancro”, in cui sono stati distribuiti palloni da calcio celebrativi dell’evento in cambio di un contributo a sostegno della realizzazione di studi e progetti di ricerca clinica volti alla miglior tutela del paziente oncologico.

 

Nell’area “Fun” è stata inoltre ospitata l’esposizione dei 10 disegni finalisti del concorso “Il calcio e la storia della tua città” aperto ai bambini delle elementari. Gli elaborati sono stati votati dai partecipanti alla manifestazione: ai cinque piccoli artisti più apprezzati è stato regalato un kit da gioco della Nazionale e agli altri 5 un pallone da calcio.

Si terrà domenica 8 aprile, dalle ore 10.30 alle 12.30, in piazza Ferretto, “SiAMO il calcio”, la manifestazione di sport e solidarietà per celebrare il 120 anniversario della Figc, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che era stata rinviata per il maltempo il 18 marzo scorso. All’evento, promosso a Mestre in collaborazione col Comune di Venezia, prenderanno parte i migliori 300 giocatori, dai 5 ai 10 anni, delle società calcistiche della nostra provincia.

 

Saranno allestiti 4 mini campi da gioco (per partite da 3 contro 3), nonché due aree tecniche, in cui i ragazzi potranno dimostrare la loro abilità con il pallone tra i piedi.

 

Nell’area “Fun” sarà inoltre ospitata l’esposizione dei 10 disegni finalisti del concorso “Il calcio e la storia della tua città”, aperto ai bambini delle elementari. Gli elaborati saranno votati dai partecipanti alla manifestazione: ai cinque piccoli artisti più apprezzati verrà regalato un kit da gioco della Nazionale e agli altri 5 un pallone da calcio.

 

Nel corso della manifestazione si terrà una raccolta fondi promossa dalla fondazione “Insieme contro il cancro”, che distribuirà in piazza palloni da calcio celebrativi dell’evento in cambio di un contributo a sostegno della realizzazione di studi e progetti di ricerca clinica volti alla miglior tutela del paziente oncologico.

Sabato 17 marzo, alle ore 20, a Villa Braida si terrà una cena di gala e di intrattenimento dall’esplicito titolo “ConFido in Voi”. Costo della cena 45 euro.

“La serata – informa Marika Fratter, promotrice dell’evento –  è dedicata alla raccolta fondi da devolvere ai nostri amici a quattro zampe, che non parlano la nostra lingua, ma comprendono il nostro cuore.”

“La cena è stata organizzata dalle volontarie di alcuni canili della zona. Sono diversi i rifugi che intendiamo aiutare con questa raccolta di fondi. […] Ci sono due menù, uno vegano e uno di pesce. Durante la serata, intrattenimenti e musica dal vivo.”

Per informazioni e prenotazioni telefonare al 347 5225579.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!