Home / Posts Tagged "proroga"

Una mostra epocale in uno splendido Palazzo gotico che racconta con reperti unici e suggestive ricostruzioni i lati oscuri della storia di Venezia attraverso il tema della giustizia, sfatando miti e anti-miti di una delle realtà storiche più longeve nel panorama europeo e per molti aspetti all’avanguardia.

 

Il percorso espositivo è suddiviso in quattro sezioni: l’indagine e la tortura, i carceri e i carcerati, le esecuzioni capitali, l’inquisizione tra miti e leggende.

 

Le trentasei sale espositive offrono l’opportunità di visionare centinaia di strumenti di tortura e di morte, decine di quadri, vestiti d’epoca e libri antichi, il tutto esposto al mondo per la prima volta e proveniente da biblioteche, musei e collezioni private italiane e straniere.

 

La mostra si tiene a Palazzo Zaguri, in Campo San Maurizio, Venezia, ed è aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 21.00 (ultimo ingresso).

Di seguito diffondiamo il comunicato sindacale unitario della proclamazione di proroga dello sciopero dei lavoratori turnisti Vinyloop, sin alle ore 6.00 del 25 maggio p.v.

 

Indegno spettacolo quello offerto dalla direzione aziendale della Vinyloop sino ad oggi. Nonostante la promessa che entro la metà di maggio il consiglio di amministrazione della società avrebbe deciso il destino dell’attività produttiva, ad oggi i lavoratori della Vinyloop non hanno ancora ricevuto alcuna notizia dalla direzione aziendale.

 

Ormai non vi sono più aggettivi per qualificare il comportamento del management societario e della proprietà, la multinazionale Ineos e Serge Ferrari. Proprietari che si sono negati alle richieste di incontro sindacali e istituzionali. Questo atteggiamento irresponsabile costringe ancora una volta i lavoratori a proseguire lo sciopero intrapreso per salvaguardare il proprio lavoro.

 

A far luce in tutta questa vicenda è forse la storia di Ineos nel nostro Paese. Di questa multinazionale, tristemente famosa per avere portato la Vinyls, società produttrice di VCM, PVC e PVC compound al collasso e alla conseguente successiva chiusura. Vinyls nota per la vicenda dell’isola dell’Asinara, l’isola dei cassintegrati.

 

 

Ma imbarazzante risulta anche la posizione di Serge Ferrari, del proprietario di minoranza della Vinyloop, produttore di teloni in PVC e fibre in poliestere. Imprenditore che ha costruito la propria immagine, di responsabilità sociale ed ambientale grazie anche all’attività di recupero e di riciclo del PVC nell’impianto di Ferrara. Immagine che Ferrari continua a pubblicizzare sul proprio sito on-line, nonostante l’impianto sia completamente fermo da almeno 1 mese e che la parte impiantistica Texyloop della lavorazione dei teloni di Ferrari non produca alcun materiale riciclato da oltre sette mesi. Serge Ferrari dunque millanta questa attività oppure in quale impianto e in quale luogo ricicla il PVC prodotto?

 

È evidente dal sito internet che la tecnologia utilizzata esiste solamente nel sito di Ferrara, quindi questa pubblicità quali interessi economici determina? L’affare Vinyloop appare sempre più intricato, crocevia di interessi economici e di scelte industriali e manageriali mancate che si ripercuotono sui lavoratori e le loro famiglie.

 

Le OO.SS. e la RSU Vinyloop proclamano pertanto la proroga dello sciopero dei lavoratori turnisti sino alle ore 6.00 del 25 maggio p.v.

Venerdì mattina, il giudice civile ha respinto la richiesta di proroga presentata dalla proprietà di Coin Excelsior Venezia, relativa allo sfratto dell’attività al termine del contratto di affitto. La Proprietà aveva provato a chiedere un prolungamento di almeno sei mesi.

 

Lo storico negozio di Venezia si vede costretto a chiudere a causa dell’esorbitante richiesta economica di rinnovo del canone di locazione. Ora l’incubo del licenziamento collettivo si fa sempre più reale: sono circa novanta i lavoratori occupati presso l’ormai ex magazzino del lusso di Venezia in pieno centro storico. La procedura è già stata avviata per i 30 dipendenti Coin, a cui si aggiungono quelli dei vari corner, in tutto 94 lavoratori.

 

Oggi ci sarà un incontro in Regione a cui parteciperà anche l’assessore comunale Boraso, nella speranza che emergano proposte concrete per risolvere questa dannosa situazione.

 

Fonte: VeneziaToday

“È una scelta significativa e importante aver stabilizzato anche quest’anno l’esenzione dal bollo auto degli automezzi delle associazioni di volontariato che trasportano anziani e disabili. Il Veneto ha introdotto dal 2015 questa norma di civiltà per aiutare chi aiuta in un settore particolarmente delicato e nevralgico del welfare di comunità”, dichiara l’assessore al Sociale, Manuela Lanzarin, salutando con soddisfazione il voto unanime espresso dal Consiglio regionale del Veneto sulla legge che proroga per un altro anno l’agevolazione introdotta con la legge finanziaria 2015.

 

Sono oltre 300 i veicoli degli organismi di volontariato dedicati in Veneto ai servizi di trasporto sociale
che si sono avvantaggiati sinora dell’agevolazione regionale. “L’intervento legislativo, resosi necessario per dare stabilità e certezza all’agevolazione – commenta l’assessore, tra i primi firmatari dell’iniziativa legislativa – fa chiarezza sui dubbi sorti quest’anno nell’applicazione della legge di stabilità e nelle coperture finanziarie. Questa legge fa definitivamente chiarezza e assicura le risorse finanziarie per coprire i mancati introiti. E rappresenta un impegno della Giunta, che ha trovato la condivisione di tutte le forze politiche, per un intervento ulteriore che renda definitiva l’esenzione dal bollo per le Onlus nonchè per le associazioni di promozione sociale che svolgono un servizio di trasporto socialmente utile, sussidiario e complementare alla rete dei trasporti pubblici sociosanitari”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni