Home / Posts Tagged "nigeriani"

La retata fatta dalla Polizia nelle vie adiacenti la stazione di Mestre e via Piave ha portato alla luce alcuni fatti eclatanti.

 

Prima notizia la droga, tra cui la famosa eroina della morte, che ha ucciso ben 11 persone, e che veniva lavorata nella Ex Caserma Serena di Treviso e in tre appartamenti a Mestre.

 

Seconda notizia, la banda era formata tutta da nigeriani richiedenti asilo. Il guadagno era di 300mila euro al mese e il cassiere era un parrucchiere di via Monte San Michele.

 

Terza notizia, arrestate 128 persone. I guadagni venivano trasferiti in Nigeria con aerei in partenza dal Marco Polo. Il boss è sfuggito alla retata rifugiandosi in Francia. L’operazione di Polizia ha portato alla luce altre irregolarità durante i controlli in molte attività commerciali della zona e l’Asl ha sequestrato mezzo quintale di prodotti avariati tra carne, frutta, pasta e dolci; chiuse 4 attività commerciali.

 

Quarta notizie, fondamentale, i residenti stanno facendo festa per le strade del Quartiere Piave, finalmente libero da spacciatori e tossicodipendenti, mentre la Polizia sta presidiando le vie del quartiere con camionette, uomini armati e cani poliziotto.

 

Fonte: La Nuova Venezia

Continuano con grande intensità le attività di contrasto allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti in tutte le aree sensibili di Mestre, da parte del corpo di Polizia locale.

Negli ultimi giorni il Servizio sicurezza urbana è intervenuto ripetutamente con tutte le sue articolazioni (Nucleo operativo, Unità antidegrado e Unità cinofile) sequestrando circa un chilo di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e marijuana.

 

Complessivamente sono stati effettuati circa una ventina di rinvenimenti tra il parco Albanese e il rione Piave: la sostanza è stata rinvenuta sotterrata, all’interno di lattine e di pacchetti di sigarette, dei cestini delle immondizie, sugli alberi, in mezzo alle siepi.

Due spacciatori nigeriani di 25 anni sono stati inoltre colti in flagranza di spaccio e denunciati all’Autorità giudiziaria. Tre loro clienti, rispettivamente una signora italiana di 45 anni, un cittadino del Bangladesh di 25 anni e un ragazzo italiano di 25 anni, tutti residenti a Mestre, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti.

 

Nell’anno in corso sono già stati abbondantemente superati i 4 chili di sostanze stupefacenti rinvenute e sequestrate.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni