Home / Posts Tagged "Marghera"

Arrestati a Marghera cinque spacciatori: spacciavano tra i capannoni abbandonati del Petrolchimico.

Finalmente i carabinieri di Mestre li hanno individuati e arrestati. Si tratta di cinque magrebini che non mostravano il loro viso neppure ai clienti.

L’operazione portata a termine dai Carabinieri – denomitata “Factory” – si è conclusa con l’espulsione dalla Provincia di Venezia dei cinque spacciatori di eroina.

Il guadagno mensile dei cinque è stimato in circa 10 mila euro.

Con questa operazione si spera di aver fermato almeno in parte la lunga serie di morti da eroina verificatasi a Mestre e che ha visto il decesso di 14 persone nel periodo 14 aprile 2017 14 aprile 2018.

Alle ore 15 circa di sabato 21 aprile, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Cesare Beccaria a Marghera per un incidente tra due auto di cui una si è capovolta: sei feriti. I pompieri intervenuti da Mestre hanno messo in sicurezza i mezzi e collaborato insieme con il personale del Suem 118, al soccorso dei cinque occupanti la Fiat Uno: tre adulti e due bambini, che nello scontro si è cappottata e del conducente della Lancia Y. Tutti i feriti in maniera non grave sono stati portati in ospedale per ulteriori accertamenti. Sul posto le forze dell’ordine per ricostruire la dinamica del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa un’ora e mezza.

L’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, e il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, sono intervenuti ieri mattina, mercoledì 18 aprile, al Teatro Aurora di Marghera alla cerimonia di premiazione del concorso Play Energy per l’anno scolastico 2016-2017, indetto da Enel, per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado delle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna. In gara più di 1000 progetti per la produzione di energia pulita, risparmio energetico, fonti di energia rinnovabile, mezzi di trasporto ecologici.

 

L’assessore Venturini, salutando i ragazzi e dando loro il benvenuto a Venezia e in particolar modo a Marghera, ha ricordato che Marghera è stato uno dei primi insediamenti produttivi del Paese: “La scelta di questa location da parte di Enel non è casuale – ha precisato Venturini – poiché quest’anno ricordiamo i 100 anni dalla fondazione di Porto Marghera ed Enel è stata uno dei motori di questo sviluppo, come lo è ancora oggi. Vi invito inoltre a prestare molta attenzione alle collaborazioni con aziende importanti come Enel perché così è possibile conoscere direttamente come si producono le cose e, in questo caso, l’energia elettrica”.

 

Dopo le premiazioni, i 200 ragazzi provenienti dalle dieci scuole premiate hanno visitato la mostra “Industriae” sui 100 anni di Porto Marghera al Parco scientifico tecnologico Vega.

Due giorni, due Hangar. Il sabato sera la festa.
La fiera, giunta alla sesta edizione, aprirà al pubblico nella storica e suggestiva location del centro sociale Rivolta a Marghera, sabato 22 alle ore 15.

 

Una cinquantina tra i migliori espositori italiani (qualcuno giunto anche dall’estero per l’occasione) riempiranno gli oltre 300 metri lineari di banchi in due diversi hangar, dando spazio a tanti generi musicali in tutti i formati (33/45 giri, mix, CD, DVD, tapes).

 

Per la prima volta in Italia, il pubblico potrà trovare il banco di Discogs: parlerà del suo lavoro e proporrà il suo merchandising.
Lo sfondo musicale per l’intera durata della fiera sarà a firma del collettivo “The Obscure Music Club“, resident DJs dell’evento.
Alle 22 di sabato la fiera chiuderà i battenti e la location si trasformerà in “VENYL NIGHT” con due ospiti di altissimo calibro: dapprima Bassi Maestro (ALL 45s VINYL DJ SET SOUL/FUNK/BREAKS/HIP HOP/CLASSICS) e, dalle 00:00, DJ Delta Campione italiano 2016 “Red Bull Thre3style”.

Ospite domenica dalle 18 alle 19:30 sarà Marco Furio Forieri (ex Pitura Freska – frontman Ska-J Venice Ska Jazz) che, con una ricca selezione di vinili, intratterrà il pubblico con le migliori musiche africane.

 

Informazioni utili:
L’evento si terrà presso il centro sociale Rivolta a Marghera (VE) in via Fratelli Bandiera 45.
ORARIO FIERA: sabato dalle 15 alle 22 – domenica dalle 10 alle 20
ORARIO VENYL NIGHT: sabato dalle 22
Ingresso: 3 € a giornata (gratuito per i bambini fino a 12 anni)
Tutte le informazioni aggiornate sono reperibili nella pagina ufficiale dell’evento.

Sempre più controlli a Mestre e Marghera: attività commerciali e esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sono sotto continua osservazione da parte della Polizia Locale, Nucleo Polizia Commercio Città di Terraferma, e dell’Azienda ULSS 3 Serenissima, che durante la scorsa notte hanno controllato 4 attività riscontrando violazioni sia amministrative che sanitarie.

 

Nello specifico si è intervenuti nell’attività artigiana di pizzeria per asporto di via Stefani, a Marghera, dove è stata riscontrata una grave carenza igienico – sanitaria. Inoltre sono state accertate la mancata esposizione al pubblico degli orari di apertura e chiusura dell’esercizio (sanzione da 1.032 euro) e la vendita di prodotti del settore alimentare non di produzione propria (bibite confezionate), senza aver presentato la prescritta SCIA al Comune di Venezia (sanzione € 5.000 euro). Situazione ancor più grave quella invece riscontrata in un’altra attività artigiana di pizzeria per asporto sempre in via Stefani a Marghera dove le gravi carenze igienico – sanitarie hanno portato alla chiusura del locale fino al ripristino delle condizioni idonee per lo svolgimento regolare dell’attività. Anche in questo caso è stata accertata la mancata esposizione al pubblico degli orari di apertura e chiusura dell’esercizio. Entrambe le attività sono gestite da cittadini di nazionalità bengalese.

 

Per quanto riguarda Mestre, la Polizia Locale, assieme agli operatori dell’ULSS 3, è intervenuta nel pubblico esercizio di via Piave, gestito da un italiano, dove non sono state riscontrate carenze igienico – sanitarie, ma dove mancava l’esposizione dei prezzi delle consumazioni in modo chiaro ben leggibile e visibile al pubblico anche dall’esterno (diffida per violazione della LR 29/2007) e dove è stata riscontrata l’occupazione di suolo pubblico (marciapiede) con tavolo e sedie priva di autorizzazione (sanzione che sarà erogata dal Servizio tributi). Nel pubblico esercizio di via Gagliardi, a gestione cinese, oltre a carenze igienico – sanitarie, sono state accertate la mancata esposizione nel locale un cartello indicante il divieto di fumare; il locale è stato sottoposto a diffida per violazione della Legge 584/75 e, anche in questo caso, la mancata esposizione dei prezzi delle consumazioni (diffida per violazione LR 29/2007).

 

Quattro sopralluoghi si sono andati a sommare ad altri tre compiuti la settimana scorsa sempre dal Nucleo Polizia Commercio Città di terraferma, unitamente a personale dell’Azienda ULSS 3 Serenissima. Nello specifico sono stati controllati in via Verdi a Mestre il pubblico esercizio, a gestione italiana, dove sono state rilevate carenze igienico – sanitarie ed è stata accertata la mancata esposizione dei prezzi delle consumazioni, venendo quindi quindi sottoposto a diffida. In seguito si è passati al ristorante indiano dove, oltre ad essere state riscontrate carenze igienico – sanitarie ed essere stata accertata la mancata esposizione dei prezzi delle consumazioni (diffida per violazione LR 29/2007), non era ben visibile all’utenza l’orario di apertura e chiusura (diffida per violazione LR 29/2007). Infine ci si è spostati alla pizzeria d’asporto gestita da italiani dove  sono state riscontrate carenze igienico – sanitarie sanabili e non sono state accertate violazioni amministrative.

 

Secondo la norma voluta espressamente dal Consiglio comunale, nei casi in cui gli esercizi o attività siano state diffidate, non vi è alcuna sanzione pecuniaria immediata. Questo perché, se si tratta della prima volta, l’Amministrazione non vuole apparire vessatoria ma viene data al gestore dell’esercizio la facoltà di mettersi in regola, con l’impegno a non trasgredire ulteriormente.

Ieri sera, intorno alle 23, nell’ambito dei servizi mirati al controllo dell’aumento primaverile di traffico su due ruote, una pattuglia automontata del Reparto Motorizzato del Servizio Sicurezza stradale ha proceduto al controllo di un ciclomotorista in transito in via Fratelli Bandiera, a Marghera.

 

Il giovane, un diciassettenne ucraino residente nei pressi, non aveva mai conseguito la patente. Inoltre il mezzo su cui viaggiava, la cui revisione era scaduta nel giugno dello scorso anno, era completamente sprovvisto di copertura assicurativa.

 

Le violazioni sono state contestate alla madre del minorenne, giunta sul posto, alla quale, come proprietaria del veicolo, è stata anche contestata la specifica violazione di incauto affidamento di veicolo a persona senza patente. Le sanzioni previste prevedono il pagamento di un importo compreso tra un minimo di 4.484 e un massimo di 6.407 euro.

 

Il ciclomotore, la cui carta di circolazione è stata trattenuta dagli accertatori, è stato sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione ed è stato affidato a una depositeria in quanto contemporaneamente sottoposto, per tre mesi, a fermo amministrativo.

Prevenire gli incidenti stradali dovuti all’eccesso di velocità e garantire sempre maggior sicurezza agli automobilisti in transito sulle strade provinciali: questi i motivi che hanno spinto la Città metropolitana di Venezia a procedere all’installazione di due nuovi dispositivi autovelox lungo la Strada Provinciale n. 81 al km 3+641 in Comune di Spinea, nel tratto denominato via Costituzione ai piedi del cavalcaferrovia sulla linea Venezia-Padova compreso tra via Fornase e via Ferrovia e lungo la Strada Provinciale n. 32 al km 9+105 in Comune di Mirano nel tratto denominato via Cavin di Sala della zona commerciale compresa tra via Galilei e via Varotara.

I dispositivi saranno attivi dalle ore 13.00 del prossimo 17 aprile 2018. L’installazione è stata decisa dalla Città Metropolitana di Venezia, su autorizzazione della Prefettura e sentiti gli enti locali, dopo un attento monitoraggio e analisi delle velocità dei veicoli in transito lungo le due arterie stradali in seguito ai nuovi limiti di velocità istituiti a gennaio 2018.

Il dispositivo posto lungo la SP81 in Comune di Spinea controllerà i veicoli provenienti da Mirano-Spinea in direzione Marghera-Venezia, mentre quello installato lungo la SP32 in Comune di Mirano controllerà i veicoli in entrambe le direzioni. In entrambi i casi occorrerà rispettare il limite di velocità di 70 km/h.

Le apparecchiature, installate su apposito sostegno e munite di sistema antivandalico, rileveranno le targhe dei veicoli trasgressori attraverso strumenti che verranno tarati e verificati nella loro corretta funzionalità, come previsto dalla nuova normativa in materia.

I dispositivi autovelox perseguono l’obiettivo di garantire un’efficace azione preventiva di contrasto al fenomeno dell’incidentalità legato agli eccessi di velocità. Sia la S.P. n. 32 che la S.P. n. 81 sono state, infatti, teatro di alcuni gravi incidenti, nel giugno del 2014 e nel gennaio del 2016, in cui hanno perso la vita anche due giovani, tra cui un minorenne.

Le due strade in questione, nel corso del 2017, sono state oggetto di interventi di miglioramento per quanto riguarda la sicurezza stradale con il potenziamento della segnaletica, l’installazione di nuove barriere di sicurezza stradali e di guard-rail. Come previsto dal Codice della Strada, i proventi derivanti dall’accertamento della violazione dei limiti di velocità saranno interamente destinati al finanziamento di interventi per la sicurezza stradale delle strade di competenza della Città Metropolitana di Venezia.

 

Con l’attivazione dei due autovelox si completa anche la prima fase di attuazione del Progetto “Strade Sicure”, che ha portato all’installazione di altri dispositivi di rilevazione della velocità già attivi in Comune di Venezia, San Stino di Livenza e Quarto d’Altino.

La Giunta comunale, su proposta della vicesindaco, Luciana Colle, di concerto con l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini, ha approvato gli indirizzi per la stipula di un contratto di comodato gratuito per tre anni dell’immobile di proprietà comunale sito in via Beccaria a Marghera, all’associazione Volontari del Fanciullo ONLUS all’interno del Progetto Casa Nazareth.

 

“La Giunta comunale – commenta Venturini – ha deciso di concedere un importante spazio in via Beccaria a Marghera all’associazione Casa Nazareth di Venezia, una realtà che a Spinea e Chirignago già svolge un importante servizio per i bambini, creando degli spazi di serenità e armonia durante i pomeriggi nei doposcuola o verso l’ora di cena. Grazie all’impegno di tanti volontari, in collaborazione con i servizi sociali comunali, i bambini possono trascorrere dei momenti di condivisione e di gioco in un contesto straordinario. Per questo motivo abbiamo ritenuto di predisporre un protocollo di collaborazione sulla base del quale, nello spazio di via Beccaria, verranno ospitati una decina di bambini ogni pomeriggio per attività di doposcuola, gioco e divertimento, i quali troveranno una dimensione domestica serena che possa aiutarli nella crescita.”

 

“L’Amministrazione comunale – commenta la vicesindaco Colle – è sempre pronta a recuperare tutti gli spazi disponibili e poterli destinare ad attività sociali: un impegno che stiamo portando avanti con l’obiettivo di essere sempre vicini alle persone che vivono momenti di difficoltà e per esprimere, con gesti concreti, il nostro plauso a tutte le associazioni di volontariato che si impegnano per dare sostegno ai più bisognosi che meritano di avere l’adeguato rilievo sul nostro territorio.”

 

 

Nello specifico, il progetto dell’associazione Volontari del Fanciullo ONLUS progetto “Casa Nazareth” si pone come obiettivo quello di sostenere quei minori che soffrono di solitudine, isolamento, abbandono, carenze psico-affettive, o che vivono in situazioni familiari conflittuali. Spesso tali difficoltà bloccano le potenzialità evolutive sia del minore che della famiglia di appartenenza. L’associazione Volontari del Fanciullo con il progetto Casa Nazareth svolge, gratuitamente, un ruolo di intervento diretto nei confronti di bambini e ragazzi, avvalendosi di volontari che hanno avuto una accurata formazione in ambito umano e psicopedagogico.

 

Il progetto inizierà a maggio 2018 con l’accoglienza pomeridiana (per 5 pomeriggi a settimana dal lunedì al venerdì, con eventuali attività nei weekend quando programmate) di circa 10 bambini in età compresa tra i 3 e gli 8 anni.

 

“Ringrazio il Comune di Venezia – commenta la presidente dell’associazione Volontari del Fanciullo Baldan Nadi – perché si è dimostrato sensibile ai problemi dell’infanzia. Questa nuova Casa Nazareth permetterà alla nostra associazione di offrire il suo servizio anche ai bambini del territorio di Marghera. Saremo così felici di poter aiutare un numero maggiore di bambini, viste le numerose richieste”.

Stamane, in via Righi a Marghera, è successo un incidente mortale sul lavoro.

 

A perdere la vita è stato Mario Zuglio, un operaio di 55 anni, deceduto schiacciato da un mezzo pesante in transito, mentre effettuava lavori di asfaltatura stradale.

 

Sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il personale del 118. Le cause del grave incidente sono al vaglio dell’autorità.

Tra le nuove proposte dal Servizio di progettazione educativa del comune di Venezia, arriva tra aprile e maggio il ciclo di appuntamenti intitolato “Il Tam tam delle mamme”: momenti d’incontro e dialogo tra mamme e bambini di 0-6 anni con una pedagogista.

 

Gl incontri si terranno dalle ore 10.30 alle 12 nella ludoteca “La luna nel pozzo” di Castello, “La Cicala e la formica” di Cannaregio e “Sucabaruca” di Marghera. Il servizio è gratuito previa iscrizione al numero 345 4365032.

 

Ecco alcuni degli approfondimenti che verranno proposti:

• Buio, mostri, lupi cattivi … : che paura!

• Baci e morsi, botte e carezze

• Ciao Ciao ciuccio, dito in bocca, copertina

• Calamitati dai … cartoni animati!

• Click! Bambini “touch” e giocattoli digitali

• È ora di dormire! “Lettone” sì o no?

• Tra pentole e legami: bambini a tavola!

 

Ai seguenti link è possibile vedere i vari programmi:

Programma ludoteca Cannaregio

Programma ludoteca Castello

Programma ludoteca Marghera

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!