Home / Posts Tagged "Marghera"

La manifestazione entra nel vivo con quattro serate dedicate alla musica e ancora alla Lirica

 

La settimana del 17 luglio inizia con i Rock Blues Society alle 21, che portano in piazza Mercato il loro blues nato dalla formazione della band voluta dal blues-man veneziano Guido Toffoletti nel lontano 1976 con lo scopo di diffondere il genere musicale nel territorio italiano. La musica che arriva a Marghera include una decina di pezzi caratterizzati da un linguaggio musicale atipico, pervasi da un’originale miscela di classico rock-blues e di influenze riconducibili alla tradizione country, celtica, napoletana, hawaiiana, indiana attraverso l’introduzione di strumenti inusuali quali il sitar, il tin-whistle, la cornamusa, il banjo, la chitarra lap-steel, il violino, il mandolino e altri ancora.

 

 

Il 18 luglio, sempre alle 21, arriva la country band Silverado, la band italiana più popolare nell’ambito della musica targata “made in USA”. Una country band esplosiva che da 10 anni si esibisce in Italia e all’estero, con tutto lo spazio che serve per seguire i balli country dei maestri. Attraverso armonie vocali e strumenti “tradizionali” (chitarre, banjo, violino, mandolino, ecc), i Silverado incantano il pubblico con il loro Country & Bluegrass “ad alto voltaggio”. Con un repertorio che spazia dai grandi classici ai brani “new country”, i Silverado raccontano la storia della “country music”. Seguiti dagli amanti di ballo Country e dagli “appassionati” del genere musicale, danno vita alla giusta alchimia tra musica e ballo, nell’atmosfera folkloristica tipica degli “Stati del Sud”.

 

 

A riempire la piazza il 19 luglio, sempre alle 21,c’è l’attesissimo concerto spettacolo dei Los Massadores pronti a travolgere il pubblico con la loro musica bi-folk, ovvero musica popolare a chilometri zero. Attraverso le loro canzoni la band non vuole portare messaggi particolari, ma descrivere delle situazioni e dei personaggi della realtà che ci circonda. Il progetto Los Massadores nasce nel 2008 per dare libero sfogo all’idiozia dei membri fondatori e permettere loro di fare cassa suonando a matrimoni, feste e funerali. Per un anno il gruppo suona sporadicamente, riunendosi solo per fare qualche prova giusto prima dei concerti: i risultati sono ovviamente in linea con l’impegno profuso… Il nome viene scelto per rendere omaggio a una delle figure più emblematiche delle campagne venete, il norcino, ovvero il massador nel dialetto di Castelfranco Veneto.Nell’estate del 2009 la svolta: dopo aver suonato davanti a migliaia di persone nel corso della manifestazione “Una notte per Vallà” (manifestazione organizzata per raccogliere fondi per il paese di Vallà colpito da una disastrosa tromba d’aria) i componenti decidono di caricare su Youtube un video della canzone “Joani” composta appositamente per quella manifestazione, modificando il testo della più celebre “Domani” degli Artisti Riuniti. In breve tempo il video supera i centomila contatti attirando l’attenzione di stampa e tv, intanto arrivano richieste di concerti ed esibizioni.

 

 

Venerdì 20 torna la Lirica, con ingresso a pagamento: alle 21 andrà in scena l’operetta della Filarmonica del Veneto con La vedova allegra. A Marghera l’operetta sarà interpretata da un cast di artisti di respiro internazionale: Susie Georgiadis (Hanna Glavary), Antonio Colamorea (Danilo Danilovich), Elena Rapita (Valencienne), Alessandro Bracchetti (Niegus), Silvia Felisetti (Olga Kromov), Marco Felisetti (Capitano Kromov). Lo spettacolo, allestito da Associazione Musicale Filarmonica del Veneto, in collaborazione con il Comune di Venezia e Teatro Musica Novecento, vedrà la partecipazione del Corpo di Ballo Novecento guidati da Salvatore Loritto e dell’Orchestra “Cantieri d’Arte” diretti da Claudia Catellani. I biglietti sono acquistabili presso il botteghino in loco, presso i punti vendita VELA oppure online su www.vivaticket.it.

 

 

E dopo i concerti, per agevolare le persone che verranno ad ascoltare la musica in piazza e che vogliono lasciare a casa la macchina, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione una corsa straordinaria del tram/bus da piazza Mercato al centro di Mestre.

Ulteriori info su: www.margheraestate.it.

L’Assessorato comunale ai Lavori pubblici informa la cittadinanza che, da venerdì 20 luglio a venerdì 10 agosto, saranno eseguiti interventi di messa in sicurezza della viabilità con riasfaltatura della pavimentazione stradale nelle seguenti strade:
– Mestre via Forte Marghera tratto da via Molmenti a forte Marghera, dal 20 al 30 luglio, in orario diurno;
– Mestre viale Stazione, dal 30 luglio al 6 agosto, in orario notturno;
– Marghera Rampa Rizzardi tratto in direzione Venezia – via del Commercio, dal 3 al 8 agosto, in orario notturno;
– Marghera via del Lavoratore, dal 6 al 8 agosto, in orario diurno.

 

I lavori saranno svolti nell’ambito delle tempistiche stabilite, condizioni climatiche permettendo, e la regolamentazione del traffico verrà gestita attraverso sensi unici alternati con l’impiego di movieri in loco e restringimento della carreggiata stradale. In caso di maltempo la realizzazione dei lavori potrebbe subire dei ritardi.

Gli avevano già ritirato la patente due mesi fa, quando gli agenti della Polizia locale di Venezia, che lo avevano fermato per un controllo, avevano scoperto che non solo guidava una moto senza revisione e senza assicurazione, ma aveva anche il documento scaduto. Il mezzo era stato sequestrato.

 

Ieri sera, in via del Commercio a Marghera, una pattuglia del Reparto Motorizzato – Servizio Sicurezza Stradale ha fermato di nuovo lo stesso uomo, un cinquantunenne residente a Marghera, che viaggiava a bordo di un’automobile le cui targhe non soddisfacevano i requisiti di rifrangenza stabiliti dal Codice della Strada.

 

Verificati i precedenti dell’automobilista recidivo, che quindi guidava senza patente, è scattata la sanzione pecuniaria, che in questi casi va da 2.006 ad 8.025 euro, e un ulteriore fermo di tre mesi, questa volta dell’autovettura.

Vicino al centro commerciale La Nave de Vero di Marghera sorgerà a breve “Venus Venice”. Si tratta di una mega torre e il suo progetto ormai è stato approvato dalla Città Metropolitana: ora si passerà alla realizzazione.

 

La struttura sarà alta 100 metri, per 22 piani, con un costo preventivato di circa 80 milioni di euro. All’interno un grande centro commerciale, outlet, un albergo cinque stelle e un grande ristorante rotante.

 

Certo è che, considerando che anche sul Terraglio, all’altezza di Villa Salus, a breve sorgerà un grande supermercato Lando, la terraferma veneziana è satura di centri commerciali e di mega strutture. Il “Venus Venice” andrà ancor più a pesare negativamente sul commercio di vicinato, che ormai sta scomparendo.

 

Fonte: La Nuova Venezia

Gli Uffici dei Servizi Educativi di Marghera si sposteranno da via Rinascita, 96 a Piazza del Mercato, 54 (retro del Municipio) e saranno attivi a partire da lunedì 9 luglio.

 

Gli orari di ricevimento al pubblico resteranno invariati: mercoledì ,dalle ore 9 alle ore 13; giovedì, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 15 alle 17.

 

I nuovi numeri telefonici sono i seguenti: 041 2746323 – 6324.

“Che gli uomini tornino ad essere uomini”: questa la frase incisa sul monumento che ricorda Giuseppe Taliercio, posto nel luogo dove il corpo senza vita dell’allora direttore del Petrolchimico di Marghera fu fatto ritrovare dalle Brigate Rosse, dopo 46 giorni di prigionia, il 5 luglio 1981.

 

A distanza di 37 anni, si è svolta oggi, al capannone del Petrolchimico, una cerimonia per ricordarlo, alla presenza, tra gli altri, degli assessori comunali Renato Boraso, in rappresentanza della città, e Giorgio D’Este, del presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, del prefetto vicario di Venezia, Sebastiano Cento, del consigliere regionale Alberto Semenzato, delle rappresentanze delle locali autorità militari, di consiglieri comunali e di Municipalità, nonché di uno dei figli di Taliercio, Cesare.

 

“Abbiamo scelto di ricordare oggi Taliercio – ha sottolineato Boraso – in questo Capannone, luogo simbolo delle lotte sociali e sindacali di quel tempo, in cui è stato però anche detto un secco ‘no’ all’azione sanguinosa del terrorismo. Giuseppe è stato una persona per bene, un cittadino dedito al suo lavoro e alla sua famiglia, un interprete sano della nostra società. Il suo contributo di umanità resterà per sempre, e non solo nel ricordo di chi lo ha conosciuto. Non è morto invano: grazie al suo sacrificio e al suo esempio, che si accomuna a quelli delle altre due vittime mestrine del terrorismo, Sergio Gori e Alfredo Albanese, oggi possiamo vivere in un mondo più libero e democratico.”

 

Presenti alla cerimonia anche il gruppo della San Vincenzo del Petrolchimico (di cui Taliercio fu presidente, e che porta oggi il suo nome), una rappresentanza dell’Unitalsi, ed il “Coro delle Cime”, la cui azione è stata sempre sostenuta dall’allora direttore del Petrolchimico, che per la sua opera in ambito sociale è stato inserito nel 2000 da Papa Giovanni Paolo II, tra i “Testimoni nella fede”.

 

“La vicenda di Taliercio – ha ricordato Bettin –  ha colpito in maniera profonda non solo la nostra città, ma tutto il Paese. Ricordare quanto è avvenuto è molto importante per capire il nostro passato e agire al meglio nel presente, affinché fatti come questi non debbano più ripetersi.”

 

La cerimonia si è poi spostata davanti al monumento che ricorda Taliercio per la posa di una corona di fiori.

 

 

Proseguono le operazioni di sgombero di accampamenti abusivi in città da parte della Polizia locale di Venezia, nell’ambito dei programmi Oculus e Oculus Plus.

 

Nei giorni scorsi, il personale del Nucleo Pronto impiego Città di Terraferma, insieme a personale e mezzi messi a disposizione dalla società Veritas Spa, ha rimosso l’attendamento insediato da alcuni cittadini romeni in via delle Macchine a Marghera: in tutto 25 metri cubi di materiale tra tende, una decina, e altri oggetti utilizzati dagli abusivi per trascorrere la notte.

 

Altri interventi di mantenimento sono stati poi effettuati nelle aree sottostanti Rampa Cavalcavia, Troso e Rampa Rizzardi, con la rimozione di qualche giaciglio isolato.

 

Sabato 23 giugno – in concomitanza con Art Night, la notte bianca dell’arte organizzata da Ca’ Foscari in collaborazione con il Comune di Venezia – la musica invaderà Mestre e Marghera con “Hybrid Buskers”. Nove giovani band musicali, composte da ragazzi under 30, scelte fra quelle che frequentano la sale prove della Hybrid Music (via Torino 6/e), si esibiranno, durante tutta la giornata, senza palchi e senza amplificazioni di nessun tipo, anche in luoghi normalmente considerati “difficili”, per riempire la città di suoni “unplugged”. La manifestazione è stata presentata questa mattina dall’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, e dal dirigente del Settore Cultura del Comune di Venezia, Michele Casarin.

 

“Ancora una volta scegliamo di puntare sui giovani – ha esordito l’assessore Venturini – perché crediamo sia importante uscire dall’autoreferenzialità e dare ai ragazzi l’opportunità di mettere alla prova il loro talento su un palcoscenico vasto, moderno, metropolitano, quali sono le città di Mestre e di Marghera. Si tratta di un primo esperimento ma, certi del successo di questa prima edizione, stiamo già pensando di riproporla nel corso dell’estate. Tutto nasce dalla sala prove Hybrid Music che, in più di 6 mesi di attività, ha già all’attivo oltre 660 giovani musicisti che la frequentano abitualmente”.

 

“Hybrid Buskers” è un’iniziativa a cura del Settore Cultura del Comune di Venezia, nata per favorire la diffusione della musica nel territorio e valorizzare, attraverso il talento musicale dei giovani, alcuni punti di passaggio che si rivelano essere, nell’economia dei luoghi e dei transiti, gli “snodi vitali” di una città che cambia continuamente il proprio assetto urbano. Ad animarsi saranno Marghera, Parco Albanese, Parco San Giuliano, Via Torino, Via Costa, Piazzale Donatori di Sangue, via Mestrina, via Piave, Piazzetta Zorzetto. Le zone individuate saranno contrassegnate da uno sticker segnaposto rosso con la scritta “Hybrid Buskers” e con i loghi del Comune di Venezia e del Settore Cultura. Affinché le esibizioni possano essere facilmente individuate, oltre alle brochure stampate, all’indirizzo www.comune.venezia.it/it/content/luoghi-buskers è disponibile la mappa interattiva on-line con indicati i luoghi esatti dove saranno posizionati i gruppi musicali e informazioni su quest’ultimi.

 

Gli organizzatori hanno inoltre sottolineato che, molte fra le band scelte, pur nascendo come “elettriche”, hanno accettato la sfida di riarrangiare i propri brani e di esibirsi senza il supporto dell’amplificazione e quindi l’iniziativa ha anche un valore formativo specifico per i ragazzi chiamati a dare un proprio contributo musicale all’impresa.

 

Tutte le informazioni e il programma si possono consultare su: http://www.comune.venezia.it/it/content/hybrid-buskers

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

Questi gli eventi di domani, domenica 17 giugno:

VENEZIA MURANO BURANO
– concerto diretto da Francesco Lanzillotta al Teatro Malibran, ore 17

MESTRE CARPENEDO
– “mercatini solidali e raccolta donazioni per persone e animali in difficoltà”, presso il parcheggio scambiatore in via Terraglio

 

Questi gli eventi in programma e che continuano:

EVENTI IN CITTÀ

Venezia Murano Burano
– fino al 17 giugno: “Sconfini” mostra d’arte moderna, a San Teodoro, Venezia, ore 16.30
– fino al 16 giugno: festa di Sant’Antonio, a San Francesco della Vigna
– fino al 1 luglio: mostra “Capolavori a Confronto: Bellini – Mantegna, presentazione di Gesù al Tempio”, presso la Fondazione Querini Stampalia
– fino al 30 luglio: musiche al tempo dei Dogi Festival di musica antica, nella Chiesa di San Rocco
– fino al 17 giugno: DESIGN.VE 2018: Biennal Design Walks through Venice. Palazzo Morosini, in Campo S.Stefano e S. Marco 2803
– fino al al 23 settembre: 6° edizione Festival del Vetro – Arts’Connection 2018, presso Padiglione del Vetro
– fino a fine ottobre: Vele come Ali, mostra espositiva presso la Tenuta Venissa, isola di Mazzorbo
– 20, 21, 22 luglio: festa di primavera della Parrocchia SS. Maria Assunta, Donato vescovo, Cipriano vescovo e martire, prezzo gli spazi parrocchiali attigui al campo san Donato, con stand gastronomico e serate in musica
– fino al 22 novembre: Magister Canova, presso la Scuola della Misericordia di Lido Pellestrina
– fino al 20 giugno “Correnti… d’arte VII a cura di Assunta Cuozzo” mostra d’arte, in Villa Pannonia Mercurio Giovanni

Mestre Carpenedo
– fino al 20 giugno: Jazz di K.B. Rossetto, Mostra a Palazzo della ex Provvederia di via Torre Belfredo 1; tutti i giorni con orario 10.30-12.30 e 17-20

Marghera
– fino al 23 giugno: festa di primavera Marghera in piazza Mercato-Municipio
– 2, 3, 8, 9, 10, 12 e 13 giugno: festa di Sant’Antonio nella parrocchia di Sant’Antonio

Chirignago Zelarino
– fino al 25 giugno: 52° sagra di San Vigilio di Zelarino

 

 

Per tutte le iniziative in programmazione al Centro Culturale Candiani consultare la pagina: www.culturavenezia.it/candiani
Per maggiori informazioni, si invita comunque a consultare i seguenti siti: live.comune.venezia.it e www.culturavenezia.it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!