Home / Posts Tagged "eventi"

In occasione della “Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore”, istituita dall’UNESCO per promuovere la lettura, la libreria Ubik di Mestre ha pianificato una piccola serie di eventi a partire da oggi e per i prossimi giorni, in memoria di Alessandro Poerio, patriota e poeta che perse la vita nel 1848, a Mestre, nei combattimenti della Repubblica di San Marco contro gli austriaci.

 

A partire dalle ore 18.00 di questa sera, lo storico veneziano Davide Busato illustrerà le vicende che portarono alla costituzione e alla successiva resa della Repubblica di San Marco.

Prenderà poi la parola lo scrittore veneziano Paolo Lanzotti con una breve presentazione del suo romanzo La voce delle ombre, ambientato proprio nella Venezia del 1849 (con Daniele Manin tra i protagonisti).

Interverrà anche l’Associazione culturale “Voci di Carta”, con alcune poesie scritte da Alessandro Poerio.

 

A chiuderà l’incontro, un aperitivo con cicchetti.

 

Informazioni:

Ubik Libreria Mestre

via Poerio 6/8 – 30171 Mestre

mestre@ubiklibri.it

Tel. 041 952194

Twitter: @ubikmestre
Instagram: ubik_mestre

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

 

Questi gli eventi di venerdì 20:

VENEZIA MURANO BURANO
Gaetano Donizetti, l’Elisir d’amore, al Teatro La Fenice
MESTRE CARPENEDO
– I Venerdì di via Verdi: Parole e Musica via Verdi Mestre, ore 18, Dante&Blues: i peccati cantati. La Divina Commedia di Dante Alighieri interpretata da Ali Iusuf Dirie con le musiche di Andrea Facch.

 

 

Questi gli eventi di sabato 21:

VENEZIA MURANO BURANO
– Pastora baila, Teatro Goldoni, ore 20:30, baile flamenco
– Teatro Stabile del Veneto-Tempesta: la resa dei conti, performance nello slargo adiacente alla chiesa di San Simeon Piccolo, ore 12
MESTRE CARPENEDO
Mostra Pittori La Torre – Via Palazzo, ore 10 – 18
MARGHERA
– Festa di primavera parco Catene
– Marghera Spring Sound Festival, presso il Cinema Teatro Aurora, ore 20.30
CHIRIGNAGO ZELARINO
– Antica Sagra di San Marco e di San Pietro – Trivignano, fino al 1° maggio
– Finale concorso canoro “San Marco Festival”, ore 20.45, sala San Marco-Trivignano

Dopo Mogwai e Interpol, arriva sul palco di Sesto al Reghena in esclusiva nazionale anche il raffinato progetto di Mike Milosh col nuovissimo album “Blood”.

Gli organizzatori: “Le sorprese non finiscono qui, presto altre importanti news”

 

 

Sexto ‘Nplugged, la rassegna musicale che si svolge in Friuli tra giugno e agosto a Sesto al Reghena (PN), in uno dei borghi più belli d’Italia, annuncia un altro grande nome che va ad arricchire la line-up internazionale. Dopo la data in esclusiva nazionale degli Interpol il 26 giugno e quella dei Mogwai il 9 luglio, gli organizzatori annunciano un’altra esclusiva italiana: RHYE il 7 agosto.

 

A cinque anni dall’acclamato album d’esordio “Woman” (2013), il cui primo singolo “Open” ha registrato oltre 49 milioni di stream su Spotify e “The Fall” superato i 28 milioni, con sold out nei teatri e locali di tutto il mondo e partecipazioni a festival come Coachella e Pitchfork Music Festival, i RHYE tornano a impressionare critica e pubblico. Si chiama “Blood” ed è la nuova perla discografica fresca di pubblicazione (2 febbraio 2018, Loma Vista Recordings) che così commenta il frontman Milosh: “La musica e i suoni sono nati durante i live e sono stati costruiti appositamente per le performance live. Ci vuole molto coraggio per essere vulnerabili di fronte al pubblico notte dopo notte. Ho usato lo stesso coraggio per ogni canzone di questo disco”. Dopo l’abbandono della band da parte del producer Robin Hannibal, l’artista canadese si è trovato ad affrontare tour e scrittura del nuovo album completamente da solo. Una nuova esperienza musicale, questo è quindi ora RHYE. Un mosaico composto di tasti di pianoforte, percussioni, synth analogici e un’elevata estensione vocale che trova la sua umanità nella musicalità.

 

“Siamo orgogliosi di portare sul palco di Sexto ‘Nplugged un’altra esclusiva nazionale dopo quella degli Interpol – affermano gli organizzatori.– Il cartellone artistico internazionale riflette la qualità e lo spessore della nostra ricerca che è volta prima di tutto a far emozionare il pubblico. E le sorprese non finiscono qui, presto altre news”.

 

 

Ticketing:

Ticketone e Vivaticket: € 20 (+ diritti di prevendita)

Presale: da mercoledì 18 aprile alle ore 10.00 su www.ticketone.it e www.vivaticket.it

Continuano gli eventi delle “Città in Festa, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

 

Questi gli eventi di domani, giovedì 19 aprile:


VENEZIA MURANO BURANO

Musikàmera – Trio di Parma – Beethoven, al Teatro La Fenice, Sale Apollinee, ore 20
MESTRE CARPENEDO
– Luna park per i bambini nell’area verde a sud di Corte Gasparina (viale san Marco)
Prima e dopo il ghetto. Momenti di storia degli Ebrei a Venezia e a Mestre, Teatro Mabilia, Antica scuola dei Battuti ore 17.30

 

 

Questi gli eventi di venerdì 20 aprile:

VENEZIA MURANO BURANO
Gaetano Donizetti, l’Elisir d’amore, al Teatro La Fenice
MESTRE CARPENEDO
I Venerdì di via Verdi – Parole e Musica via Verdi Mestre, ore 18, Dante&Blues: i peccati cantati. La Divina Commedia di Dante Alighieri interpretata da Ali Iusuf Dirie, con le musiche di Andrea Facch.

Un luogo straordinario per un evento altrettanto straordinario. Il luogo è Villa De Reali che, con il suo prestigioso parco, per cinque giorni consecutivi ospiterà CASIEREALI, manifestazione ideata, organizzata e promossa dal Coordinamento delle Associazioni comunali di Casier e Dosson.
Dal 25 al 29 aprile si susseguiranno ininterrottamente eventi, laboratori, approfondimenti, convegni, conferenze, spettacoli musicali e teatrali. La manifestazione, che ha il supporto e patrocinio del Comune di Casier, è pubblica e aperta a tutti“Sarà un’occasione importante di condivisione per tutte le nostre associazioni, per le società sportive e sociali, per le famiglie, per la scuola e per le comunità parrocchiali”, dichiara l’assessore ai Rapporti con le Associazioni Paola Marson, che ricorda che proprio in questo contesto verranno anche festeggiati i quindici anni del coro “Mille voci una voce” degli studenti dell’istituto comprensivo di Casier.
                                                      
Cinque giornate intensissime di festa e natura che inizieranno, come per tradizione di ogni 25 aprile, con la Pedalata per la vita, che giunge quest’anno alla trentaseiesima edizione. Dal tiro con l’arco alle prove di mountain bike, dal calcio al rugby, dallo urban shechers allo yoga, dalla salsa al parkour. Sport, ma non solo. Perché CASIEREALI sarà attività culturali, ludiche e di intrattenimento, laboratori e mostre.
Il Coordinamento delle Associazioni è stato costituito lo scorso febbraio come organismo che si occupa stabilmente di coordinare tutte le manifestazioni e le iniziative che si svolgono in ambito comunale, promuovendole e creando una sempre maggiore collaborazione che ha come obiettivo principale la valorizzazione del territorio.

Venerdì 20 aprile, alle ore 21.00 al Teatro Busan di Mogliano Veneto, va in scena Lo schifo. Omicidio non casuale di Ilaria Alpi, il primo spettacolo di Casi di cronaca, l’appendice della Stagione di Prosa 2017-2018 composta da 3 spettacoli dedicati al teatro d’impegno civile che porta sul palco storie di attualità politica e fatti di cronaca.

 

Lo schifo. Omicidio non casuale di Ilaria Alpi, è una produzione Teatro Bresci, un testo di Stefano Massini diretto da Giorgio Sangati, due nomi tra i più attivi e interessanti del panorama teatrale italiano. A dare corpo e voce alla giornalista italiana uccisa in Somalia nel 1994 assieme al suo operatore Milan Hrovati è l’intensa Anna Tringali.

Il caso Alpi ha dell’incredibile: in una Somalia disseminata di rovine e memorie coloniali un silenzio inscalfibile copre le manovre di scaltrissimi uomini d’affari collusi e corrotti. È questo silenzio che Ilaria attacca frontalmente, spalancando squarci di inaudita verità su un’Africa italiana dilaniata da guerre intestine, tra rifiuti tossici, faraoniche quanto inutili opere pubbliche, traffici d’armi, epidemie di colera, integralismi islamici, pirati, sultani e grottesche festicciole tricolori per celebrare la cooperazione internazionale, ufficialmente lì per riportare la pace, la speranza. A distanza di più vent’anni da quell’omicidio, però, la maggioranza degli italiani ignora perfino l’esistenza della ventunesima regione italiana, della Somalia; ignora gli interessi, le speculazioni, i miliardi, gli “zeri” che gli italiani hanno guadagnato sulla pelle della popolazione; ma, soprattutto, ignora come e perché Ilaria Alpi sia stata ammazzata e da morta, umiliata dall’insabbiamento delle indagini. Il testo di Massini, lontano anni luce dalla retorica celebrativa tenta di ricostruire i suoi ultimi giorni, ma si tratta di una ricostruzione emotiva, lirica, espressionista: immagini, suoni, parole, lettere, segni. Lo spettacolo procede per frammenti, come un rebus, un anagramma da risolvere, un puzzle da ricomporre per scoprire insieme alla protagonista l’origine dello “schifo”. In scena Ilaria è Anna Tringali e Anna è Ilaria in un intenso doppio dialogo con sé stessa e con i suoi ricordi faccia a faccia con la morte. Una storia che tutti dovrebbero vedere, che tutti dovrebbero conoscere oggi più che mai.

 

L’appendice Casi di cronaca è stata voluta dal Teatro Busan come riconoscimento alla grande partecipazione e al calore con cui il pubblico di Mogliano ha accolto l’offerta teatrale dei venerdì sera, facendo registrare il tutto esaurito in molte occasioni. Dopo Lo schifo, il 4 maggio Giacomo Rossetto sarà Borsellino mentre il 9 maggio – eccezionalmente di mercoledì – Giancarlo Previati, Francesco Wolf e Margherita Mannino portano sulla scena il sequestro e l’assassinio di Aldo Moro con Dal buio un grido (Aldo Moro come Antigone).

BIGLIETTI

16,00 € unico

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

INFORMAZIONI

+39 041 5905024 | +39 334 1658994 | gestione.busan@gmail.com

Ufficio stampa

Studio Systema – Venezia | 041 5201959 | systema@studiosystema.it

Situata a Maserada sul Piave, a due passi dall’omonimo fiume sacro agli italiani, la storica Locanda Al Glorioso Piave inaugura giovedì 19 aprile 2018 un evento sulla commemorazione della Grande Guerra.

Dal titolo “Amore e cucina ai tempi della Grande Guerra”, la serata sarà un’emozionante occasione per rievocare alla memoria le storie d’amore di quanti hanno combattuto nel conflitto bellico del ’15-’18.

Per una notte, i taccuini, i diari, le memorie scritte e le lettere inviate e ricevute dal fronte e dalla prigionia sembreranno tornare in vita attraverso la performance teatrale degli attori Barbara Riebolge e Filippo Fossa del gruppo di teatro contemporaneo e performing art italiano Ailuros.

 

La cucina del Glorioso Piave si impegnerà a far riassaporare il gusto di quell’epoca, proponendo piatti tipici di quegli anni. Il menù della prima serata comprende:

 

Fiori di zucca pastellati

Tortino alle erbette spontanee su crema di formaggio del Piave

 

Zuppa di fagioli con pancetta croccante

Risotto con i fegatini

 

Arrosto di maiale Weiss und Schwarz

Contorni

 

Gallette con crema mascarpone

Acqua

Vino

Caffè

 

Biografie:

Barbara Riebolge è regista e attrice. Da anni la sua ricerca si sviluppa a partire dal linguaggio del teatro multimediale, l’uso di tecnologie interattive e il coinvolgimento diretto del pubblico. Si occupa di teatro rituale e teatro urbano con lavori rivolti a instaurare un dialogo con la collettività e una riflessione sul territorio e gli spazi cittadini, creando performance che valorizzano luoghi caratteristici del paesaggio. Nel 2017 dirige Open Maze, una tra le prime performance teatrali a livello europeo a sperimentare la tecnologia con il visore 360°. Dal 2015 dirige la sezione teatro del Teatro Studio di Zephiro (Castelfranco Veneto). Nel 2012 vince il Premio miglior performer al Festival Teatri Riflessi di Catania. Dal 2011 collabora con il Color Cafè (Bassano del Grappa) nel progetto di formazione Color teatri. Dal 2009 dirige la compagnia di teatro contemporaneo Ailuros, crea e dirige diversi progetti performativi, vincitori di bandi europei, e realizza spettacoli sostenuti dall’Unione Europea. Dal 2000 si occupa di progetti di formazione teatrale per adolescenti e immigrati, in collaborazione con scuole, cooperative, associazioni ed enti e ha collaborato con numerose realtà locali e nazionali, tra i quali Anagoor, Operaestate Festival, Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

Filippo Fossa lavora come attore presso alcune compagnie del territorio nazionale come il Teatro Stabile di Grosseto e il Teatro delle Quisquilie di Trento, e con quest’ultima collabora anche nella drammaturgia. Anima pupazzi, sagome, marionette da tavolo e se stesso nella compagnia “Il Bosco Incantato” di Treviso, con cui ha rappresentato lo spettacolo “Il Re Capriccione” a Stoccolma, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, ed è stato diretto da Giorgio Bertan nella messa in scena de “Il ratto di Arianna”, da un canovaccio di Commedia dell’Arte. Con il monologo “What are you dying for?”, prodotto da Ailuros, viene selezionato in una delle edizioni del Premio Scenario. Ha collaborato col compositore Paolo Pesce nella direzione del suo progetto “Visual Music”. Collabora con l’Accademia “Lorenzo Da Ponte” di Vittorio Veneto in qualità di docente e regista. Ha frequentato la scuola di Teatro “A l’Avogaria” di Venezia con insegnanti come Nora Fuser e Michela Martini e ha completato studi di doppiaggio con Massimo Giuliani, Rodolfo Bianchi e Roberto Chevalier. Ha avuto come guide libere Andrea Pennacchi, Fabrizio Paladin e Matteo Tarasco.

 

 

Per informazioni:

Locanda Al Glorioso Piave, via Spartaco Lentini 31, Maserada sul Piave (località Salettuol)

Telefono: 347.1903940

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

 

Questi gli eventi di oggi, sabato 7:

VENEZIA MURANO BURANO
– Campionato nazionale di calcio serie B Venezia – Brescia, ore 15, Stadio Penzo
– INCROCI DI CIVILTÀ – Querini Stampalia, ore 10, Thanasis Valtinòs, ore 11.45, Liliana Nechita
– INCROCI DI CIVILTÀ – Teatro Goldon, ore 16 Aperitivo con gli interpreti Toni Servillo
– Elvira – Teatro Goldoni, ore 19. Regia: Toni Servillo
– INCROCI DI CIVILTÀ – Auditorium Santa Margherita, ore 18, Wole Soyinka

LIDO PELLESTRINA
– “Correnti… d’arte VII a cura di Assunta Cuozzo” mostra d’arte – Villa Pannonia, fino al 30 aprile, Mitakidis Alexandra
– Festival della Poesia del Mar -Villa Pannonia Lido di Venezia, ore 17.30

MESTRE CARPENEDO
– Mostra Pittori La Torre – Via Mestrina, ore 10 – 18
– Mostra Pittura – Carlo Scomparin – Galleria Luigi Sturzo Associazione “La Fornace”
– Mostra di scultura nella sala della Provvederia di Mestre

 

 

Per tutte le iniziative in programmazione al Centro Culturale Candiani consultare la pagina: www.culturavenezia.it/candiani
Per maggiori informazioni, si invita comunque a consultare i seguenti siti:   live.comune.venezia.it, www.culturavenezia.it

Ricca stagione di primavera per i bambini e ragazzi in tutte le biblioteche della Rete Biblioteche Venezia. Dal mese di aprile fino a giugno, nelle biblioteche della Rete Biblioteche Venezia, da Pellestrina a Favaro, da Zelarino al Lido, in programma ci sono 70 eventi dedicati alla lettura per i più giovani.

 

Due le novità: i laboratori per gli ultrapiccoli dai sei mesi ai 3 anni, un’occasione per cullare con le narrazioni, liberare l’immaginazione e creare tante storie con Coccole e colori, a cura di R.C.M. Rinascita Cooperativa Musicale, brevi letture, letture animate, laboratori creativo e tanti libri.

 

Il percorso per i bambini fino ai 10 anni è con Perle di Meraviglia. Pensieri illustrati di una bambina di vetro a cura di Silvia Piovan e Anna Arpini, alla scoperta del fantastico mondo dell’illustrazione creato da Beatrice Alemagna. Letture animate, alcune anche in doppia lingua, o in inglese o in francese, attraverso immagini dei libri proiettate che permeteranno ai bambini di entrare direttamente nella storia anche attraverso attività laboratoriali di approfondimento della storia proposta.

 

Continua quindi l’importante proposta rivolta ai giovani e alle famiglie in tutto il territorio cittadino, preludio di un autunno ancora più denso di appuntamenti. Per il programma dettagliato nelle Biblioteche è a disposizione il calendario degli Eventi Junior sul portale della Rete Biblioteche Venezia.

 

Ma c’è spazio anche per i più grandi con il workshop di Stop Motion, un laboratorio di 10 ore – dall’ideazione della storia all’animazione fotogramma dopo fotogramma – con gli artisti dello studio FramebyFrame di Venezia rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni. Il worshop, sold out nel giro di un’ora e dall’uscita del programma di VEZ Junior è la conferma dell’interesse per le iniziative di qualità da parte dei ragazzi che trovano in VEZ Junior il loro punto di riferimento culturale. Il workshop sarà replicato in autunno in Bettini Junior, a Venezia.

 

 

Per consultare tutti gli eventi, cliccare qui: http://www.comune.venezia.it/eventi?tags[]=135&sezione[]=155

 

Per ulteriori informazioni, contattare la Biblioteca Civica VEZ:

Tel. 041 2746741 oppure 041 2746742

www.culturavenezia.it/biblioteche

Da venerdì 6 a domenica 15 aprile, si rinnova l’appuntamento con la Festa dell’Ottava di Pasqua, organizzata dal Gruppo Parrocchiale Festeggiamenti, giunta quest’anno alla sua 14^ edizione.

 

Tra le iniziative del primo weekend sono previsti il Fluo Party, presso l’area giovani, il pranzo della Festa della Collaborazione e la premiazione del concorso letterario “Tu, io e i mondi possibili” presso la scuola San Giuseppe e la Festa del Patrono e della Solidarietà, con gara di torte.

 

Per tutti gli eventi in programma, è possibile visionare la relativa locandina.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!