Home / Posts Tagged "bambini"

Nasce il nuovo portale dello sport di Venezia, con il duplice obiettivo di essere sia lo spazio di contatto tra le Associazioni e l’Amministrazione comunale, sia la “vetrina” attraverso la quale ciascuna società può promuovere le proprie attività, dando la possibilità ai cittadini di cogliere le opportunità proposte dalle diverse realtà che operano sul territorio.

 

“Dal 1 agosto, grazie a questo nuovo portale, le società potranno aggiornare autonomamente il database con tutti i propri servizi, così da creare una grande mappa interattiva dell’offerta sportiva in città, accessibile via web da tutti – ha spiegato il direttore Carlin – Dal punto di vista della semplificazione amministrativa, questo portale diventerà anche lo strumento attraverso il quale le associazioni potranno inviare al Comune le richieste di utilizzo di impianti sportivi, la partecipazione a bandi di gara, nonché le domande di accesso alle varie iniziative di volta in volta promosse dall’Amministrazione”.

 

“Il primo progetto che sarà veicolato attraverso il portale è 6Sport – ha aggiunto il capo di Gabinetto Ceron. La Giunta Brugnaro ha previsto l’erogazione di un voucher del valore di 180 euro per ogni bambino, che sarà liquidato direttamente alle società accreditate a parziale copertura del costo annuo sostenuto dalle famiglie. L’obiettivo è quello di promuovere l’avvio della pratica sportiva tra i bambini iscritti al primo anno della scuola primaria, nella consapevolezza del ruolo chiave ricoperto dallo sport nel percorso di apprendimento e crescita, accanto alla famiglia e alle istituzioni scolastiche. I genitori riceveranno una comunicazione dettagliata dove saranno spiegate le modalità attraverso le quali, a partire dal 10 settembre, potranno scegliere l’attività che più si addice ai propri figli, in modo da far conoscere e sperimentare le diverse attività e discipline”

Continua il calendario eventi di “Sere d’Estate” presso il parco delle Vecchie Pioppe a Casale. Il secondo appuntamento è per domani, giovedì 02 agosto, alle ore 21 con la rappresentazione teatrale di burattini intitolata “La Bella Fiordaliso e la Strega Tirovina”, messo in scena dalla compagnia Alberto De Bastiani.

 

Lo spettacolo è gratuito e rivolto in primis ai bambini.

In caso di maltempo, l’evento avrà luogo presso il Palazzetto dello Sport.

Giovedì 2 agosto, alle ore 17.30, la biblioteca comunale di Preganziol organizza un momento di ritrovo dedicato a tutti i bambini dai 6 anni in su, che potranno ascoltare delle letture tratte da “Gli sporcelli”.

 

L’ingresso è gratuito, ma è gradita la prenotazione allo 0422 632371, oppure inviando una mail a: [email protected]

 

Aggiornamento

Viste le condizioni climatiche, l’evento si svolgerà presso la Sala ragazzi della Biblioteca comunale, sita in piazzetta A. Ronfini, 1.

 

Varato il bando per sostenere la pratica sportiva di ragazzi delle famiglie meno abbienti. Un budget di 50mila euro, 15 società, tante discipline, dal rugby al fresbee

 

Sport diritto per tutti a Mogliano, comprese le famiglie che hanno difficoltà a sostenere i costi di iscrizione dei propri ragazzi alle attività delle società sportive.

 

Per questo l’Amministrazione comunale lancia il bando del progetto “Diritto allo sport”, varato lo scorso aprile per finanziare, con un fondo di 50mila euro, l’accesso alle attività sportive presso le associazioni del territorio aderenti al progetto, e favorire così la pratica sportiva continuativa da parte di bambini e ragazzi appartenenti a famiglie moglianesi a basso reddito.

 

“La nostra Amministrazione con questo progetto ha voluto ampliare le proprie politiche di welfare, ritenendo lo sport uno strumento di inclusione, coesione sociale e di promozione del benessere psico-fisico. Non è accettabile che ci siano ragazzi esclusi per motivi economici dallo sport, né che le società non possano dare a tutti l’opportunità di esprimere tutto il proprio potenziale, anche agonistico”, ha dichiarato il sindaco Carola Arena.

 

Il progetto è rivolto ai minori residenti nel comune di Mogliano Veneto, di età compresa tra i sei e i 18 anni, appartenenti a famiglie a basso reddito documentato dal modello ISEE (inferiore o superiore ai 16 mila euro), individuati mediante avviso pubblico. I beneficiari dovranno iscriversi alle società sportive che hanno aderito al progetto, e precisamente: FC UNION PRO, calcio, Mogliano Rugby 1969, Scherma Mogliano, Polisportiva Mogliano, arrampicata, ginnastica artistica, arti marziali e danza, Volley Mogliano, Basket Mogliano, Ren Bu Kan Karate, Elena Danze, DNA Danza nell’Anima, G.S. Campocroce, volley e basket, Tennis Club Mogliano, Sincro Mogliano, nuoto artistico, Atletica Mogliano, E.U.F.A., fresbee, AS Zerman, calcio.

 

Ciascun ragazzo potrà scegliere una disciplina, quella che più gli piace. Saranno agevolati i nuclei familiari con ISEE (redditi 2016) più basso, con contributi pari al 100% per redditi inferiori ai 16 mila euro e al 75% per redditi superiori. A parità di ISEE saranno agevolati i nuclei con maggior numero di figli minori, e a parità di numero di figli, gli appartenenti a nuclei mono genitoriali. I contributi saranno assegnato per una sola disciplina ed erogati direttamente all’associazione sportiva.

 

La domanda di contributo andrà redatta sull’apposito modulo già disponibile nel sito del Comune (sezione bandi e gare) e presso Punto Comune e consegnata completa presso gli sportelli di Punto Comune entro il 20 agosto.

 

“Mogliano è una città sportiva, che esprime numerosi atleti di alto e altissimo livello, anche mondiale, in numerose discipline anche paraolimpiche. Spesso gioiamo dei loro successi, ma non gioiamo affatto se un ragazzino non può dedicarsi allo sport che ama perché la retta è troppo alta per le disponibilità della famiglia. Riteniamo che la collettività debba fare tutto il possibile per una vera e completa integrazione dei propri membri”, commenta l’assessore allo Sport, Oscar Mancini.

Il Servizio Progettazione educativa comunica che da oggi le associazioni e società sportive potranno partecipare alla selezione per la realizzazione del progetto “Sport in Cartella” – seconda edizione, rivolto alle classi 4° e 5° della scuola primaria.

 

Il progetto “Sport in Cartella”, in applicazione alla L.285/97, ha la finalità di integrare l’attività fisica con l’educazione, l’ambiente, il benessere e il diritto alla cittadinanza.

 

“Introdotta per la prima volta nell’anno scolastico 2017/18 – commenta l’assessore alle Politiche educative, Paolo Romor – si ripete l’iniziativa, che ha il merito di proporre l’attività sportiva ai bambini delle scuole primarie, andando a stimolare in maniera particolare – grazie alla formula studiata dai nostri uffici di progettazione educativa – sopratutto quei ragazzi che, per disinteresse o a causa delle più varie difficoltà, non sono abituati a svolgere regolarmente un’attività motoria. Un progetto, con spiccate finalità inclusive, che promuove lo sport come strumento per uno stile di vita sano e come occasione di aggregazione”.

 

L’educazione fisica e sportiva rappresenta un supporto importante nella crescita delle abilità personali di ogni studente contribuendo, in sinergia con le altre discipline, al raggiungimento delle competenze chiave per l’apprendimento permanente definite anche dal Parlamento europeo.

 

Le associazioni e società sportive regolarmente iscritte all’Albo del Comune di Venezia sono invitate a partecipare alla selezione per realizzare interventi ludici-motori-sportivi, rivolti ai bambini delle classi 4° e 5° della scuola primaria. Gli interventi consisteranno in giochi tradizionali, giochi polivalenti e polifunzionali.

 

Il personale delle associazioni e società sportive che sarà incaricato della realizzazione degli interventi ludici-motori-sportivi, dovrà partecipare obbligatoriamente a un percorso formativo offerto dal Comune di Venezia, finalizzato a offrire gli strumenti per poter operare con bambini di età fra i 9 e gli 11 anni. Gli istruttori che hanno ottenuto l’attestato di formazione nella precedente edizione sono esonerati dalla formazione e pertanto risultano già idonei a effettuare gli interventi nelle scuole.

 

Sul sito del Comune di Venezia è possibile trovare le indicazioni per la partecipazione e scaricare la domanda che dovrà essere presentata entro le ore 12 del 31 luglio 2018.

La Giunta comunale di Venezia ha approvato – su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Zaccariotto . il progetto definitivo che prevede un intervento di riqualificazione della pista d’atletica del centro sportivo di via Calabria alla Gazzera. L’intervento prevede ora la redazione del progetto esecutivo, l’aggiudicazione del bando entro il dicembre del 2018 e quindi la partenza dei lavori prevista per il maggio del 2019. I cantieri dovrebbero chiudersi entro il mese di settembre.

 

“È un intervento importante e atteso da molto tempo – commenta il presidente della Commissione Sport Matteo Senno. L’intervento di riqualificazione comprende la sistemazione del manto sintetico della pista d’atletica oltre ad altre attività complementari per la posa del piano di asfalto, la sistemazione delle cordonate perimetrali, l’eliminazione delle pedane per il salto con l’asta e della fossa dei 3000 siepi, in quanto la pista viene utilizzata unicamente come attività di allenamento e formazione giovanile. L’intervento prevede, poi, oltre al nuovo manto sintetico dell’anello della pista d’atletica, la realizzazione di una nuova pedana per il getto del peso e la realizzazione di un impianto di illuminazione con proiettori a led posizionati sui pali delle quattro torri faro esistenti e su altri due nuovi pali che verranno posizionati sulle due curve”.

 

“Questa delibera è l’ultima, in ordine di tempo, di una serie di azioni concrete che denota l’impegno a favore dello sport da parte del sindaco, della Giunta e di tutta l’Amministrazione comunale, secondo le Linee di Mandato, – dichiara l’assessore Zaccariotto – che hanno identificato lo sport quale miglior strumento di educazione, integrazione e aggregazione essenziale per imparare il rispetto verso gli altri e verso le cose pubbliche.
In questi ultimi tre anni infatti sono stati effettuati tanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli impianti sportivi, nonché, proprio per incentivare lo sport tra i più giovani, sono stati deliberati i “voucher”, che consentiranno ai bambini di prima elementare di avere a disposizione un buono di circa 180 euro per potersi iscrivere in una delle società sportive che operano nel Comune di Venezia”.

Quando non puoi cambiare ciò che è intorno a te, comincia a cambiare ciò che è dentro di te. In altre parole, sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.
Così recitava il Mahatma Gandhi e così recita oggi anche Inner Peace, un’associazione presente in oltre cinquanta Paesi al mondo, che propone la meditazione come primo passo verso la ricerca della pace interiore, in un progetto che ambisce a diffondere il desiderio di un mondo più sereno, a partire dalle nuove generazioni. Un progetto che è stato accolto con grande successo anche nella Scuola Primaria Dante di Mogliano Veneto, su iniziativa dell’insegnante Paola Mantelli, che ha conosciuto l’associazione Inner Peace grazie a un servizio del TG2.

 

 

Il mese scorso ha dunque visto numerosi bambini di diverse classi elementari della Dante cimentarsi nella pratica della meditazione e realizzare splendidi disegni veicolanti messaggi di gioia e serenità.

 

La meditazione nelle scuole è un fenomeno che si sta diffondendo sempre più, utile non solo a diminuire il deficit di attenzione, ma anche a migliorare l’integrazione con gli altri e a scoraggiare gli episodi di bullismo, perché se si sta bene dentro, si riesce a star bene pure fuori. Questo stato d’animo garantisce infatti un approccio rispettoso verso l’ambiente circostante e uno sviluppo armonico della propria personalità, rendendoci più consapevoli dei legami che ci uniscono agli altri, al di là di ogni appartenenza culturale o religiosa.

 

Fiducia, creatività, pace, gioia e armonia sono le qualità che vengono risvegliate e nutrite dalla pratica di questo tipo di yoga, così semplice, così spontaneo, che guida i più piccoli alla scoperta del loro io più segreto.

 

Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo da tutti gli insegnanti e i bambini che vi hanno partecipato.

 

 

 

“Una testimonianza vera di welfare di comunità, frutto della mobilitazione di tanti e della collaborazione tra famiglie, volontari, associazioni e istituzioni”. Così l’assessore regionale al Sociale ha definito la Casa di Anna, una casa di accoglienza e di ‘autonomia’ per bambini e adolescenti con sindrome autistica, inaugurata sabato 16 giugno a Borghetto di San Martino di Lupari.

 

Nata dall’impegno dei genitori dell’associazione Aiutismo onlus (che fa riferimento al Coordinamento Autismo Veneto) e dalla disponibilità dei proprietari a cedere l’immobile, con il supporto della cooperativa Cooperativa Nuova e Vita e il Consorzio Rete Alta Padovana, la Casa di Anna accoglierà ragazzi e adolescenti con problemi di autismo per esperienze di autonomia dai nuclei familiari e percorsi terapeutici che li vedranno impegnati in attività didattiche e ricreative e nella cura del verde e degli orti. Una formula residenziale, tra ‘casa protetta’ e ‘fattoria didattica’, che aiuterà i residenti a esprimere le loro potenzialità e le famiglie a fare rete e a trovare supporto e affiancamento.

 

“La Regione Veneto guarda con grande interesse a queste esperienze che nascono dal basso, dalla buona volontà e dall’esperienza concreta delle persone – ha sottolineato l’assessore, al taglio del nastro – a servizio delle famiglie e con il ruolo attivo delle stesse famiglie e di associazioni e aziende. Rappresentano modelli di ‘accoglienza leggera’, dove i ragazzi si sentono a casa. Progetti come ‘la Casa di Anna’ sono destinati a fare scuola nelle politiche per la disabilità e nella tipologia degli interventi da mettere in campo per il ‘dopo di noi’, quando vengono meno le figure parentali di riferimento”.

 

L’assessore ha infine ricordato l’attenzione e l’impegno della Regione nei confronti delle persone con disturbi delle sindromi autistiche, con il sostegno attivo a due nuovi centri di accoglienza e servizi, la costituzione dell’apposito tavolo regionale e il sostegno al Coordinamento regionale. “Siamo tutti consapevoli che sul tema autismo abbiamo ancora molta strada da fare, dalla diagnosi precoce ai vari percorsi di presa in carico e inserimento lavorativo. I due centri regionali individuati, i tavoli regionali che stanno già lavorando e l’esperienza concreta del Coordinamento Autismo Veneto saranno fondamentali per dettare le nuove linee guida per il Veneto”.

Da settembre 180 euro per ogni bimbo di 6 anni, per fargli scoprire la pratica sportiva

 

La Giunta comunale ha approvato oggi, su proposta del sindaco Luigi Brugnaro, la delibera che istituisce il progetto “6sport”. L’idea nasce dalla volontà dell’Amministrazione di incentivare lo sport fin dalla prima elementare ed è per questo che da settembre ogni bambino residente nel Comune di Venezia che inizierà il suo percorso di studi riceverà un voucher dell’importo stimato sulla base delle previsioni di iscrizione fino a 180 euro. Il buono potrà essere speso iscrivendo il proprio figlio a frequentare i corsi presso le associazioni e società sportive che si sono accreditate con il Comune e che, tra le altre cose:

• dimostrino di avere tra i propri scopi e fini istituzionali la promozione dello sport in tutte le sue forme;
• dispongano della sede operativa nel Comune di Venezia;
• intendano collaborare con il Comune realizzando eventi finanziati sia con risorse pubbliche che private;
• si propongano per la gestione degli impianti sportivi e per la realizzazione di progetti socio sportivi;
• si registrino sul portale del Comune di Venezia e aderiscano al codice di comportamento dell’associazionismo sportivo così come approvato dalla Giunta lo scorso aprile

 

Dal prossimo mese di luglio verrà messo a disposizione delle associazioni e delle società sportive un apposito portale dove le stesse potranno accreditarsi e presentare il corso il cui costo potrà essere parzialmente coperto da voucher. Le famiglie dei bambini residenti nel Comune di Venezia e iscritti alla prima classe della scuola primaria riceveranno nelle prossime settimane un’apposita comunicazione e, dal mese di settembre, sempre attraverso il portale, una volta visionata l’offerta dei corsi, potranno scegliere a quale corso iscrivere i propri figli.

 

L’Amministrazione comunale si impegnerà a versare l’importo del voucher all’associazione o alla società sportiva che organizza il corso, a parziale copertura del costo complessivo che resterà a carico dei genitori in due rate: la prima, non superiore al 35% dell’ammontare totale del voucher, entro febbraio 2019 e solo nel caso in cui il minore partecipi per almeno al 50% delle lezioni svolte nel trimestre ottobre-dicembre; la seconda entro giugno 2019, e solo nel caso in cui il minore abbia partecipato al 50% delle lezioni totali.

 

“Dopo l’approvazione del Codice etico dello sport e dell’Associazionismo sportivo avvenuta lo scorso aprile – ha commentato il consigliere delegato allo Sport Paolino D’Anna – oggi è stato dato il via libera ad una delibera che, prima in Italia, dimostra quanto il sindaco Luigi Brugnaro e tutta l’Amministrazione comunale abbiano a cuore l’educazione sportiva e l’attività fisica fin dalla tenera età. I genitori avranno un valido incentivo per far scoprire ai propri figli quanto sia importante per la crescita praticare uno sport e soprattutto farlo all’interno di associazioni o società che abbiano le tutte le carte in regola”.

Lunedì inizierà l’attività dei Centri estivi proposti dall’Amministrazione comunale moglianese, per gli alunni delle scuole primarie e per i bambini della scuola dell’infanzia, gestiti in collaborazione con la cooperativa Comunica.

 

Dal 18 giugno al 10 agosto, presso la scuola Olme, e presso la scuola Piaget, inizieranno le attività per i più grandicelli, delle primarie, che si articoleranno dal lunedì al venerdì, dalle 7.45 alle 13.00, per chi ha optato per il tempo parziale, e fino alle 16.45, per chi ha scelto il tempo pieno. Per questi ultimi è previsto il servizio mensa (Serenissima ristorazione, al costo di euro 4,35 a pasto).

 

“Anche per questa estate abbiamo messo in campo un progetto che riesca a garantire per le famiglie una continuità educativa in attesa delle vacanze e ai ragazzi la possibilità di trascorrere delle belle giornate in compagnia, seguiti da animatori professionali, con una proposta di laboratori, attività motorie e giochi in totale spensieratezza. I Centri estivi non sono un parcheggio dove lasciare i figli durante le vacanze scolastiche che non coincidono con le ferie lavorative dei genitori, ma un aiuto alle famiglie e un modo intelligente di impiegare le giornate estive”, commentano il Sindaco Carola Arena e l’assessore alle politiche educative, Daniele Ceschin.

 

Dal 2 luglio, e fino al 10 agosto, inoltre, si svolgeranno le attività per i piccoli delle scuole di infanzia, presso la Piaget. Non essendo stato raggiunto il numero minimo previsto per il Centro da attivare alla Dante Alighieri, chi si era già iscritto, potrà usufruire del servizio sia alla Piaget sia alla Olme, o potrà richiedere la restituzione delle somme versate.

 

Le modalità delle attività per i più piccoli saranno analoghe a quelle descritte, ma calibrate per la loro età.

Sono anche previste gite e uscite all’Aquaestate di Noale, Humus Park di Caneva, Parco dei Moreri e Museo della pesca di Silea.

 

È ancora possibile iscrivere i propri figli ai Centri estivi: o online, nel sito https://www.cooperativacomunica.org/centro-estivo-mogliano-veneto/ o presso il servizio Pubblica Istruzione del Comune (sede ex Rossi, via Terraglio).

 

A completare l’offerta per le famiglie, ci sarà anche il servizio “aspettando la scuola”, che si svolgerà dal 20 agosto al 7 settembre presso la scuola secondaria Montalcini di via Gagliardi, sempre per alunni di scuole dell’infanzia e primarie. Si tratta di un accompagnamento al rientro a scuola, con assistenza per il completamento dei compiti per le vacanze, laboratori e animazione, attivo dal lunedì al venerdì (7.45-13.00, prima uscita, o 16,45 per il tempo pieno).

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni