Home / Cultura & Ambiente  / Cultura  / Prorogata la prima mostra nazionale di Christian Apreda e i suoi presepi d’autore

Prorogata la prima mostra nazionale di Christian Apreda e i suoi presepi d’autore

Un’emozione diversa davanti al miracolo di una tradizione che si ripete anno dopo anno e che va al di là della cristianità, quella che l’Assessorato al Turismo e Pro Loco di Roncade proporrà dal 2

Un’emozione diversa davanti al miracolo di una tradizione che si ripete anno dopo anno e che va al di là della cristianità, quella che l’Assessorato al Turismo e Pro Loco di Roncade sta proponendo dal 2 dicembre nella ristrutturata pieve medievale di San Cipriano con l’allestimento dei presepi di Christian Apreda.

 

A grande richiesta, l’assessorato alla Cultura e quello per la Pro Loco di Roncade hanno deciso di prorogare la chiusura della mostra dei presepi artistici di Christian Apreda, vista la grande affluenza di pubblico e il successo che ha riscosso nei giorni scorsi.

Per tutto il prossimo weekend la mostra potrà essere visitabile negli orari già stabiliti in precedenza, cioè sabato dalle 16.00 alle 19.00 e domenica dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

 

L’esposizione vanta 7 teche di varie dimensioni – anche di diversi metri quadrati – con spettacolari natività ispirate agli acquerelli di Ettore Roesler Franz e ambientate negli angoli della “Roma Sparita”. La mostra è allestita in vari ambienti della chiesa antica di San Cipriano di Roncade, in via trento Trieste 34.

 

Lo spettacolo di domenica sera, che ha visto la chiesa gremita per assistere al nuovo spettacolo di Francesca Gallo e della sua fisarmonica (foto allegata), avrebbe dovuto concludere l’iniziativa inaugurata il 2 dicembre scorso. Invece, fino a tutto il prossimo weekend la mostra potrà essere visitabile negli orari già stabiliti in precedenza, cioè nei giorni feriali dalle 16.00 alle 19.00, mentre nei giorni festivi l’orario sarà dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

 

Prendendo spunto dagli acquerelli del romano Ettore Roesler Franz, la mostra “Nella Culla del Divino” è un viaggio in Natività dai mille e più particolari, spesso ambientate negli angoli nascosti della “Roma sparita”documentati dal pittore.

 

“La mostra è una prima nazionale – spiega l’assessore delegato, Loredana Crosato – ed è patrocinata da Roma Capitale, oltre che dalla Regione Veneto e dalla Provincia di Treviso. Potremo ammirare 5 teche e 6 presepi con dimensioni anche di diversi metri quadrati su superfici articolate in piani diversi.  Siamo orgogliosi di ospitare le opere del Maestro Apreda, il quale, influenzato dalle origini paterne sorrentine che lo hanno avvicinato sin da piccolo all’arte del presepe, porta avanti insieme a pochi altri artisti la tradizione romana.”

 

I presepi (romani o napoletani,  ognuno ricco di particolari minuziosi), per la loro bellezza, accuratezza e qualità hanno ricevuto riconoscimenti prestigiosi, sono stati esposti in Piazza del Campidoglio a Roma e sono persino approdati alla trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa, ma questa è la prima volta che si possono ammirare in un’unica sede.  Associare i lavori di Apreda ai presepi classici è molto riduttivo.

 

Ad esempio, nel Presepe scenografico in stile ‘700 napoletano tratto dalle foto della Piazza Francese di Napoli del 1920, che verrà presentato nel Temporary della mostra in una vetrina del Quartiere Latino a Treviso, i pastori di Apreda sono realizzati a mano con volto e mani in terracotta, occhi in vetro e piedi ed arti in legno. I loro abiti sono stati creati con tessuti della Fabbrica di San Leucio. Le minuterie sono in cera. La scenografia realizzata in polistirolo e legno con tegole in terracotta.

Roncade ha allestito la mostra nella bellissima Pieve del XV secolo che il Comune sta promuovendo come punto di aggregazione e cultura per l’indubbio valore estetico e storico del sito.

 

Ricca è anche la programmazione di eventi a Roncade (teatro, concerti, cori, manifestazioni, mercatini) che si terranno in concomitanza dell’esposizione.

 

 

Tutte le iniziative su chiesanticasancipriano.it

I biglietti d’ingresso variano da 1 a 5 euro. Gli orari: la Chiesa Antica sarà aperta nei giorni feriali dalle 16.00 alle 19.00, mentre nei giorni festivi l’orario sarà dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni