Home / Economia  / Politica  / Elezioni e promesse elettorali

Elezioni e promesse elettorali

Tempo di elezioni e puntualmente arrivano le promesse da tutte le parti. Tutte le forze politiche si fanno avanti promettendo molto nella falsa convinzione di avere a che fare con degli sprovveduti.   Vediamo a tutt’oggi quali

Tempo di elezioni e puntualmente arrivano le promesse da tutte le parti. Tutte le forze politiche si fanno avanti promettendo molto nella falsa convinzione di avere a che fare con degli sprovveduti.

 

Vediamo a tutt’oggi quali sono le promesse elettorali fate dai vari schieramenti.

Centro Destra. Forza Italia promette l’abolizione del Jobs Act e la reintroduzione dell’art. 18. Sempre da destra si promette l’introduzione della Flat Tax, cioè il prelievo fisso con aliquota al 20% per tutti i redditi al posto dell’IRPEF e dell’Imposta redditi persone fisiche.

 

Sempre dal Centro Destra, Forza Italia e Lega, promettono abolizione Legge Fornero. Su questo argomento è in atto trattativa tra le due forze politiche che non la pensano esattamente allo stesso modo. Forza Italia propone un aumento delle pensioni minime a 1.000 euro mensili più tredicesima. Forza Italia infine vuole un reddito di dignità (vecchia idea dei 5 Stelle) e l’abolizione del canone RAI.

 

Il Movimento 5 Stelle vuole, come il Centro Destra, l’abolizione della Legge Fornero. Chiede il Reddito di Cittadinanza, 780 euro mensili per i disoccupati, Chiedono inoltre l’abolizione dell’obbligo dei vaccini. Si vaccini, ma non l’obbligo.

 

Il Centro Sinistra (ormai composto da PD, Lista insieme, Civica Popolare di Beatrice Lorenzin e Europa di Emma Bonino) con il PD promette un Salario Minimo a 9/10 euro l’ora e l’abolizione o abbassamento del canone RAI. Promette 1 milione di posti di lavoro, incentivi per assunzioni a tempo indeterminato, reddito di inclusione, occupazione femminile e diminuzione costi degli asili nido

 

Infine Liberi e Uguali, compagine guidata da Pietro Grasso, chiede abolizione tasse universitarie, ma di fatto questa misura non favorirebbe i meno abbienti, già un terzo degli studenti godono di questa agevolazione, ma andrebbe a favore solo delle classi con maggior reddito.

 

Queste sono le promesse ad oggi, ma molte altre ne arriveranno nei prossimi due mesi.

Commenta la news

commenti

gianfranco.vergani@libero.it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!