Home / Economia  / Politica  / Elezioni e promesse elettorali

Elezioni e promesse elettorali

Tempo di elezioni e puntualmente arrivano le promesse da tutte le parti. Tutte le forze politiche si fanno avanti promettendo molto nella falsa convinzione di avere a che fare con degli sprovveduti.   Vediamo a tutt’oggi quali

Tempo di elezioni e puntualmente arrivano le promesse da tutte le parti. Tutte le forze politiche si fanno avanti promettendo molto nella falsa convinzione di avere a che fare con degli sprovveduti.

 

Vediamo a tutt’oggi quali sono le promesse elettorali fate dai vari schieramenti.

Centro Destra. Forza Italia promette l’abolizione del Jobs Act e la reintroduzione dell’art. 18. Sempre da destra si promette l’introduzione della Flat Tax, cioè il prelievo fisso con aliquota al 20% per tutti i redditi al posto dell’IRPEF e dell’Imposta redditi persone fisiche.

 

Sempre dal Centro Destra, Forza Italia e Lega, promettono abolizione Legge Fornero. Su questo argomento è in atto trattativa tra le due forze politiche che non la pensano esattamente allo stesso modo. Forza Italia propone un aumento delle pensioni minime a 1.000 euro mensili più tredicesima. Forza Italia infine vuole un reddito di dignità (vecchia idea dei 5 Stelle) e l’abolizione del canone RAI.

 

Il Movimento 5 Stelle vuole, come il Centro Destra, l’abolizione della Legge Fornero. Chiede il Reddito di Cittadinanza, 780 euro mensili per i disoccupati, Chiedono inoltre l’abolizione dell’obbligo dei vaccini. Si vaccini, ma non l’obbligo.

 

Il Centro Sinistra (ormai composto da PD, Lista insieme, Civica Popolare di Beatrice Lorenzin e Europa di Emma Bonino) con il PD promette un Salario Minimo a 9/10 euro l’ora e l’abolizione o abbassamento del canone RAI. Promette 1 milione di posti di lavoro, incentivi per assunzioni a tempo indeterminato, reddito di inclusione, occupazione femminile e diminuzione costi degli asili nido

 

Infine Liberi e Uguali, compagine guidata da Pietro Grasso, chiede abolizione tasse universitarie, ma di fatto questa misura non favorirebbe i meno abbienti, già un terzo degli studenti godono di questa agevolazione, ma andrebbe a favore solo delle classi con maggior reddito.

 

Queste sono le promesse ad oggi, ma molte altre ne arriveranno nei prossimi due mesi.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni