Home / Economia  / Dimezzato il costo della moneta elettronica per fare rifornimento

Dimezzato il costo della moneta elettronica per fare rifornimento

E' stato approvato l’emendamento che dimezza gli oneri della moneta elettronica per l'intera filiera della distribuzione carburanti.

Dimezzate le commissioni per i rifornimenti di carburante pagati con il POS.

Con il recente voto di fiducia alla Camera dei Deputati, sono stati approvati emendamenti alla legge di bilancio che integrano il pacchetto di misure che interessano l’intera filiera della distribuzione carburanti.

Governo e Parlamento sono infatti intervenuti sulla fastidiosa questione dei costi collegati all’uso della “moneta elettronica”, attraverso la previsione del rimborso, sotto forma di credito d’imposta, del 50% delle commissioni imposte dal sistema bancario.

Pur restando in attesa dei successivi provvedimenti tecnici di attuazione della norma, si tratta certamente di un significativo riconoscimento del ruolo della Categoria dei Gestori di Impianti Carburanti, che ha rifiutato con ostinazione la scorciatoia, ipotizzata nei mesi scorsi da alcuni, della possibile esenzione dall’obbligo di accettazione delle carte di credito.

Riccardo Rocchesso

Commenta la news

commenti

riccardo.rocchesso@webtechnet.it