Home / Cultura & Ambiente  / Racconti

C'erano una volta il rosso e il blu; ed erano gli unici due abitanti di un paese senza confini. Anche tutti gli altri colori

Ada li aspettava, come ogni giorno. Dalla rampa del Sile, proprio dove l’ansa maestosa raccoglie maternamente il Musestre, seduta sull’erba che profumava di sole

Le mani, appoggiate delicatamente sulla gonna nera, sembravano macchie di latte percorse da sottili rigagnoli azzurri, che si rincorrevano verso il polso sottile. Anna

Seduta lato finestrino, assapora il tepore di un sole timido scaldarle la spalla e il volto di profilo. L’autobus procede spedito, ma Flora riesce

Ieri sera ero a cena in un'incantevole cittadina portoghese con un caro amico venuto a farmi visita, capo a un gruppo di ricerca all’università

Qui è tutto giallo e azzurro: dai campi d'erba, di un giallo pallido e aspro, al cielo, di un blu chiaro rovinato dalle nuvole

L'Una era l'opposto dell'Altra, ma erano coinquiline nello stesso monolocale malandato e sporco: e facevano uno sforzo disumano per mantenersi e rimanere lì dentro

La filosofia del treno TransEuropea non contemplava confini di sorta da Reykjavík fino a San Pietroburgo. Il suo unico limite era quello di dover

1 2

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni