Home / 2018 / gennaio

Livello arancio da domani 30 gennaio a Venezia e Mestre. Polveri sottili al massimo e scattano le limitazioni al traffico.

Divieto di circolazione dalle 8,30 alle 18,30 per i veicoli privati e dalle 8,30 alle 12,30 per quelli commerciali.

I veicoli colpiti dal divieto sono i privati benzina classi 0-1, privati diesel da 0 a 4 e commerciali diesel da 0 a 3.

POST TAGS:

Ieri pomeriggio, dalle ore 15 è stato effettuato un controllo dell’attività commerciale con insegna “Cannabis Store Amsterdam”, sito a Venezia, Cannaregio 1998, da parte del nucleo di Polizia Locale congiuntamente a tecnici del Servizio Tossicologico dell’ULSS 3 Serenissima e tecnici del Servizio SIAN.

 

Nel corso dell’accertamento si è appurato che il locale, classificato come esercizio di vicinato per la vendita di prodotti del settore alimentare e non alimentare, non possiede i requisiti minimi previsti dal Regolamento d’igiene, essendo privo di acqua corrente, di spogliatoio e di servizio igienico ad uso del personale. I tecnici del SIAN hanno pertanto elevato il relativo verbale di illecito amministrativo.

 

Gli specialisti del Servizio Tossicologico hanno poi espresso dubbi sulla quantità, nei prodotti posti in vendita, del principio attivo THC e pertanto hanno proceduto alla campionatura di quasi tutti gli articoli presenti per le opportune analisi di laboratorio. Per questo gli agenti hanno ritenuto di dover procedere al sequestro cautelare del locale con tutto il suo contenuto. Successivamente sono intervenuti anche i NAS di Treviso che hanno effettuato prelievi di merce a scopo analitico.

 

Le operazioni della Polizia Locale si sono concluse dopo le ore 20 con l’apposizione dei sigilli, la chiusura del locale e la nomina del custode giudiziale.

POST TAGS:

Continua implacabile il successo della tournèe di Lella Costa nei teatri del Veneto. Le prossime tappe di QUESTIONI DI CUORE saranno giovedì 1 febbraio alle ore 21 al TEATRO ROMANO PASCUTTO DI SAN STINO DI LIVENZA, venerdì 2 febbraio alle ore 21 presso il CINEMA TEATRO GIARDINO DI SAN GIORGIO DELLE PERTICHE, sabato 3 febbraio sempre alle 21 al TEATRO COMISSO DI VILLA GUIDINI DI ZERO BRANCO e domenica 4 febbraio alle ore 17 AL TEATRO MODERNISSIMO DI NOVENTA VICENTINA.

 

Le rassegne, realizzate in collaborazione con Arteven/ Regione Veneto, portano a esibirsi sui palchi della regione una vera e propria icona del teatro sociale, attrice raffinata e molto amata dal grande pubblico, una Lella Costa intimista, arguta e divertente. E così le “lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica diventano uno spettacolo, un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent’anni. I tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi, migliaia di storie d’amore e passione che, incredibilmente, non cambiano con il passare dei decenni e l’evoluzione del costume.

 

Dalla ragazzina infatuata per un uomo tanto più grande di lei, alla signora che s’innamora di un sacerdote, dalla moglie tradita e abbandonata, al giovane che si scopre gay, fino al maschio orgoglioso della sua mascolinità. Tutti hanno imbracciato la penna (più recentemente la tastiera del pc) per scrivere a Natalia Aspesi chiedendo un consiglio, un parere. E le risposte, argute, comprensive, feroci, spesso sono più gustose delle domande.

 

A dare voce sul palco a questa corrispondenza LELLA COSTA, in un gioco di contrappunti tra botta e risposta che raggiunge tutte le sfumature, i diversi gradi d’intensità e di intimità. La grande attrice italiana condurrà il pubblico in un viaggio narrativo e umano, profondo nelle sue implicazioni e piacevole, piccante, talvolta urticante, come la mente della Aspesi. Quello che si crea è una sorta di dialogo fra l’attrice, il pubblico, la Aspesi e lo scrittore della lettera; il percorso che ne deriva è una discesa ironica nelle profondità dell’animo per incontrare le nostre paure e i tabù più segreti, una passeggiata a braccetto con i nostri limiti, per riderne insieme.

 

Ecco tutte le tappe

 

San Stino di Livenza

INIZIO SPETTACOLI ORE 21

BIGLIETTI

PREVENDITA nei tre giorni feriali antecedenti lo

spettacolo, sabato escluso, presso la Biblioteca

Comunale dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18

> ONLINE  su arteven.it e vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita.

 

VENDITA il giorno stesso dello spettacolo in Teatro

dalle ore 20, tel. 0421 310627.

 INFORMAZIONI Biblioteca Comunale tel. 0421 473921 – www.sanstino.it – www.cultura.cittametropolitana.ve.it – www.arteven.it

 

San Giorgio delle Pertiche

INIZIO SPETTACOLI ore 21.00

VENDITA BIGLIETTI

I biglietti sono in vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria del Cinema Teatro Giardino dalle ore 20.30

Prenotazioni e prevendite Tel. 349 7368623

INFORMAZIONI

Biblioteca Comunale San Giorgio delle Pertiche (Pd)

Tel. 049 9370076

www.comune.sangiorgiodellepertiche.pd.it

Teatro Giardino via Roma 70, San Giorgio delle Pertiche (Pd)

 Biglietteria Teatro Giardino [email protected]

Associazione Viadelcampo Tel. 349 7368623

[email protected] www.arteven.it

 

Zero Branco

INIZIO SPETTACOLI ORE 21

Prevendita online su www.arteven.it e www.vivaticket.it by Best Union e punti vendita del circuito.

Vendita il giorno dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro un’ora prima dell’inizio.

 

INFORMAZIONI

Stivalaccio Teatro

tel. 371 1984391

tutti i giorni ore 10.00—12.00 e durante gli orari di apertura della biglietteria

[email protected]

www.stivalaccioteatro.it

 

Biblioteca Comunale di Zero Branco

tel. 0422 485518

[email protected]

www.comunezerobranco.it/bibliozero

 

Arteven

www.arteven.it

 

Noventa Vicentina

INIZIO SPETTACOLI ORE 17

PREVENDITA BIGLIETTI
dal 20 novembre su www.arteven.it e www.vivaticket.it by Best Union e relativi punti vendita, oppure presso la Biblioteca negli orari d’ufficio

APERTURE DELLA CASSA

il giorno dello spettacolo ore 16.00

INFORMAZIONI

Biblioteca Comunale tel. 0444 860221

Comune tel. 0444 788512 / 788550

Teatro Modernissimo tel. 0444 861234

solo le domeniche degli spettacoli

[email protected]

[email protected]

www.noventavicentina.gov.it

www.arteven.it – facebook Arteven

 

 

POST TAGS:

A due mesi dall’avvio dell’iniziativa sono circa 900 i disoccupati veneti in possesso di un assegno per il lavoro, il nuovo strumento finanziato dalla Regione del Veneto che permette ai disoccupati over 35 di ricevere assistenza personalizzata gratuita nella ricerca di una nuova occupazione. In 500 hanno già intrapreso un percorso di ricollocazione in uno degli 81 enti privati accreditati, usufruendo di servizi di orientamento, counseling e inserimento lavorativo o frequentando corsi di formazione per l’aggiornamento delle competenze. I centri per l’impiego della provincia di Vicenza sono quelli che hanno erogato il maggior numero di assegni (206), seguiti da quelli delle province di Venezia (170), Treviso (157), Verona (125), Padova (119), Rovigo (50) e Belluno (44).

 

L’assegno per il lavoro consiste in un titolo di spesa virtuale, compatibile con la Naspi e altri strumenti di sostegno al reddito, che i disoccupati in possesso di determinati requisiti possono richiedere ai centri per l’impiego del Veneto e utilizzare per acquistare servizi qualificati di assistenza alla ricollocazione da una delle oltre 300 sedi accreditate in tutto il territorio regionale.

 

Una volta ottenuto l’assegno, di importo variabile fino a un massimo di 5.242 euro, il cittadino può scegliere liberamente l’ente al quale rivolgersi, che otterrà un rimborso commisurato ai servizi erogati e all’eventuale collocamento del disoccupato con contratto a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi.

 

Per richiedere l’assegno è possibile recarsi presso il Centro per l’Impiego del proprio territorio o registrarsi al portale www.cliclavoroveneto.it e utilizzare il servizio “Centro per l’Impiego Online” alla voce “Domanda assegno per il lavoro”. In caso di candidatura online, sarà comunque necessario recarsi al centro per l’impiego per perfezionare la propria richiesta e verificare la sussistenza dei requisiti.

 

Una volta ottenuto l’assegno dal centro per l’impiego, l’ente scelto in fase di adesione contatterà l’interessato per un primo appuntamento e per definire con l’aiuto di un tutor il piano di attività da seguire.

 

Per maggiori informazioni sull’assegno per il lavoro è possibile visitare la pagina dedicata del sito di ClicLavoro Veneto, www.cliclavoroveneto.it/assegno-per-il-lavoro-veneto.

 

POST TAGS:

E’ morto Don Severino De Pieri, sacerdote salesiano stimatissimo in città dove era amato per il suo fondamentale impegno nel liceo dell’Istituto Astori.

Don De Pieri aveva 84 anni ed era stato ricoverato al Ca’ Foncello per alcuni piccoli disturbi che però si sono rilevati fatali.

Il sacerdote è spirato domenica mattina. Il funerale si terrà giovedì alle 14.30 a Musetta di San Donà di Piave.

Il 25 gennaio presso la prestigiosa sede della Società Geografica Italiana in via della Navicella a Roma, alla presenza di S.E. Melaku Petros Tetemke, Incaricato d’Affari dell’Ambasciata Etiopica in Roma, del Segretario Generale della Società Geografica Prof. Rossella Belluso, del Prof. Giorgio Banti Prorettore dell’Università degli Studi l’Orientale di Napoli e del Prof. Rodolfo Fattovich, etiopista, è stata inaugurata la mostra “La bellezza rivelata – un viaggio nella terra d’Etiopia sulle orme degli antichi esploratori”. Mostra organizzata da Carlo e Marcella Franchini, dall’Università di Napoli “L’Orientale” nelle persone di Andrea Manzo e Luisa Sernicola e dall’artista Francesca Borro, con il Patrocino dell’Ambasciata Etiopica in Roma.

All’inaugurazione hanno partecipato oltre 200 visitatori.

 

Compongono la mostra:

120 fotografie di Carlo Franchini, viaggiatore e appassionato di fotografia, che ha avuto la fortuna di nascere e vivere per tanti anni in quelle terre continuando poi a visitarle ripetutamente.

20 opere tra quadri ad olio e carboncini dell’artista Francesca Borro che si è ispirata, per i suoi lavori, alle illustrazioni riportate nei resoconti degli esploratori e alle fotografie di Carlo Franchini, carte geografiche, schizzi, stralci di diari, oggetti etnografici e libri antichi e rari.

Completano l’esposizione 40 pannelli: alcuni descrittivi, altri con citazioni ed immagini tratte da diari degli esploratori.

 

Percorrendo le grandi sale della mostra, il visitatore è “catapultato “nella straordinaria terra d’Etiopia. Terra, come scrivono gli organizzatori, “… da sempre di varietà e contrasti, di diversità ambientali e culturali, di opposti che magicamente si attraggono ed interagiscono facendo convivere, in un caleidoscopio di immagini, paesaggi, suoni e colori. Le straordinarie genti che la abitano, la loro cultura e le loro tradizioni, i deserti e le savane, i grandi fiumi e i laghi, le vette imbiancate dei rilievi più alti e le caratteristiche ambe, sono le tessere di un bellissimo mosaico che ancora oggi vive, in equilibrio tra modernità e tradizione. Una miscela di volti, dunque, di genti dalle lingue, attività economiche, caratteristiche fisiche, acconciature, abitudini più diverse. E lo scenario religioso non è meno vario, comprendendo le tre grandi religioni monoteistiche accanto alle quali persistono usi e rituali animisti tradizionali.

 

Questa incredibile ricchezza ha attratto, nel corso dei secoli, numerosi viaggiatori ed esploratori che, spinti dalla curiosità, dalla sete di sapere, dal gusto per l’avventura, hanno attraversato in lungo e in largo questi territori, e dei loro viaggi hanno lasciato diari, resoconti, carte, schizzi, foto, ritratti. Henry Salt, Théophile Lefebvre, James Bruce, e gli Italiani Vittorio Bottego, Gustavo Bianchi, Antonio Cecchi, sono solo alcuni dei tanti esploratori europei che, tra Ottocento e Novecento, ci hanno raccontato di questi luoghi, muovendosi dai grandi laghi meridionali alle guglie dell’altopiano settentrionale, dalle terre infuocate dell’Afar a est, alle regioni montuose a ovest. È sfogliando i loro diari e ammirando le immagini che li arricchiscono che è maturata l’idea di una mostra che, seguendo le orme di alcuni degli antichi esploratori, guidasse il visitatore alla scoperta di questo straordinario Paese. …”

 

Diversi gli sponsor che hanno contribuito tra cui Webtechnet, l’Ethiopian Airlines, la Green Land Tours di Addis Abeba , Caffè Morgantiu, Prometeoengineering.

La mostra sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, fino al 25 febbraio 2018.

Ulteriori date sono previste a Napoli, dal 12 aprile al 30 a Palazzo delle Arti e a Addis Abeba dal 15  ottobre al 31 dicembre al Museo Etnografico.

 

Per informazioni: http://www.labellezzarivelata.com/it/index.php

 

Guarda la Gallery con le foto dell’inaugurazione il 25 gennaio

L’apertura del Carnevale ha creato grossi problemi ai Veneziani.

Sabato si sono creati molti ingorghi in Strada Nuova ed a Santa Lucia. Il caos era incredibile e moltissimi residenti hanno protestato perché impossibilitati a rientrare a casa.

 

Le autorità ora pensano ad aggiustamenti in particolare per il 4 e l’11 febbraio in Piazza San Marco.

Il numero limite di accessi alla piazza sembra sarà di 20mila persone. La decisione martedì prossimo.

Comunque il malcontento tra i residenti è sempre più forte. Sabato scorso c’è stata gente che è rimasta fuori casa per ore.

POST TAGS:

La robotica non è una scienza/tecnologia nuovissima, le sue radici vanno in là di qualche secolo. Con l’avvento dei computers, l’esplosione di capacità elaborativa e sensoristica e software sempre più avanzati, sta però cambiando le sue caratteristiche, ed ancor più lo farà nei prossimi anni.

L’occasione per scoprire qualcosa in più su cosa ci riserva il futuro prossimo ce la offre Roberto Saracco, presidente dell’Associazione EIT ICT Labs Italy che ad aprile ha lasciato la conduzione del Nodo italiano di EIT Digital per assumere la responsabilità della scuola europea di dottorato industriale di EIT Digital. Ha un background in matematica e informatica; fino a dicembre 2011 è stato direttore del Future Centre di Telecom Italia a Venezia con l’obiettivo di analizzare le interrelazioni tra evoluzione tecnologica, economia e società.

Robotica, Intelligenza Artificiale: Impatto sul nostro futuro: vi attendiamo giovedì 1 febbraio, come sempre alle 21.00 presso l’auditorium del Liceo Statale “Giuseppe Berto”.

“Anche per il 2018, ripercorrendo e migliorando le positive esperienze maturate negli anni scorsi, la Regione del Veneto approva un bando di finanziamento per la concessione di contributi alle Associazioni di pesca sportiva per la realizzazione di progetti e iniziative a favore del settore. I contributi potranno essere utilizzati sia per l’organizzazione di corsi, seminari e giornate formative sul tema pesca rivolti ai giovani e a tutti gli appassionati di questa disciplina, sia per interventi di tutela della fauna ittica come nuove scale di risalita per pesci, ripopolamenti mirati di specie autoctone, sistemi di dissuasione per contenere l’impatto degli uccelli ittiofagi,  come i cormorani”.

 

E’ quanto anticipa l’assessore all’agricoltura, caccia e pesca della Regione Veneto, dando notizia del provvedimento approvato dalla Giunta regionale e di prossima pubblicazione sul Bur.

 

La Regione Veneto mette a disposizione delle associazioni di pesca presenti nel territorio regionale 800 mila euro per finanziare, tramite bandi, una serie di interventi concreti a beneficio della pesca e dei pescatori, sia su scala di singolo bacino o corso d’acqua, sia per l’intero ecosistema acquatico del Veneto.

 

Altre tipologie di progetti finanziabili potranno riguardare l’allestimento di aree attrezzate per la pesca sportiva con particolare riguardo alle postazioni di pesca per le persone diversamente abili, nonché scivoli per l’alaggio ed il varo di piccole imbarcazioni.

POST TAGS:

Chi di voi si ricorda de Le Ultime Lettere di Jacopo Ortis e del suo autore? Non solo del nome – Foscolo ovviamente – ma di chi era quella persona, il patriota, il poeta, il concittadino? Questo è ciò che si prefiggono di descrivere e raccontare le lezioni spettacolo organizzate da Arteven Circuito Teatrale Regionale/ Regione del Veneto, lezioni che attraverseranno tutta la regione e le provincie per approdare nelle scuole Secondarie e rivolgersi direttamente ai ragazzi. Sono ormai quindici anni che il Circuito Arteven ha dato avvio ad un organico progetto di divulgazione culturale dedicato  agli studenti degli Istituti del Veneto, inventando di fatto, una nuova modalità di coinvolgimento: le lezioni spettacolo promosse all’interno delle scuole Secondarie si sono affermate come efficace strumento di approfondimento per ragazzi e insegnanti.

 

Dal 2003 ad oggi in totale sono stati coinvolti 78.300 studenti, 2.660 insegnanti per un totale di 880 lezioni spettacolo portate nelle scuole. Per un giorno in cattedra sale un attore, che con la sua peculiare arte e punto di vista, intende, nella volontà degli organizzatori, coinvolgere su un piano più emotivo i ragazzi, affinché non imparino semplicemente la lezione ma comprendano – nel senso di fare propria – esperienze, pensieri, ideali, intelligenze che hanno fatto grande il nostro paese e reso immortale la nostra storia.

 

Cosa può rappresentare per i millenials l’autore de I Sepolcri? Il Foscolo è semplicemente uno dei più importanti letterati italiani. La sua vita e la sua scrittura sono il manifesto politico di un’Italia che ancora non esisteva e che vedeva nella Serenissima il suo seme e il manifesto letterario di quel preromanticismo che tanto eccelse nella nostra lingua. L’anniversario dei 240 anni dalla sua nascita è occasione preziosa per ripercorrere la storia del grande letterato e proporre agli studenti della regione la conoscenza attraverso l’esperienza delle lezioni spettacolo, resta per gli organizzatori una delle modalità più interessanti per abbattere le barriere che separano i più giovani da personaggi di grande rilievo storico e culturale.

 

Parlare di Foscolo significa parlare del suo tempo e di come eravamo, la modalità della lezione spettacolo consente di farlo in maniera chiara, approfondita e piacevole. Il 2018, anno delle celebrazioni del 240esimo dalla nascita del patriota ( 6 Febbraio 1778), è stata colta come una valida occasione per sostenere questa iniziativa che negli ultimi anni ha visto protagonisti grandi nomi della nostra storia nazionale. Le adesioni degli istituti, per i quali le lezioni spettacolo sono completamente gratuite, sono state talmente numerose da imporre l’onere e l’onore della realizzazione della performance a ben due artisti del territorio: Filippo Tognazzo della Compagnia teatrale Zelda e Giacomo Rossetto del Teatro Bresci.

 

Loro compito sarà quello di coinvolgere i ragazzi e fargli fare la conoscenza dell’impetuoso Niccolò, detto Ugo, secondo la propria personale declinazione artistica. Si comincia il 30 gennaio con Foscolo Reloaded, di Filippo Tognazzo, all’Istituto Comprensivo Coletti di Treviso, per coinvolgere poi il Giovanni Gabrieli di Mirano il 31 e poi via in tutta la regione con tappe a Feltre, Lancenigo di Villorba in un tour culturale che toccherà tutte e sette le province del Veneto. Le scuole che hanno deciso di aderire al progetto rientreranno nella Rete degli Istituti Secondari di Primo e Secondo grado, un ponte fra realtà che si sono impegnate nella promozione della cultura teatrale e dello spettacolo dal vivo in Veneto presso i cittadini più giovani, un progetto regionale che coinvolgerà oltre ottanta istituti. Le lezioni sono distribuite gratuitamente su prenotazione al sito www.artevenbooking.it

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni