Home / 2017 / ottobre

Spesso i social vengono additati in quanto ricettacolo di brutte notizie, cyberbullismo o frustrazioni. Eppure, la condivisione di contenuti a volte funzionano meglio degli 007  e l’attività fervente all’interno dei gruppi Facebook ne è una dimostrazione.

I membri iscritti si scambiano volentieri opinioni e suggerimenti, ma è soprattutto la solidarietà a diventare un formidabile collante fra gli utenti. Lo dimostrano i gruppi locali riservati agli abitanti della stessa città.



Da una ricerca effettuata all’interno del gruppo “Sei di Mogliano Veneto se…”, emerge quanto sia utile il riverbero social delle richieste d’aiuto quando scompaiono gli amici a quattro zampe.

 

Su un totale di 70 post rilevati che ne denunciano lo smarrimento, 37 hanno avuto esito positivo con il ritrovamento dell’animale. Quasi un 60% degli amici a quattro zampe è stato quindi rapidamente ritrovato. Per quanto riguarda i restanti 33 non è noto l’esito o, nel peggiore dei casi, l’animale non è più in vita. Gli avvisi cartacei di una volta erano più dispersivi, mentre gli annunci 4.0 si dimostrano più funzionali, grazie al tamtam sui social che ne garantisce una diffusione maggiore.

 

Indipendentemente dal coinvolgimento diretto dei gruppi nel ritrovamento, colpisce il sincero interessamento da parte di chi, pur non conoscendo i diretti interessati, riesce a solidarizzare e dare supporto in una situazione di sconforto. Un esempio virtuoso di umanità e spirito di gruppo in un’era individualista e piena di contraddizioni come quella attuale.

 

Riccardo Rocchesso
Sara Angioni

POST TAGS:

Il Comune promotore di un’indagine tra gli under 26, base per costruire il Forum Giovani

 

Se nell’immaginario collettivo ottobre rappresenta il mese “rosa” in cui si celebra la figura della donna, a Casale novembre sarà il mese “verde”, dedicato ai giovani. L’Amministrazione Comunale lancia ufficialmente un sondaggio on-line dedicato ai 1.080 ragazzi residenti nel Comune aventi un’età compresa tra i 16 e i 26 anni e sarà compilabile per tutto il mese venturo. La fascia d’età selezionata rappresenta infatti quella maggiormente bisognosa di essere indagata, poiché rappresenta il periodo di crescita dei giovani in cui lo studio o le prime esperienze lavorative portano spesso ad allentare i propri legami con il Comune di appartenenza.

 

Coinvolgere i ragazzi in un processo di costruzione delle politiche giovanili del paese può
diventare uno strumento efficace per rispondere in maniera più aderente alle loro 
necessità, che spaziano dall’ambito culturale a quello sportivo, da quello ricreativo a quello del volontariato. “Il sondaggio è a misura di giovane – spiega Angela Pavan, 21 anni, neoconsigliere con delega alle Politiche Giovanili – infatti è stato costruito in questi mesi da un gruppo di lavoro formato da soli ragazze e ragazzi. Inoltre è compilabile con strumenti di facile accesso ai giovani, come smartphone e tablet, e si compone di poche domande per agevolarne la compilazione”. Negli intenti dell’Amministrazione, l’indagine costituirà una forma periodica di ascolto dei giovani, da replicare negli anni a venire per poter tarare le proprie azioni in relazione alle mutate e mutevoli esigenze degli tempi correnti. “Questa non intende essere un’iniziativa isolata – conclude Pavan – ma la base dalla quale partire per poter avviare un Forum Giovani all’interno del Comune, capace di proporre e gestire in maniera autonoma e responsabile attività, eventi, laboratori. In poche parole: un aggregatore proposte dei giovani per i giovani”.

 

Il sondaggio, denominato “SondagGiovani. Aiutaci a indirizzare il tuo futuro”, verrà presentato ufficialmente a tutti gli organi di stampa e comunicazione da parte dell’Amministrazione Comunale.

 

 

 

POST TAGS:

L’albergatrice jesolana Franca Franzi è morta nel 2016 a 81 anni. La proprietaria di tre alberghi dal valore milionario nella capitale balneare del Nordest ha disposto due lasciti in denaro nel suo testamento. A beneficiare di un importo sostanzioso, pari a un terzo del valore dell’albergo Cavalieri, struttura a 4 stelle fronte mare, sarà il canile di San Giuliano. Il comune di Jesolo è invece destinatario del secondo lascito, affinché contribuisca al 50% alla costruzione di un nuovo canile.

 

Alla luce del lascito a favore del canile mestrino, che si potrebbe aggirare fra i 2 e i 4 milioni di euro come riporta la Nuova Venezia, la situazione precaria del canile di San Giuliano potrebbe cambiare. Ieri è infatti scaduta la proroga all’Associazione Veneta Zoofila (AVZ) e si concretizza sempre di più la demolizione della struttura prevista dal Comune per far sorgere un nuovo canile.

 

La consigliera del comune di Venezia Silvana Tosi (Lega Nord) insieme ai volontari dell’Associazione Veneta Zoofila, hanno chiesto una proroga in virtù del testamento della signora Franzi: “Il Comune chiede alla Avz di demolire le strutture del canile ma se questo viene demolito non esiste più il lascito”. Al posto di una demolizione che costringerebbe al trasferimento forzato di tutti i cani ospiti della struttura, si chiede quindi l’immediata ristrutturazione, per evitare “sofferenze e disagi a queste creature senza voce”, così la Tosi in una nota al sindaco Brugnaro.

 

La consigliera Monica Sambo (Pd) denuncia il mancato confronto in materia con i consiglieri e la cittadinanza, mentre la consigliera Deborah Onisto (FI) sottolinea che l’amministrazione comunale avrebbe assicurato il proprio impegno a favore della costruzione: “Noi ci aspettiamo il rispetto degli impegni”, così Onisto.

Oggi è Halloween, festa americana ma dalle origini più che europee, precisamente celtiche. I primi emigranti irlandesi si sono trasferiti insieme alle loro tradizioni per questa vigilia e ora è ritornata in qualche modo, propagandosi in tutta Europa. Zucche e streghe, dolcetti o scherzetti, le feste in programma sono tante. Ecco qualche idea per passare la vostra serata.

 

Per i grandi

Halloween all’Altavoz

All’Altavoz di Mestre si festeggia Halloween a partire dalle 22. 10 ore di musica per una serata imperdibile. Il DJ Santé sarà special guest internazionale.

 

Halloween all’Havana di Treviso

Treviso si traveste e festeggia anche l’Havana di Treviso. Serata speciale in compagnia con delle migliori Hit accompagnate da una scenografia altrettanto spettacolare. Dalla Cena al dopocena, un evento completo.

Suspiria alla Supersonic Music Arena di San Biagio

A partire dalle 23 e fino alle 4, sarà una notte che lascerà senza fiato, come prospettano gli organizzatori dell’evento. Angemi, Andy J e molti altri vi faranno ballare per tutta la notte. Maggiori informazioni qui.

 

Halloween al Kings di Jesolo

A partire dalle 22, un Halloween non stop con la possibilità di trucco cinematografico eseguito da un professionista. Tutte le info sull’evento qui.

 

Halloween alla Birreria Rosa & Baffo

Un party organizzato da Aperilive presso la Birreria Rosa & Baffo. Dalle 18.30 un Dj set con Pizi e poi un concerto di Julie and the storytellers a partire dalle 21. Musica non stop. Maggiori info qui.

 

Per i bimbi e tutta la famiglia

Halloween all’antica Osteria Zanatta

Dalle 19.30 di stasera e dalle 12.30 di domani, l’Osteria Zanatta vi aspetta per una cena ed un pranzo ricco di iniziative per tutta la famiglia: truccabimbi, tatuaggi, babydance, sculture di palloncini, spettacolo burattini , bolle e tanti altri giochi. Per info e prenotazioni, chiamate al 0422778048.

 

Halloween a teatro con il bosco delle fate

Alle 20.30 di stasera il teatro di Sant’Anna a Treviso si trasforma e lascia spazio ad uno spettacolo imperdibile con “La voce della sirenetta”. A partire dalle ore 20, gli animatori e i truccabimbi saranno già a disposizione di chi si vuole immergere completamente nell’atmosfera di Halloween. Per info su costi e biglietti, potete chiamare lo 0422.421142.

 

Halloween al Parco dei Dinosauri

La compagnia degli Alcuni aspettano i più temerari al Parco degli Alberi Parlanti a partire dalle 17.30 con l’avventuruosa versione notturna del percorso “Draghi, dinosauri e Animali estinti” per una serata suggestiva e emozionante. Per info e prenotazioni, potete chiamare lo 0422.694046.

 

 

 

POST TAGS:

Nel 99° Anniversario (1918-2017) della fine della Grande Guerra, il 4 novembre si celebra la Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, con la cerimonia di commemorazione dei Caduti, alla quale partecipano Associazioni e studenti delle scuole.

 

La Festa del 4 novembre, alla quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, celebra l’Unità Nazionale e la Giornata della Forze Armate, quest’anno nel 99° Anniversario della fine della Grande Guerra. La commemorazione di questa ricorrenza significa onorare e riconoscere il sacrificio di quegli uomini che valorosamente hanno difeso la propria Patria.

 

A Mogliano Veneto il programma delle celebrazioni si apre con la deposizione delle corone d’alloro in segno di gratitudine ai Caduti, che avrà inizio alle ore 8.30 a Bonisiolo, per poi proseguire alle 8.45 a Zerman, alle 9.00 a Campocroce, alle 10.00 al Cippo via Ragazzi del ’99 con la commemorazione dei Ragazzi del ’99 e alle 10.20 al Cimitero centrale.

 

Il corteo giungerà alle 10.45 in Piazza dei Caduti per l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti con l’accompagnamento del Gruppo Musicale Città di Mogliano. Seguiranno gli interventi del sindaco di Mogliano Veneto, Carola Arena, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e dell’Associazione Mojan, ai quali si alterneranno le riflessioni dei ragazzi delle scuole moglianesi.

 

Alle ore 11.00 la cerimonia continuerà nella Sala Consiliare del Municipio, con la deposizione di fiori alle lapidi dei Caduti e la lettura di un brano a cura del Generale Giuseppe Frascella.

POST TAGS:

Anche quest’anno il Teatro Busan invita tutti ad essere spettatori di un’emozionante stagione piena di “intramontabili classici, rivisitazioni drammaturgiche, spettacoli di satira, di impegno civile e di approfondimento culturale”, come spiega il direttore artistico Giuseppe Emiliani.

 

Si prospetta quindi una stagione vivace di grande qualità, che richiama abbonati e nuovi spettatori. Partiti il 20 ottobre con Corrado Augias e il suo spettacolo “Ecce homo, anatomia di una condanna”, il Teatro Busan proseguirà il 10 novembre con Batisto Coco e Giorgio Bertan e “La Ballata di Galliano”. In programma anche la travolgente simpatia di Riccardo Rossi con “That’s Life”, previsto per il 15 dicembre. Per consultare tutti gli spettacoli in programma, potete visitare la pagina dedicata.

Ma non solo teatro, anche il cinema è protagonista. Di seguito la programmazione per il mese di novembre.

 

 

Ieri domenica 29 ottobre si è svolta la presentazione ufficiale del progetto della “Venice Wine Town“, la Città del Vino di Venezia: il progetto prevede la rigenerazione urbana del sito industriale dismesso delle ex Fornaci Bertoli (vedi Foto) nella frazione di Lughignano, per dar luogo a spazi ricettivi, museali, enogastronomici incentrati sul turismo slow.

Un progetto da 12 milioni di euro firmato dall’imprenditore Franco Malenotti – ex patron Belstaff – e dal suo team di lavoro costituito dagli scenografi di fama mondiale Dante Ferretti e Riccardo Buzzanca.+

Logisticamente perfetta, la futura cittadella si trova in posizione privilegiata anche in rapporto ai più prestigiosi territori di produzione di vino e di cibo del Veneto quali il Prosecco, i vini del Piave e del Lison Pramaggiore, la strada del Radicchio, la produzione di formaggi tradizionali e di insaccati, nonché al centro di un territorio agricolo di grande produttività e prestigio.


I motivi che muovono il progetto di riqualificazione dell’area sono principalmente quattro:

  • Il recupero di edifici storici industriali in disuso e a rischio di degrado
  • La creazione di nuovi posti di lavoro e di nuove attività collegate al territorio
  • La promozione di attività formative e culturali per i giovani nel settore della
    enogastronomia
  • L’inserimento dell’area dei Comuni del Sile nel grande network internazionale del
    turismo enogastronomico


Il progetto – promosso dal
Comune di Casale sul Sile, con l’interessamento degli altri comuni dell’asta
del Sile – è stato ideato dell’imprenditore
Franco Malenotti e realizzato in collaborazione con gli studi
Bertoncini e D4 Image di Treviso. La parte museale e storica sarà disegnata è progettata dallo scenografo
tre volte Premio Oscar
Dante Ferretti e realizzata dalla società Mekane di Roma, sotto la guida dello scenografo Riccardo Buzzanca. Già quest’anno, il gruppo di lavoro condotto da Franco Malenotti,

 

Dante Ferretti e Riccardo Buzzanca ha dato vita ad una prima Wine Town, nella frazione di Bolgheri a Castagneto Carducci (Livorno): la realtà è stata avviata con grande successo ed oggi è pienamente inserita nel grande circuito internazionale del turismo enogastronomico (www.worldwinetown.com).

 

La campagna di vaccinazione contro l’influenza partirà nella Provincia di Treviso dal 13 novembre prossimo e si chiuderà il 13 gennaio 2018. Lo ha comunicato il Direttore Generale dell’Ulss di Treviso, Francesco Banazzi.

 

Saranno 143.300 le dosi di vaccino messe a disposizione e ben 650 le persone impiegate nelle operazioni di vaccinazione.

 

La campagna di vaccinazione contro l’influenza è dedicata in modo specifico agli over 65, ma anche a persone di qualsiasi età con patologie a rischio ed al personale impiegato in asili, ospedali o a contatto con il pubblico. Per questa categorie la vaccinazione è totalmente gratuita.

Il supporto dl Comune alle operazioni di organizzazione e di voto

 

Moglianesi alle urne domenica 17 dicembre per il rinnovo dei Consigli Direttivi delle Associazioni di Quartiere e di Frazione.

 

Lo hanno deciso la Consulta delle stesse associazioni e l’Amministrazione comunale nel corso di una recente riunione e si è messa subito in moto la macchina organizzativa con l’obiettivo che i cittadini colgano questa occasione per partecipare sia attivamente, candidandosi a far parte dei direttivi delle associazioni, sia passivamente, recandosi alle urne e scegliendo da chi farsi rappresentare.

 

“Siamo convinti che, pur nelle difficoltà e pur con un ruolo che è stato depotenziato dalla precedente amministrazione, le Associazioni di quartiere siano ancora un validissimo strumento di partecipazione e rappresentanza delle istanze dei cittadino. L’amministrazione ci crede ed è stato dato nuovo impulso alle relazioni che abbiamo con la Consulta e con i singoli presidenti che riteniamo le nostre antenne nel territorio per conoscere, esaminare e risolvere i vari problemi”, ha commentato il Sindaco Carola Arena.

 

Può partecipare alla consultazione in qualità di candidato e o elettore ogni persona che abbia compiuto la maggiore età alla data delle elezioni, residente nel quartiere, previa adesione all’Associazione in qualità di socio e l’adesione può essere fatta anche presso il seggio.

 

La richiesta di candidatura deve essere presentata da giovedì 2 novembre a lunedì 27 novembre 2017 presso il Servizio Cultura e Associazionismo, in via Terraglio 3 (ex Rossi), nei normali orari di ufficio (dal lunedì/mercoledì/venerdì 8.30-13.30 martedì/giovedì 8.30-12.30/– 14.30-18.00), dove si potrà anche ritirare il modulo predisposto e procedere alla compilazione.

 

“Abbiamo messo a disposizione della consultazione e delle Associazioni di quartiere i nostri uffici perché desideriamo fortemente che questo rinnovo sia più partecipato del precedente e che chi viene eletto senta di avere alla proprie spalle tutto il quartiere e non solo pochi cittadini. E’ anche indispensabile garantire il ricambio dei componenti dei direttivi delle associazioni, alcuni dei quali sia per limite di mandati, sia per impegno di lungo corso, non si ricandideranno, per cui il nostro appello è rivolto a tutti i cittadini affinché diano il loro contributo a questo processo democratico”, ha dichiarato l’Assessore alle Associazioni di quartiere, Daniele Ceschin.

 

Verrà formulata entro l’1.12.2017 una lista in ordine alfabetico dei candidati di ciascun Quartiere, di cui sarà data diffusione attraverso manifesti e comunicati alla stampa locale.

 

Le operazioni di voto si svolgeranno domenica 17 dicembre 2017 dalle ore 9.00 ininterrottamente fino alle ore 20.00 del medesimo giorno. Il seggio sarà composto da personale appositamente incaricato. Le sedi dove si svolgeranno le votazioni sono:

 

– Campocroce – Sede Associazione presso palestra, Via Chiesa 8 – Frazione Campocroce;

– Zerman – Centro Polivalente, Via Bonisiolo 1/A – Frazione Zerman;

– Bonisiolo – Centro Polivalente, Via Altinia 23 – Frazione Bonisiolo;

– Mazzocco-Torni – Centro Parrocchiale, Via Ronzinella – Località Mazzocco;

– Marocco – Pagoda Scuola Collodi, Via Nuova Europa 2 – Località Marocco;

– Ovest-Ghetto – Sede Quartiere, Via 28 Aprile 2/C – Capoluogo;

– Centro-Nord – Biblioteca Comunale, Sala Berto, Via De Gasperi 8 – Capoluogo;

– Centro-Sud – Centro Sociale, Piazza Donatori di Sangue – Capoluogo;

– Est – Sede Quartiere, Galleria Aldo Moro 12 – Capoluogo;

 

L’elettore/socio potrà esprimere, su apposita scheda elettorale, fino a due preferenze indicando il cognome del candidato prescelto. In caso di omonimia si dovrà indicare necessariamente anche il nome.

 

Conclusa la votazione alle ore 20.00, le urne elettorali verranno aperte e scrutinate dal personale componente il seggio. Alle operazioni di spoglio potranno assistere tutti i candidati, i Consiglieri Comunali e gli Assessori in carica. Il presidente di seggio alla fine delle operazioni di scrutinio proclamerà gli eletti.

 

Per eventuali informazioni relative al procedimento elettorale contattare i Presidenti delle Associazioni di Quartiere o di Frazione i cui recapiti sono disponibili su

http://www.comune.mogliano-veneto.tv.it/index.php/quartieri.html

Nell’ultimo episodio, The Pilot, Doctor Who se ne va in giro sotto copertura come professore universitario. Quando una sua studentessa promettente, Bill, inizia a stringere amicizia con ragazza di nome Heather, questa le chiede di guardare dentro ad una pozzanghera, domandandole se riesce a vedere qualcosa di anormale nel riflesso. Doctor Who non si lascia scappare l’occasione, e così investiga sulla misteriosa pozzanghera e nota che la pozzanghera si comporta in modo molto strano: come se il riflesso volesse imitarli. Così, quando Bill torna al suo appartamento, inseguita da un corpo costituito da un fluido, non ne siamo poi così sorpresi. La pozzanghera, o meglio il fluido che la componeva, altro non è che un vivente proveniente da una navicella spaziale aliena che ha assorbito la dolce Heather e con lei anche i suoi sentimenti per Bill. Chi è Doctor Who? E perché agisce sotto copertura?

 

Per chi non fosse un appassionato, Doctor Who è una serie televisiva britannica di fantascienza prodotta dalla BBC già a partire dal 1963. Il suo protagonista è un viaggiatore del tempo. Egli spende il suo tempo esplorando l’universo a bordo del TARDIS, ossia una macchina senziente capace di viaggiare nello spazio e nel tempo. E come i produttori della BBC, ci sono state molte altre menti a fantasticare sui viaggi temporali, da Marcel Proust, a Jorge Luis Borges, fino a Woody Allen, e molti altri.

 

Quello di cambiare epoca è un desiderio che tutti prima o poi abbiamo espresso nel corso della nostra vita ed è un’idea così radicata nella nostra cultura, che quando realizziamo che altro non è che una fantasia molto recente, solo del secolo scorso, rimaniamo un po’ increduli. Per migliaia di anni nessuno ha fantasticato che cosa sarebbe potuto succedere se gli esseri umani avessero potuto viaggiare nel tempo; oggi si tengono corsi all’Università di Oxford sulle conseguenze dei viaggi temporali. Come racconta James Gleick nel suo illuminante libro Time Travel: A History, nessuno era andato tanto oltre nel fantasticare sul potere della tecnologia applicata al tempo, fino a quando in una vecchia mansarda, un giovane H.G. Wells, dedicandosi al suo primo romanzo The Time Machine, decide di unire le parole “tempo” e “viaggio”, e mutare la nostra percezione della dimensione temporale per sempre. Come Gleick stesso scrive “In un modo o nell’altro, le invenzioni di H.G. Wells colorano ogni storia di viaggio di tempo che ha avuto seguito”.

Che cosa affascina il protagonista della storia, tanto da immaginare di slegarsi dalla trappola del presente e muoversi libero in una quarta dimensione temporale? In una parola, il futuro.


*Time Travel: A History di James Gleick è pubblicato da Pantheon  (£16.99).